La Fed lascia i tassi invariati e alza le stime sul Pil Usa

Pubblicato da: MatteoT - il: 26-04-2012 21:42
Inizia con un conto demo da 100.000€ per fare pratica sul trading. In più anche segnali di Trading Gratis. Clicca qui

Inizia con un conto demo da 100.000€ per fare pratica sul trading. In più anche segnali di Trading Gratis. Clicca qui

La Federal Reserve, alla conclusione della riunione del suo organo esecutivo, il Fomc, ha deciso di lasciare invariati i tassi di interesse in un range compreso tra lo 0 e lo 0,25%, il minimo storico a cui erano stati portati nel dicembre del 2008.

Rivista invece al rialzo la stima del Pil Usa 2012 a 2,4-2,9% e del 2013 a 2,7-3,1%. Tagliate invece le stime sulla disoccupazione 2012 a 7,8-8%, 2013 a 7,3-7,7%. L’inflazione rimarrà sotto il 2%. Stando ai dati, quindi, la Federal reserve ha alzato le stime sulla crescita dell’anno in corso, ma ha rivisto leggermente al ribasso quelle per il 2013 e il 2014. La banca centrale appare più ottimista sul fronte del lavoro, mentre le stime sull’inflazione sono state riviste leggermente al rialzo.

Le condizioni economiche – ha precisato la Federal reserve – permetteranno un livello dei tassi “eccezionalmente basso” almeno fino al 2014. La banca centrale americana prevede che “la crescita economica rimanga moderata per i prossimi trimestri e quindi cominci a prendere moderatamente slancio”.

L’inflazione è leggermente salita, ma il rialzo è largamente da attribuire al rincaro dei prezzi del petrolio, che è destinato a essere temporaneo. “Le aspettative di inflazioni a lungo termine restano stabili”. Il settore immobiliare “nonostante i segnali di miglioramento, resta depresso”.

Non è previsto alcun ritocco al programma di stimoli all’economia già avviato dalla Fed. Nel documento il Fomc ha ribadito l’impegno a “sostenere una più solida ripresa economica e ad assicurare che l’inflazione rimanga a livelli in linea con gli obiettivi della fed”, ovvero a proseguire con una politica “altamente accomodante” e a continuare con il programma di acquisto bond avviato a settembre e con la politica di reinvestimento dei ricavi dei titoli in portafoglio.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

eToro Deposito: 200€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Plus500 Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 250€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
DUKASCOPY EUROPE Deposito: 100 €
Licenza: FCMC - MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65% e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Informazioni sull'autore

MatteoT

Lascia un Commento

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

E-investimenti.com

E-investimenti.com