Debito mondiale: allarme della Cina

Pubblicato da: Luca M. - il: 16-09-2011 14:15

Solo pochi giorni fa avevamo ricevuto la notizia di presunti incontri tra il Ministro dell’Economia italiana, Giulio Tremonti ed il suo omologo cinese, a margine dei quali è emersa la volontà da parte della Repubblica Popolare di venire in contro al nostro Paese attraverso l’acquisto di obbligazioni.

Inizia con un conto demo da 100.000€ per fare pratica sul trading. In più anche segnali di Trading Gratis. Clicca qui

Inizia con un conto demo da 100.000€ per fare pratica sul trading. In più anche segnali di Trading Gratis. Clicca qui

Il premier cinese, Wen Jiabao, ha parlato del ruolo che il suo Paese deve avere, come supporto, rispetto alle nazioni europee indebitate, dichiarando che il compito degli Stati più industrializzati dovrebbe essere quello di ridurre drasticamente il deficit pubblico andando a creare nuovi posti di lavoro.

In sostanza, il premier cinese vuole dire che l’Europa non deve far affidamento, unicamente, sulla Cina ma adottare delle riforme strutturali che le consentano di proseguire con le proprie gambe per il futuro prossimo.

La dichiarazione, decisamente esplicita, è stata promossa con queste parole: “Le nazioni devono prima di tutto mettere ordine nelle proprie case” – ha dichiarato Wen al recente World Economic Forum tenutosi a Dalian. “I Paesi sviluppati devono assumere politiche monetarie e fiscali responsabili. Questo è l’elemento più importante per prevenire il peggioramento della crisi del debito europeo”.

Informazioni sull'autore

Luca M.

Appassionato di Investimenti nel trading Online, Borsa, Trading Forex e Opzioni Binarie

Lascia un Commento

E-investimenti.com

E-investimenti.com

Avviso di rischio - I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74% e l’89% di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD.