Dexia, banca franco-belga, nel mirino di Moody’s

Pubblicato da: Luca M. - il: 04-10-2011 19:21

La banca franco-belga Dexia, salvata nel 2008 da Belgio, Francia e Lussemburgo, dopo aver beneficiato di oltre 6 miliardi di euro, è finita oggi nel mirino della società di rating Moody’s; il rating dell’istituto di credito, attualmente, è pari ad A3 per i debiti a lungo termine e “Prime-1” per quelli a breve. Ciò che però preoccupa è la sua capacità di finanziarsi sui mercati.

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

I timori per un deterioramento della posizione liquida del gruppo, alla luce del peggioramento del mercato e delle sue condizioni, hanno nuovamente messo la banca franco belga sotto le lenti di ingrandimento delle società di rating. La preoccupazione maggiore è che Dexia sia declassata provocando, inevitabilmente, ulteriori scossoni interni.

Ed i timori sono confermati dal trend dei Credit Default Swap: i Cds su Dexia si sono impennati avvicinandosi al record di 836 punti base, target raggiunto il 26 settembre; il governo francese, secondo alcune fonti di stampa, starebbe valutando una soluzione strutturale per risolvere tale affare.

Il flusso di notizie nel mese di ottobre sarà estremamente importante, mentre la grande domanda è se sarà sufficiente a convincere gli investitori.

Lascia un Commento

X

Avviso di rischio - Il 67-75% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.