Mercato del Forex: le nozioni di base

Pubblicato da: MatteoT - il: 04-05-2012 11:20

Inizia con un conto demo da 100.000€ per fare pratica sul trading. In più anche segnali di Trading Gratis. Clicca qui

Inizia con un conto demo da 100.000€ per fare pratica sul trading. In più anche segnali di Trading Gratis. Clicca qui

Il mercato dei cambi, noto anche come Forex, si compone di una rete di banche centrali, di istituzioni bancarie commerciali e di investimento, di broker e di hedge fund. Le società internazionali hanno un bisogno costante dei servizi che tale mercato offre, in quanto solitamente esse acquistano materiali, pagano i lavoratori e conducono gli affari anche in valuta moneta di un altro paese.

I trader Forex possono non avere lo stesso bisogno di cambiare valuta, ma possono fare degli interessanti profitti quando si parla di tassi di cambio.

Il Forex infatti permette di acquistare una valuta e contemporaneamente venderne un’altra. Questo mercato coinvolge sempre una coppia di valute, come ad esempio la coppia EUR / USD. Quando si opera sul mercato valutario ci sono diverse coppie di valute tra cui poter scegliere, ma sicuramente tra tutte la coppia di valute tra euro e dollaro USA rimane la più popolare.

Nel momento in cui si va ad analizzare una coppia di valute, la valuta di base è la prima della coppia e viene utilizzata per aprire delle posizioni; l’altra, ossia la seconda del rapporto, è vista come valuta secondaria.

Il tasso di cambio indica quanta valuta secondaria è necessario avere per acquistare 1 unità di valuta base. Quando si fa Forex, un concetto importante è anche quello di dimensione del lotto. A seconda della quantità di valuta acquistata, infatti, si può parlare di lotto standard (che vale 100.000 unità di valuta), di mini lotti e di micro lotti, che valgono rispettivamente 10.000 e 1.000 unità di valuta.

I tassi di cambio tendono ad essere influenzati da interessanti variabili macroeconomiche, come i principali indicatori economici rilasciati dai governi ad intervalli fissi. Per esempio, il Prodotto Interno Lordo, noto anche come PIL, il tasso di disoccupazione e i tassi di interesse possono influenzare notevolmente i tassi di cambio.

Tuttavia, è possibile anche che i principali eventi politici, come le elezioni, riescano ad avere questa influenza. Anche le materie prime, come oro, petrolio e argento, possono influenzare i tassi di cambio tra i paesi.

Informazioni sull'autore

MatteoT

Lascia un Commento

E-investimenti.com

E-investimenti.com

Avviso di rischio - I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74% e l’89% di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD.