Bce-Draghi: frenata della Germania

Pubblicato da: Luca M. - il: 27-04-2011 20:48

Dopo l’approvazione francese ed il silenzio assenso tedesco, la giornata di oggi registra uno stop sulla candidatura di Mario Draghi, governatore di Bankitalia, alla presidenza della Bce, come successore dell’attuale numero 1, Jean-Claude Trichet.

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

Il portavoce del cancelliere Angela Merkel oggi ha messo dei consistenti paletti alla successione di Jean-Claude Trichet: “Non ci sarà alcuna nomina alla guida della Banca Centrale Europea senza l’accordo tedesco”, ha detto Steffen Seibert. E’ questa la vera linea della Germania, nonostante l’approvazione informale e a mezza bocca del ministro delle Finanze Wolfgang Scheauble delle passate settimane.

L’analisi odierna del Financial Times spiega infatti perché la Merkel è così restia a dare un ok definitivo: “L’obiettivo di Merkel deve essere quello di avere sulla poltrona della Bce un presidente che serva al meglio gli interessi a lungo termine della Germania rispetto all’euro. E paradossalmente proprio Draghi è l’uomo giusto per questo incarico, ma la cancelliera non deve dirlo pubblicamente”.

Infatti andrebbe incontro a un’ondata conservatrice difficile da gestire dopo le ripetute sconfitte della Cdu alle elezioni regionali. E, in questo senso, le invettive populiste del giornale tedesco Bild (“gli italiani e l’inflazione” vanno insieme come “il sugo e gli spaghetti”) non favoriscono una serena gestione del cambio al vertice

Lascia un Commento

X

Avviso di rischio - Il 67-75% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.