Portogallo: basterà la liquidità a risolvere la crisi?

Pubblicato da: Luca M. - il: 08-04-2011 19:26

Saranno necessari circa 80 miliardi di euro, almeno secondo le richieste fatte pervenire da Lisbona, per sistemare la crisi del paese lusitano. Ma le conseguenze di questa falla sistemica non sono solo economiche; come sempre ci finisce in mezzo anche la politica.

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

A scoprire le carte è il presidente dell’Eurogruppo Jean-Claude Juncker dal vertice che si tiene a Godollo in Ungheria: “La questione della crisi del Portogallo è più un problema politico che finanziario” per questo “dobbiamo assicurarci che gli impegni di risanamento del bilancio che saranno presi da Lisbona siano condivisi anche dall’opposizione”, ha detto Juncker. I

Il riferimento al problema politico non è casuale: la crisi portoghese è emersa con tutta la sua chiarezza la scorsa settimana dopo che il pacchetto austerity è stato bocciato in Parlamento ed il premier Socrates ha rassegnato le dimissioni.

Gli investitori però guardano anche alla Spagna, la prima a cadere da un eventuale fallimento del Portogallo e talmente grande da non poter essere salvata dopo l’effetto domino. Per questo il ministro delle Finanze di Madrid, Elena Salgado, mette le mani avanti: è fuori discussione che la Spagna chiederà aiuti. Un campanello d’allarme? Tra gli analisti la soluzione non pare comunque quella giusta: ristrutturare il debito degli insolventi non dev’essere una possibilità, ma la priorità

Lascia un Commento

X

Avviso di rischio - Il 67-75% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.