La Bce lascia i tassi invariati

Pubblicato da: MatteoT - il: 09-02-2012 18:26

🚀 Rendimento fino al 19% annuo? Investimenti in Prestiti: ottieni rendite passive con NIBBLE FINANCE👍 Investimenti a partire da 10 € ✅ Scegli una strategia di investimento in base alle tue preferenze in termini di redditività e rischio… Scopri di più >>

🚀 Rendimento fino al 19% annuo? Investimenti in Prestiti: ottieni rendite passive con NIBBLE FINANCE👍 Investimenti a partire da 10 € Scegli una strategia di investimento in base alle tue preferenze in termini di redditività e rischio… Scopri di più >>

Nell’area euro i tassi di inflazione rimangono invariati al minimo storico dell’1 per cento. E’ quanto ha deciso il consiglio direttivo della Banca centrale europea che si è riunita a Francoforte. La conferma era attesa dai mercati e dagli analisti.

Rimangono quindi fermi, di riflesso, anche i tassi sulle operazioni di rifinanziamento marginale e sui depositi, rispettivamente all’1,75% e allo 0,25%. Alla fine dello scorso anno, nei mesi di novembre e dicembre, al debutto della presidenza di Mario Draghi, mentre la situazione economica dell’area valutaria appariva compromessa dall’esacerbarsi della crisi sui debiti pubblici, la Bce ha tagliato i tassi per due volte.

Nella conferenza stampa, Draghi ha spiegato che l’inflazione resterà elevata per molti mesi: “E’ destinata a restare sopra il 2% per molti mesi”. Il 2% è il target della politica monetaria della Bce. Le previsioni sui prezzi a medio e lungo termine “rimangono stabili per effetto delle tassazioni e dei prezzi delle materie prime”.

Quanto allo scenario economico, “gli indici disponibili – ha detto Draghi – confermano i primi segnali di stabilizzazione dell’attività economica, ma a basso livello. Le prospettive restano incerte”. L’Europa ha chiuso il quarto trimestre in maniera “molto debole” e la ripresa nel 2012 sarà “molto graduale”. Uno degli imperativi per Draghi è di “ridurre la rigidità e introdurre più flessibilità” nel mercato del lavoro.

“Tutti i Governi dell’area dell’euro devono fare il possibile per garantire l’equilibrio di bilancio e il rispetto degli impegni per il 2012. Servono riforme strutturali e rigore nel risanamento dei budget per garantire la sostenibilità e la crescita“.

Lascia un Commento

X

Avviso di rischio - Il 67-75% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.