Forex trading: aspettative settimanali

Pubblicato da: Luca M. - il: 18-04-2011 8:23

Durante questa settimana di forex dobbiamo attenderci un ulteriore consolidamento della posizione dell’euro; ciò è motivato dal fatto che il fondo giapponese Kokusai, secondo a livello mondiale dopo Pimco, ha dichiarato di voler accrescere la propria esposizione in euro visto il contesto favorevole per la moneta unica.

Con la rivoluzione del Social Trading scopri chi sono i migliori trader italiani e del mondo e inizia a copiare automaticamente le prestazioni del loro portafoglio di trading. Demo gratuita da 100.000€  Scopri i migliori trader >>

Con la rivoluzione del Social Trading scopri chi sono i migliori trader italiani e del mondo e inizia a copiare automaticamente le prestazioni del loro portafoglio di trading. Demo gratuita da 100.000€  Scopri i migliori trader >>

Il motivo principale di questa scelta è senza dubbio la sicurezza della Bce nel voler aumentare i tassi di interesse; nonostante questo la settimana conclusasi venerdì notte è stata comunque favorevole per il biglietto verde americano, soprattutto dal momento che l’economia statunitense non sta soffrendo lo stato di inflazione che vivono altri attori mondiali.

Questo fattore congiuntamente ai dati sull’industria è stato apprezzato dal mercato; ed infatti l’indice Empire State ha raggiunti i livelli massimi dell’anno registrando una produzione industriale in aumento dello 0,8%. A questo dato si affianca la continua crescita della fiducia dei consumatori, così come mostrato dall’Università del Michigan.

Questa settimana tocca all’Europa verificare lo stato di salute della propria industria con gli indici Pmi dell’area euro, l’indice Ifo tedesco e i prezzi alla produzione in Germania.

Informazioni sull'autore

Luca M.

Appassionato di Investimenti nel trading Online, Borsa, Trading Forex e Opzioni Binarie

Lascia un Commento

E-investimenti.com

E-investimenti.com

Avviso di rischio - I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74% e l’89% di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD.