Investimenti postali: i più sicuri e convenienti. Quali sono?

Pubblicato da: TommasoP - il: 25-05-2018 11:14 Aggiornato il: 20-11-2018 16:21

Hai mai pensato di investire in posta? Se la tua risposta è positiva come credo lo sia, allora sicuramente sai già cono sono gli Investimenti postali.

Noi oggi per te abbiamo fatto di più. Li abbiamo analizzati e abbiamo riportato alcuni di questi che sono sicuri e convenienti scelti ed analizzati dal nostro staff appositamente per te.

In breve abbiamo analizzato le diverse proposte offerte da Poste Italiane e abbiamo realizzato questa guida completa per te.

Investimenti postali sicuri e redditizi

Indice[Nascondi]
  1. Investimenti postali sicuri e redditizi: quali sono?
  2. Quali sono gli investimenti postali sicuri?
  3. Investimenti postali: Rischio e Sicurezza sono nemici?
  4. Trading online su Poste Italiane con deposito titoli
  5. Trading online con Poste Italiane: conviene?
  6. Azioni
  7. ETF
  8. Derivati
  9. Fondi Comuni di Investimento
  10. IQ Option
  11. eToro
  12. eToro social trading: guide alla piattaforma social
  13. 24Option
  14. Investimenti postali convenienti 2018: perché sceglierli?
  15. Investimenti sicuri in Posta: tutte le soluzioni
  16. Buoni fruttiferi postali: quanto rendono?
  17. Buoni fruttiferi postali per minori
  18. Buoni fruttiferi postali ordinari
  19. Caratteristiche dei buoni fruttiferi postali ordinari
  20. Buoni fruttiferi postali a 3 anni plus
  21. Caratteristiche principali dei Buoni fruttiferi postali a 3 anni plus
  22. Libretto di risparmio postale
  23. Libretto di risparmio postale smart
  24. A quanto ammontano gli interessi?
  25. Buoni fruttiferi dematerializzati: cosa sono?
  26. Libretto postale ordinario
  27. Libretto dedicato ai minori
  28. Libretto al portatore
  29. Libretto postale giudiziario
  30. Le obbligazioni delle Poste Italiane
  31. Come fare per acquistare le obbligazioni poste?
  32. Poste Certificates
  33. Rischio emittente
  34. Rischio Garante
  35. Soluzioni assicurative per l’investimento e il risparmio – PosteVita
  36. PosteVita soluzione Flessibile
  37. PostaPresente Cedola – investimento garantito a pagamenti periodici
  38. PostaFuturo Multiutile: piano di accumulo risparmio
  39. Investimenti postali: quale la scelta migliore?
  40. Buoni fruttiferi postali: conviene?
  41. Conviene ancora investire alla Posta?
  42. Investimenti Sicuri: Postali vs Bancari 2018
  43. Perchè scegliere questi investimenti?
  44. Investimenti sicuri in banca con i conti deposito
  45. Investire nell’Immobiliare con 50 €, si può?
  46. La costruzione di un portafoglio: quali sono i prodotti finanziari da prendere in considerazione?
  47. Obbligazioni
  48. Come valutare le obbligazioni
  49. Azioni
  50. Fondi Comuni di Investimento
  51. ETF
  52. Materie Prime
  53. Conclusioni: come investire nel 2018?

Investimenti postali sicuri e redditizi: quali sono?

Quali sono gli investimenti postali sicuri e redditizi?

Oggi stiamo vivendo un momento molto particolare. Dopo diversi anni di calma piatta, sembra che il mercato degli investimenti si stia riprendendo. Anche se diverse compagnie finanziarie sembrano offrire degli ottimi investimenti, comprese anche le banche, noi siamo certi che gli investimenti postali rappresentano un’ottima soluzione.

Infatti, tantissimi investitori e risparmiatori hanno puntato su questo particolare tipo di investimento. Lo considerano come una possibile alternativa, ottima per tutti gli investitori che vogliono anche proteggere i loro risparmi e allo stesso tempo ottenere dei rendimenti sicuri e convenienti.

Oggi per altro non è molto semplice comprendere bene quali definire ottimi affari e quali no. Non è semplice districarsi nel settore degli investimenti andando sempre alla ricerca del prodotto migliore offerto sul mercato.

Molto spesso però gli investimenti offerti non rappresentano quello adatto alle tue esigenze. essi possono anche non offrire le soluzioni adatte a te con pochi rischi e dei rendimenti sicuri. E’ il caso ad esempio degli investimenti online, che a fronte di un ottimo rendimento non offrono delle adeguate soluzioni di sicurezza.

Investire nel trading online con i CFD potrebbe essere un’ottima soluzione, per strategie a breve termine ma come tale non può essere consigliata ad un risparmiatore che preferisce puntare invece su strategie di lungo termine.

>>Leggi anche: Azioni Poste Italiane: rimborso per i risparmiatori dal 31 Marzo 2017

Ecco quindi il perché di questa nostra guida. Essa vuole fornire una panoramica competa sulle diverse tipologie di investimento che oggi ci sono per tutti gli investitori che amano il rischio basso. Si tratta come potrai anche tu vedere di prodotti finanziari sicuri che nella maggior parte delle ipotesi sono offerti da Poste Italiane.

Questo serve a facilitarti la scelta sul tipo di investimento che consenta di ottenere un certo guadagno in maniera sicura, senza però correre rischi eccessivi.

In questa guida la nostra analisi parte rispondendo a questa domanda:

Quali sono gli investimenti postali sicuri?

A questa prima domanda possiamo facilmente rispondere aggiungendone poi un’altra: quali sono quelli convenienti?

Risponderemo a questo offrendoti un’analisi completa a tutte le principali alternative di investimento offerte da Poste Italiane.

Quali sono gli investimenti postali sicuri?

Quali sono gli investimenti postali sicuri?

Investimenti postali: Rischio e Sicurezza sono nemici?

Maggior profitto = maggiori rischio; minor profitto, equivale a minor rischio. Semplice no? Si tratta come vedi di un concetto espresso più volte.  Non ci si deve sempre focalizzare sul concetto, ma si deve partire sempre dalla sicurezza che in un periodo come questo di per sé è insicuro.

Purtroppo oggi i rendimenti sono minimi, in quanto più si tende ad abbassare il rischio e più i guadagni potenziali si abbassano.

Potresti però ad esempio scegliere di investire con altri sistemi che potrebbero essere un ottimo compromesso rendimento rischio.

Ad esempio scegliendo il Copy Trading, scegli di investire Copiando i Professionisti. In questo caso potresti iniziare a operare in un mercato nuovo ma allo stesso tempo potresti imparare a Fare Trading Online e a capire anche come fare per Comprare Azioni, o quali sono i Titoli da Scegliere.

Il Social Trading lo possiamo definire come un ottimo compromesso, in quanto si basa su strategie di investimento che possono dare ottimi profitti ma che espongono a rischi nel caso in cui non si posseggano abbastanza informazioni.

Nota però che le attività legate al trading online possono essere anche particolarmente complesse se non si conoscono bene i mercati del forex, come anche quelli delle materie prime o delle azioni.

Se sei affascinato da questi settori, allora puoi scegliere di investire con delle soluzioni decisamente interessanti.

In parole povere, esistono oggi delle piattaforme come lo è eToro che ti mettono in contatto con gli investitori ovvero con i trade professionisti, detti Popular Investor.

Il social trading, funziona molto semplicemente. Tutto quello che devi fare è aprire un conto di trading, copiare la strategia dei migliori trader selezionando tra i migliori popular investor scegliendo sempre quelli che fanno registrare delle performance migliori e in base al Grado di rischio.

>>Leggi anche: eToro copy funds: nuovo strumento di investimento eToro

Trading online su Poste Italiane con deposito titoli

Quali sono gli investimenti postali sicuri da fare con il trading online

Puoi anche scegliere di investire nel trading online con i titoli di poste Italiane o anche scegliere di investire nel trading online nel caso in cui tu sia un titolare BancoPosta.

In questo caso, Poste Italiane ti offre la possibilità di associare al conto corrente un deposito titoli. Ti offre anche la possibilità di acquistare una buona varietà di strumenti finanziari senza in pratica passare dallo sportello.

Infine puoi anche scegliere di attivare il TOL, ovvero una piattaforma di trading online che ti permette di acquistare e vendere strumenti finanziari direttamente da casa.

Essa assomiglia ad una normale piattaforma di trading online, molto semplice da utilizzare e molto competitiva anche in termini di prestazioni. Essa offre differenti soluzioni di investimento, ed una serie di strumenti finanziari disponibili anche per l’acquisto.

Ovviamente per far questo devi sempre procedere con la sottoscrizione e come tale devi necessario tenere conto dei costi collegati al TOL offerto da Poste Italiane che sono:

  • Nessun costo per la gestione del conto in forma base;
  • Canone apri a 2 € per il conto in versione Premium il quale garantisce commissioni fisse più basse;
  • Massimo di 10 € per eseguito per chi sceglie la formula a commissione fissa;
  • Massimo 18 € per eseguito per chi sceglie invece la formula a commissione variabile.

Trading online con Poste Italiane: conviene?

Certamente si tratta sempre di investimenti ad alto rischio. Non parliamo di libretti di risparmio ma parliamo di trading online con Poste Italiane e come tale anche se non il migliore in assoluto sul mercato, offre la possibilità di accedere ad un enorme numero di strumenti finanziari.

Grazie alla piattaforma di trading Poste italiane anche tu puoi scegliere di investire su tantissimi strumenti come ad esempio:

Azioni

Puoi investire in quanto tale sui principali mercati ovvero puoi scegliere di investire in borsa investire in borsa con un rischio ovviamente più alto rispetto agli investimenti obbligazionari, con rendimenti potenzialmente altrettanto alti.

ETF

Definiti come fondi a gestione passiva, non fanno altro che replicare l’andamento di un indice. Li possiamo considerare come degli ottimi strumenti di investimento, che sono disponibili anche per investitori che non hanno grossi capitali e come tali vogliono differenziare il proprio investimento.

Lo possiamo anche consigliare per tutti quei trader che sono alla ricerca di uno strumento gestito a commissioni contenute.

Derivati

Anche in questo caso, parliamo di investimenti, ovviamente tra quelli scelti da Poste Italiane per tutti i trader e per tutti i gusti adatti ovviamente a tutti i profili di rischio.

Si adattano soprattutto a quei trader che vogliono investire con strumenti più flessibili rispetto a quelli offerti da ETF e mercato azionario.

In questo caso devi considerare che i costi in merito sono relativamente elevati in base anche all’eseguito e rendono il TOL di Poste Italiane una piattaforma di trading adatta anche a chi non ha una grande ammirazione per il trading intraday e come tale mantenere i suoi investimenti per periodi medio-lunghi.

Fondi Comuni di Investimento

Anche in questo caso si potrebbe puntare a scegliere poste italiane perché essa è responsabile della commercializzazione dei fondi comuni di investimento della sua SGR, BancoPosta Fondi SGR.

All’interno dell’offerta di Poste Italiane per tutti i risparmiatori che amano investire con un conto gestito si trovano quattro diverse linee, suddivise in:

  • Linea Soluzioni

Adatta e studiata per chi vuole investire su orizzonti temporali ben definiti e soprattutto dal rendimento calcolabile.

  • Linea Mercati

Essa viene consigliata a chi ha un interesse particolare per investire su titoli e mercati specifici. In questo caso si potrebbe parlare anche di investimento esotici, cercando di portare a casa degli ottimi rendimenti tanto più elevati quanto più elevato è il rischio del mercato di riferimento.

  • Linea Mix

Si tratterebbe di una linea di fondi bilanciati e misti, che ti permettono di scegliere tra diversi profili di rischio e come tale anche tra diverse potenzialità di rendimento, basate sia sul breve sia anche sul lungo periodo.

  • Linea Strategie

Si tratta di fondi dalla gestione più flessibile, i quali permettono al gestore di eseguire la linea indicata dal mercato alla ricerca dei rendimenti più elevati.

Si tratta come si potrà ben vedere di scegliere fondi comuni di investimento che vengono offerti da PosteItaliane che potremmo anche definire in linea con quanto proposto dalle altre società di gestione italiane e per chi è già un cliente legato al gruppo.

Per questi ci sono sicuramente delle buone possibilità di investimento.

>>Leggi anche: Investimenti postali/bancari vs investimenti immobiliari vs trading online

IQ Option

trading bitcoin iq option

Fai trading con le criptovalute su IQ Option

IQ Option ti offre un conto demo gratuito da 10.000 €; il conto reale invece prevede n deposito minimo di appena 10 € e trade minimi da 1 €.

Apri il tuo conto demo gratuito su IQ Option

Il broker ti offre tantissime semplici opportunità di investimento grazie ad una piattaforma semplice da utilizzare ed allo stesso tempo professionale.

A te non resta altro da fare se non di aprire un conto di trading demo utile anche a testare la piattaforma e iniziare ad operare.

Puoi sempre utilizzare la formazione continua offerta dal broker come anche le video lezioni gratuite che ti permettono di imparare non solo ad utilizzare la piattaforma ma anche i diversi strumenti di trading che essa offre.

Per altro scegliendo IQ Option scegli anche la possibilità di investire su un mercato diversificato e quindi operare su:

  • Materie prime
  • Mercato Forex
  • ETF
  • Criptovalute, ecc.

Inoltre se scegli questo broker, scegli anche di investire sfruttando al massimo le seguenti caratteristiche:

  • piattaforma regolamentata ed autorizzata CySEC;
  • Conto demo gratuito;
  • Trade minimi da 1 €;
  • layout multi-grafico;
  • analisi tecnica;
  • quotazioni storiche;
  • piattaforma mobile;
  • strumenti di trading eccellenti;
  • avvisi sulla volatilità;
  • aggiornamenti di mercato;
  • stock screener;
  • calendari;
  • newsletter.

Nello specifico puoi scegliere di investire in modo serio e professionale con questo broker, sulle seguenti criptovalute:

  • Bitcoin;
  • Ethereum;
  • Bitcoin Cash;
  • Ripple;
  • Litecoin;
  • IOTA;
  • Dash;
  • Ethereum Classic;
  • Monero;
  • OmiseGo;
  • Zcash;
  • Santiment;
  • NEO;
  • Stellar;
  • QTum;
  • EOS;
  • Tron.

>>Leggi anche: IQ Option Trading Forex Azioni CFD ETF e criptovalute

eToro

trading ethereum etoro

trading ethereum etoro

eToro anche lo possiamo considerare come uno degli ottimi broker di trading online che offre conto demo gratuito ed illimitato e che lo puoi utilizzare anche per far pratica mentre copi gli altri trader. Allo stesso tempo, puoi aprire un conto reale anche se questo prevede un deposito minimo da 50 €.

Apri il tuo conto demo gratuito ed illimitato su eToro

Se scegli di investire con eToro, devi sapere che puoi sfruttare sempre ed in qualunque momento la complicità degli altri trader e condividere con essi tutte le strategie di trading online.

Questo lo puoi fare grazie alla piattaforma di social trading la cui piattaforma ti permette di investire condividendo con altri trader le migliori strategie.

Puoi anche sceglie di copiare gli altri trader. A tal proposito ti riportiamo quelli che anno fatto registrare le migliori performance.

In questo caso, puoi scegliere i trader che desideri copiare e riportarli sul tuo conto di trading eToro. Questo sistema ti permette di ricopiarli e di investire direttamente su di essi anche se non sei un trader affermato e non conosci bene gli asset sul quale stai investendo. In questo modo, puoi replicare le loro performance ed ottenere una percentuale di successo maggiore.

Apri il tuo conto gratuito eToro. Prova la semplicità del social trading e del copy trader!

eToro social trading: guide alla piattaforma social

24Option

Anche 24Option lo possiamo consigliare  come uno dei migliori broker di trading online che offre una piattaforma di trading regolamentata ed autorizzata CySEC.

24Option: broker di trading online

24Option: broker di trading online

La sua piattaforma è completamente gratuita come anche il conto demo. In molti lo ricordano per essere stato uno dei broker per eccellenza del trading online.

Oggi esso ha allargato i suoi orizzonti, investendo in una nuova piattaforma adatta al trading con i CFD ed ancora oggi è una tra quelle preferite dai trader in quanto offre:

  • segnali di trading gratuiti;
  • conto demo gratuito;
  • conto reale con un deposito minimo di 100€;
  • trade minimo a partire da 24Option.
Prova 24Option con i segnali di tarding gratuiti

Approfondisci l’argomento sul broker leggendo: 24Option: recensione e opinioni broker Forex/CFD

Investimenti postali convenienti 2018: perché sceglierli?

Oggi Poste Italiane offre differenti possibilità di investimento per tutti offerta per altro dai numerosi uffici postali presenti in tutto il territorio nazionale.

Questo aspetto deve essere ben valutato in quanto l’investitore viene facilitato e invogliato da questo aspetto a scegliere proprio questi prodotti finanziari. Per altro essi sono considerati da molti risparmiatori i più sicuri nel panorama degli investimenti internazionali e Italiani.

In pratica oggi investire con i prodotti Poste Italiane, vuol dire investire su di un prodotto garantito dallo stato Italiano. Ma essendo un investimento a rischio basso, offre degli interessi limitati e come tale permette di ottenere un certo rendimento nel tempo senza doversi assumere rischi elevati.

Ecco anche il perché sono considerati come i più sicuri e i più convenienti oggi esistenti sul mercato. In particolare, un ottimo prodotto di investimento offerto da Poste Italiane sono:

  • Buoni fruttiferi postali
  • Libretti di risparmio postale
  • Obbligazioni poste.

Investimenti sicuri in Posta: tutte le soluzioni

buoni-fruttiferi-postali-

Investimenti sicuri in Posta: tutte le soluzioni

Le Poste Italiane sono da sempre considerate come un tipo di investimento molto sicuro anche se ultimamente poco redditizio. Per altro esse sono anche presenti in tutto il territorio italiano e come tale offrono sicurezza e garanzia maggiore.

>>Leggi anche: Trading in Borsa e su azioni: cosa sono e come funziona il mercato azionario?

Buoni fruttiferi postali: quanto rendono?

I buoni fruttiferi postali (BFP), sono una delle maggiori tipologie di investimento richieste. Questi sono per altro richiesto perché offrono una garanzia sicura, in quanto come detto prime sono dei titoli gestiti dalla cassa depositi e prestiti e protetti dallo Stato.

Scegliendo questo investimento, tutti i possessori possono richiedere la restituzione del capitale investito con tutti gli interessi maturati, al netto di eventuali oneri fiscali quando vogliono sempre rispettando termini e condizioni.

Oggi poste italiane mette a tua disposizione differenti soluzioni di investimento, come ad esempio le diverse tipologie di buoni fruttiferi che variano in base a 2 fattori:

  1. Durata
  2. Rendimento

In pratica essi rispondono a specifiche esigenze dei risparmiatori.

Buoni fruttiferi postali per minori

Definiti tali, sono un tipo di investimento molto richiesto che offre una forma di risparmio pensata per i più giovani. Essi possono essere intestati solo ai minori entro che non hanno compiuto i 16 anni e 6 mesi e possono ottenere, grazie appunto al versamento volontario dei familiari una certa somma di denaro una volta compiuta i loro 18 anni.

Oggi il capitale cresce in funzione degli interessi maturati nel tempo ed in base alla somma investita. A questo si aggiungono anche gli interessi sugli interessi rivalutati.

In breve con questo tipo dio investimento, si otterrà un ritorno economico sull’investimento che è molto interessante anche nel lungo periodo soprattutto considerando che si tratta di un prodotto che non risente in nessun modo dell’andamento del mercato.

Buoni fruttiferi postali ordinari

Considerati come un investimento ottimo sul lungo periodo, i buoni fruttiferi postali ordinari sono il prodotto di base offerto da poste italiane e che apre la categoria buoni fruttiferi postali.

Essi sono interamente dedicati agli investitori che non amano molto il rischio e che vogliono investire sul lungo termine.

Possiamo anche dire che oggi il loro rendimento effettivo annuo lordo varia ed è compreso tra:

  • 0,05% per tutti i titoli con scadenza a un anno;
  • 0,93% per quelli che scadono a 20 anni.

Caratteristiche dei buoni fruttiferi postali ordinari

Tutte le caratteristiche dei buoni fruttiferi postali ordinari possono essere riassunte in semplici punti di seguito riportati:

  1. Offrono un rimborso anticipato del capitale;
  2. Il loro rendimento è a tasso fisso ma crescente
  3. Gli interessi sono versati di anno in anno
  4. Si tratta di un particolare tipo di investimento garantito dallo Stato italiano.

Buoni fruttiferi postali a 3 anni plus

Questo particolare tipo di investimento è considerato intermedio, offerto per tutti quelli che vogliono investite i propri risparmi in sicurezza ma con un orizzonte temporale di media durata e molto più breve di quelli precedentemente indicati.

Questi però prevedono un vincolo della durata pari a 3 anni e prima di tale scadenza non potranno essere riscossi i capitali.

Caratteristiche principali dei Buoni fruttiferi postali a 3 anni plus

  • Offrono un rimborso sul capitale investito, al netto di eventuali oneri fiscali
  • Il loro rendimento è certo e anche superiore rispetto ai tradizionali buoni a tasso fisso per pari durata
  • Tutti gli interessi maturati vengono riconosciuti solo in caso di rimborso a scadenza.

Nota bene che oggi le diverse tipologie di buoni fruttiferi postali su descritte, sono convenienti per tutti gli investitori, visto e considerato che offrono una tassazione agevolata pari al 12,50% e sono esenti da imposta di successione.

Per tali investimenti non sono previsti neanche:

  • Spese e commissioni per:
    • Sottoscrizione
    • Rimborso
    • Gestione

Fanno eccezione solo gli oneri di natura fiscale.

Libretto di risparmio postale

Considerata come un’altra delle ottime proposte di Poste Italiane rappresenta la soluzione più tradizionale degli investimenti.

Esso è molto apprezzato anche perché i risparmiatori amano questa proposta di investimento in quanto rappresenta un prodotto che gli offre la possibilità di mettere al sicuro i propri risparmi.

Ovviamente si tratta di investimenti che non hanno alcuna spesa e come tale offrono delle buone prospettive future anche in termini di rendimenti.

Si tratta di una caratteristica molto importante del libretto postale alla quale si aggiunge anche quella della gestione delle somme allo sportello.

In breve lo possiamo considerare come un conto corrente, che potrà essere anche analizzato e osservato direttamente da app mobile e dalla carta di servizi.

Ad oggi sono presenti 5 diverse tipologie di libretto postale.

Libretto di risparmio postale smart

Considerato come la novità di poste Italiane è stato ideato con lo scopo di rendere più dinamica la gestione del libretto.

Questo particolare libretto potrà essere manovrato tramite diversi canali che sono:

  1. Internet
  2. telefono

Essi possono essere aperti direttamente in una forma dematerializzata come alternativa alla tradizionale forma cartacea.

Possedere un conto di questo tipo non prevede, almeno per il momento costi di gestione, in quanto le operazioni sono gratuite. Anche se si vuole richiedere il servizio “CARTE”, esso è offerto in forma gratuita utile per effettuare tutte le operazioni di versamento e di prelievo attraverso il circuito ufficiale postamat.

Nota infine che il libretto smart può essere collegato ad un conto corrente postale e come tale permette di ottenere un tasso di interesse anche sulle somme depositate.

In modo particolare, possiamo ricordare che gli interessi sono calcolati dal giorno del versamento e fino alla data dell’estinzione del libretto, con capitalizzazione annua al 31 dicembre.

A quanto ammontano gli interessi?

Ti possiamo solo dire che si tratta di un prodotto che premia di poco il risparmiatore. Essi infatti sono costituiti da tassi di interesse applicati ed adeguati agli interessi di mercato più bassi.

Ad esempio nel 2015 il libretto smart offriva una percentuale di interesse pari all’1,50% all’anno lordi per i clienti premium.

Essi però dal febbraio 2016 sono passati ad un tasso annuo lordo dello 0,001%, ed oggi è quasi pari a zero. A questo è stato anche sottratto il tasso premiale sugli interessi dell’1,25%. Questo tasso riguardava solo le somme versate dal 1° aprile 2015 al 30 giugno 2015.

Al libretto postale smart si applica anche una ritenuta del 26% sugli interessi e come tale non possiamo dire che gode della tassazione agevolata come i buoni fruttiferi postali.

Per altro se esaminiamo anche le misere prospettive di guadagno e la tassazione non agevolata, possiamo dire con tutta franchezza che l’investimento non è molto conveniente.

Buoni fruttiferi dematerializzati: cosa sono?

Abbiamo detto che i buoni fruttiferi postali sono dei titoli rilasciati al cliente. Si tratta del classico buono cartaceo, di dimensione rettangolare, più grande di una banconota.

Di questi le poste Italiane, ne hanno messi a disposizione in diversi periodi dell’anno. A questi oggi si affiancano anche i buoni fruttiferi dematerializzato.

La dematerializzazzione fa sì che il buono esista solo virtualmente ma non fisicamente. In pratica si tratta di un buono che potrà essere sottoscritto con le stesse modalità ma che differisce dal primo solo per la modalità di rimborso.

Nel primo caso, si tratta di buoni che vengono restituiti in un’unica soluzione, senza costi aggiuntivi e in qualsiasi momento.

Nel caso invece di quelli dematerializzati sono rimborsati sia in un’unica soluzione sia parzialmente per importi pari a cinquanta euro e multipli.

In entrambi i casi non si parla di costi aggiuntivi e come tale di una semplice richiesta dell’investitore.

Il buono cartaceo comporta un vincolo maggiore. In pratica il dematerializzato è consigliabile nel caso in cui si prevedano piccoli prelievi dall’investimento.

Libretto postale ordinario

Il libretto postale ordinario è considerato come la più classica forma di investimento e di risparmio postale.

Anche questo a differenza del precedente, non permette di usufruire dei servizi offerti dagli sportelli automatici. Allo stesso modo non vengono offerti neanche servizi di gestire del libretto stesso.

Tutte le operazioni devono essere condotte esclusivamente e direttamente allo sportello postale.

Nota bene che dal 15 Novembre 2016 puoi scegliere di richiedere l’apertura del libretto ordinario anche in forma dematerializzata.

Questo ti permette di utilizzare la carta libretto postale al fine di versare e prelevare direttamente da tutti gli uffici postali e ritirare il proprio contante presso tutti gli sportelli automatici postamat.

Nota che anche in questo caso devono essere rispettati dei limiti di operatività che sono:

  • 600 euro al giorno
  • Massimo 2.500 euro al mese.

Grazie ad esso puoi anche tu mettere al riparo tutti i tuoi risparmi e azzerare le spese. Tutti gli interessi che verranno corrisposti non sono però molto attraenti.

Infatti il tasso nominale annuo lordo è in vigore dal 1/02/2016 ed oggi è apri allo 0,01%. E’ chiaro che si tratta di una somma molto modesta anche per tutti i risparmiatori che si sono posti come obbiettivo un investimento a lungo termine. Qui infatti si deve tenere conto che si tratta di strumenti soggetti a tassazione agevolata.

Libretto dedicato ai minori

Definito tale può essere aperto da uno o entrambi i genitori ed è intestato esclusivamente al minore.

Tutti possono effettuare i versamenti ma solo se maggiorenni.

Ad oggi ne esistono di vari tipi e tutti si differenziano tra di loro sulla base della fascia di età.

Anche in questo caso gli interessi corrisposti sono modesti. Essi non offrono oltre lo 0,01% lordo annuo, da cui sottrarre l’aliquota del 26%.

Libretto al portatore

Questo libretto potrà essere intestato esclusivamente a chi ne richiede l’apertura. Oggi il limite di giacenza è di 1.000 €.

Anche in questo caso, parliamo di un tipo di libretto particolare solo perché offre a tutti coloro che lo detengono di effettuare versamenti e prelievi presentando un documento di riconoscimento valido.

Pure per questo tipo di investimento dobbiamo prendere in considerazione il tasso annuo lordo corrisposto che è pari allo 0,01%.

A questo si deve aggiungere che le limitazioni previste, non possono essere tali da far considerare l’investimento come conveniente, soprattutto nel lungo periodo.

Libretto postale giudiziario

Diverso dalle forme precedenti, ha una funzione tipicamente cautelare. Esso viene destinato ad accogliere somme di denaro derivanti da procedimenti giudiziari.

Nota bene che questo non potrà mai essere chiesto direttamente dal cliente ma viene imposto dall’autorità giudiziaria.

Come tale non potrà mai rientrare nel novero delle forme di investimento postale sicure e convenienti che stiamo analizzando.

>>Leggi anche: Qual’è la differenza tra investire in borsa e trading Forex?

Le obbligazioni delle Poste Italiane

trading-online

Investire in obbligazioni poste conviene?

Le obbligazioni legate alla Posta come tutte le altre obbligazioni sono dei titoli di credito che rappresentano un prestito. Anche in questo caso, il risparmiatore concede all’emittente per un certo periodo una somma di denaro.

Alla fine del periodo l’emittente è obbligato al rimborso del capitale investito e quindi al pagamento di un rendimento che è fisso o variabile.

Nota bene che Poste italiane fa riferimento a obbligazioni plan vanilla e ad obbligazioni strutturate.

Nel primo caso, le obbligazioni plan vanilla vengono definite come dei titoli emessi da primari gruppi bancari nazionali e internazionali. Per altro, fermo restando sempre la solvibilità dell’emittente essi riconoscono all’acquirente un interesse crescente o anche fisso, pagato periodicamente o in un’unica soluzione, a cui si deve aggiungere il rimborso del capitale investito alla scadenza del contratto.

La seconda tipologia invece riguarda le obbligazioni strutturate che sono esclusivamente a tasso fisso e come tale rispetto alle plan vanilla possono riconoscere periodicamente o in un’unica soluzione, un interesse aggiuntivo indicizzato ad un indice di mercato.

>>Leggi anche: DOVE INVESTIRE NEL 2018? Consigli per investimenti sicuri

Come fare per acquistare le obbligazioni poste?

Puoi scegliere di investire in obbligazioni diverse modalità di sottoscrizione.

Tra queste possiamo ricordare la possibilità di recarsi direttamente preso lo sportello dell’ufficio postale e rivolgersi ad un addetto ai servizi finanziari.

In alternativa puoi anche utilizzare l’opzione di trading online BancoPosta.

Al momento i requisiti richiesti per investire in obbligazioni posta collocate sul mercato primario sono:

  1. Possedere un conto corrente BancoPosta ed esserne titolare.
  2. In alternativa possedere un libretto di risparmio nominativo
  3. Essere titolare di un deposito titoli
  4. Aver sottoscritto un contratto per la prestazione di servizi e attività di investimento

Per quanto riguarda le obbligazioni collocate sul mercato secondario invece si deve fare riferimento agli sportelli BancoPosta e soltanto i titolari di conto corrente online possono procedere tramite web.

Tutti i dettagli e le informazioni aggiuntive come ad esempio il valore delle obbligazioni poste possono essere rilasciate direttamente dagli sportelli informativi presenti presso le filiali e anche sul sito di poste italiane. Qui puoi anche visionare il valore delle ultime emissioni.

Infine, nota che per le obbligazioni poste, non si applica il regime di tassazione agevolata degli interessi.

Ad oggi l’aliquota applicata sugli interessi maturati e sulle plusvalenze è pari al 26%.

Poste Certificates

Rappresenta uno dei migliori prodotti a base di derivati che vengono offerti da Poste a chi ha bisogno di strumenti più flessibili e potenzialmente più articolati. Al momento possiamo rilevare anche che Poste Certificates offre 3 diverse categorie di investimento:

  1. Una a capitale garantito;
  2. La seconda a capitale garantito parzialmente;
  3. Infine la terza a capitale non protetto.

Si noti infine che al crescere delle tutele come anche delle garanzie per l’investimento, scendono i rendimenti. Si deve prende come punto di riferimento ovviamente sempre e solo strumento che sono definiti come flessibili i quali sicuramente interessano i trader orientati verso strumenti di nuova generazione per la gestione dei propri investimenti.

Nel caso in cui ci sia invece qualcuno interessato ai Certificates dovrà comunque tenere conto dei possibili rischi collegati a questa tipologia di investimento, che sono:

Rischio emittente

Considerato come il rischi legato alla società che ha emesso i certificates e che entra in gioco nel caso in cui dovesse fallire; in questo caso l’investimento finirebbe per non valere più nulla.

Rischio Garante

La società che si fa garante dell’investimento potrebbe avere anche delle difficoltà economiche e come tale finire per non trovarsi nelle condizioni adatte a rimborsare tutto quello che è stato investito o guadagnato.

Ecco quindi che i certificates sono strumenti relativamente rischiosi, soprattutto se paragonati a quelli che abbiamo analizzato fino ad ora.

>>Leggi anche: Migliori investimenti a medio-lungo termine: dove investire oggi

Soluzioni assicurative per l’investimento e il risparmio – PosteVita

Poste Italiane offre anche a tutti i suoi risparmiatori di poter puntare su attiva legate al settore delle Polizze Vita adatte a tutti quelli che vogliono investire puntando al risparmio. Queste sono offerte anche da diverso tempo con differenti soluzioni, come ad esempio quelle di seguito riportate.

PosteVita soluzione Flessibile

Essa viene offerta per tutti quegli investitori che vogliono sottoscrivere un contratto direttamente in ufficio e come tale offre:

  • un prodotto Unit Linked a premio unico, il quale è un mix di rendimenti sull’investimento con una copertura assicurativa;
  • la possibilità di riscatto anticipato, ma solo se il capitale residuo non sia mai inferiore ai 2.000 euro.

In termini di commissioni, invece si deve prendere in esame il fatto stesso che esse non sono esenti anche se non eccessivamente elevate:

  • 0,90% sul capitale versato per un massimo di 5.000 euro
  • Zero costi per la copertura assicurativa
  • Nessun costo per l’eventuale riscatto anticipato
  • Commissione di gestione del fondo pari all’1,15% su base annua
  • Commissioni OICR sottostanti dello 0,90% su base annua

Nel caso di garanzie assicurative possiamo notare che esse riguardano solo il caso di decesso dell’assicurato nel corso del contratto, e come tale l’eventualità del quale verranno corrisposte ai beneficiari le somme indicate da contratto.

PostaPresente Cedola – investimento garantito a pagamenti periodici

Altro sistema abbastanza apprezzato di investimento postale di Poste Italiane è il prodotto a cedola, che permette di investire capitali che vengono garantiti per tutta la durata dell’investimento e come tale permettono di generare rendite da riscuotere periodicamente tramite cedola.

Il valore delle cedole oggi viene rivalutato ogni anno, seguendo gli indici offerti dalla Gestione Separata PostaValorePiù.

Da qui ne deriva la possibilità di riscattare la somma versata anche solo dopo il primo anno, o anche sia integrarla con scaglioni minimi di 500 euro.

Con questa tipologia di prodotto però è possibile inserire dei beneficiari in caso di scomparsa dell’assicurato. Questo vuol dire rendere questo prodotto praticamente identico ai prodotti assicurazione vita.

PostaFuturo Multiutile: piano di accumulo risparmio

Anche questo prodotto viene offerto a tutti i risparmiatori di poste italiane e riguarda il risparmio e l’investimento. In pratica si tratterebbe di un piano di accumulo del risparmio che prevede due modalità di versamento:

  • premio unico
  • premio periodico

Esso presenta delle importanti tutele di tipo assicurativo che possono essere anche estese ai membri della famiglia del sottoscrittore.

Si tratterebbe di un investimento che può rendere molto bene. Nota però che esso deve almeno posseduto per un periodo minimo di 20 anni.

Esso viene assimilato alle polizze sulla vita che vengono invece tradizionalmente offerte dalle banche e che offrono la possibilità di avere delle polizze di garanzia aggiuntiva, con un aumento della liquidità del fondo, e anche per coprire a livello assicurativo i congiunti dell’assicurato.

Investimenti postali: quale la scelta migliore?

Come-Investire-in-Posta-con-Libretti-Postali-e-Buoni-Fruttiferi

Come Investire in Posta con Libretti -Postali  e Buoni Fruttiferi

Ora siamo giunti alla conclusione. Quali sono i migliori investimenti postali su cui puntare?

Poste Italiane, ad oggi offre delle soluzioni di investimento in linea con tutti gli altri istituti del mondo finanziario. In breve gli investimenti postali sicuri che puoi scegliere sono davvero molteplici ma tutto dipende dal tipo di prodotto che si decide di acquistare. Essi offrono dei rendimenti differenti.

La soluzione migliore a nostro avviso potrebbe essere quella di scegliere sempre prodotti che più si avvicina alle proprie esigenze economiche come anche che come base l’obiettivo di investimento.

In ogni caso, prima di fare un investimento occorre sempre prestare molta attenzione ai dettagli di ogni singola offerta che deve essere esaminata sulla base di costi, interessi, e adempimenti di mercato.

Basta rispettare queste semplici regole per ottenere il massimo. Essi permettono in breve di fare delle scelte di investimento che come tali siano consapevoli e che consentono quindi di investire i propri risparmi senza correre troppi rischi e al tempo stesso ottenere un buon ritorno economico.

In breve e senza ombra di dubbio, possiamo dire che tutti i prodotti sicuri e convenienti nel panorama degli investimenti postali sono ad oggi solo i buoni fruttiferi.

Sono degli investimenti da preferire rispetto ai libretti di risparmio in quanto offrono dei rendimenti crescenti nel tempo, anche se non troppo elevati.

Per altro, possiamo dire che i BFP non permetteranno di diventare ricchi in poco tempo anche se sono abbastanza vantaggiosi nel lungo periodo, considerando sia il regime della tassazione agevolata degli interessi che gli altri prodotti invece non hanno.

Invece per quanto riguarda le obbligazioni poste possiamo dire che esse rappresentano una soluzione sicura e conveniente soprattutto al fine di diversificare i propri investimenti e ottenere al contempo un rendimento aggiuntivo.

Buoni fruttiferi postali: conviene?

Certamente si ma solo in alcuni casi. Si deve trattare ad esempio di un investitore che predilige il risparmio, in quanto questo sono garantiti dallo stato Italiano e come tale non offre un alto rendimento. Sono però una soluzione ideale per gli Italiani, in quanto offrono rendimenti sicuri anche se bassi.

Quasi irrisorio per altro potremmo definirli soprattutto se si vuole investire nei BFP 18 mesi, meglio invece se aumenta l’orizzonte temporale di investimento.

Tieni presente per altro che si tratta di investimenti a tassazione agevolata.

Conviene ancora investire alla Posta?

Certamente le poste oggi sono in una fase molto conveniente in quanto offrono delle soluzioni davvero ottime, ma solo per i grandi raccoglitori di capitali. Ad esempio se il tuo scopo è quello di scegliere modi sicuri per investire i risparmi, sicuramente i BFP, o anche il Libretto Smart, possono fare al caso tuo ma i rendimenti attuali rasentano il ridicolo.

Nel caso contrario, invece, meglio prediligere altre forme di investimento che ti possono offrire dei rendimenti migliori anche se molto più rischiosi.

Investimenti Sicuri: Postali vs Bancari 2018

A questo punto non ci resta che definire quelle che potrebbero essere le possibili alternative di investimento postale. In pratica tratteremo solo le Soluzioni Convenienti ovvero quelle senza Rischi.

Questo avviene proprio in un momento di crisi internazionale. Qui ancora oggi si fatica a comprendere quali siano gli investimenti più affidabili cercare di ottenere degli ottimi rendimenti.

Analizzando anche i tempio e quelle che sono le prerogative di molti investitori, possiamo dire che oggi ci sono degli investimenti postali sicuri e convenienti ma anche degli investimenti che possiamo definire sempre sicuri e alternativi a questi. Lo si fa proprio al fine di tutelare i propri risparmi dall’inflazione.

Cerchiamo allora di analizzare in maniera breve e sintetica quelli che possono essere le soluzioni migliori per investire soldi nel 2018?

In pratica quelli che a te interessa è sicuramente analizzare dei possibili investimenti al fine di far fruttare i tuoi risparmi. Quello che a noi interessa è offrirti la migliore soluzione.

In pratica analizzeremo per tutti gli investitori le migliori soluzioni da quelle meno rischiose alle più rischiose al fine di analizzare le possibili alternative di investimento. Lo faremo anche analizzando una possibile soluzione differenziata di investimento con una diversificazione appropriata del tuo portafoglio, in base anche alle prospettive di investimento e al grado di rischio.

Perchè scegliere questi investimenti?

Partiamo però dal presupposto che qualsiasi sia il tipo di investimento effettuato, il rischio di guadagnare poco e nulla, o anche di perdere il capitale c’è sempre. Ovviamente questo cambia in base alle tue strategie di investimento.

Un investimento a basso rischio comporta un guadagno in termini percentuali molto basso. Al contrario un rendimento alto viene dato da strategie di investimento ad alto rischio come lo e ad esempio il trading online.

Molto spesso succede anche che chi agisce e commettere scelte avventate, che derivano nella maggior parte dei casi da decisioni prese per sentito dire o in ossequio a luoghi comuni, si ritrova a perdere completamente il capitale investito.

Anche il tempo in cui oggi ci troviamo non è dei migliori in quanto esso si caratterizza per una serie di fattori che sono sempre da considerare ancor prima di valutare quali sono gli investimenti sicuri su cui puntare.

Il contesto odierno è caratterizzato per altro da una forte incertezza. Ecco allora quello che noi ci stiamo imponendo di farti comprendere. Scegliere su che cosa puntare e come investire è molto importante.

Ad un calo significativo dei rendimenti dei conti deposito, ci sono delle possibili alternative abbastanza redditizie ma anche pericolose ma non per questo poco adatte a investitori privati.

Investimenti sicuri in banca con i conti deposito

Anche la Banca potrebbe essere una valida alternativa ai tuoi investimenti. Ad esempio i conti deposito rientrano nel paniere degli investimenti sicuri e come tali anche tra i più graditi ai consumatori.

Negli ultimi tempi però si è assistito ad un progressivo calo dei rendimenti. La ragione di questo calo, la si deve alle diverse manovre intraprese dalla BCE.

Investire nell’Immobiliare con 50 €, si può?

In caso di migliori investimenti, puoi anche scegliere di investire su immobili con appena 50 e. se te lo avessi detto 10 anni fa, non mi avresti creduto. Oggi ti posso dire invece con molta franchezza che anche tu puoi investire in immobili senza uscire di casa!

Non si tratta di comprare un immobili da 50 € ma solo dio investire su fondi comuni immobiliari ma le esperienze non si sono rivelate per tutti positive.

Oggi l’investitor italiano è molto amante degli immobili, e molti sono quelli che investono in fondi comuni immobiliari o anche direttamente in immobili. Questo perché oggi tutti possono investire su di essi grazie ad internet.

Negli ultimi anni sono nate diverse piattaforme che offrono ai trader e agli investitori di untare su fondi immobiliari di tutto il mondo. Sono essi che mettono in contatto il risparmiatori con gli operatori del mercato immobiliare che permette loro di guadagnare investendo in vari progetti.

La costruzione di un portafoglio: quali sono i prodotti finanziari da prendere in considerazione?

Al fine di costruire un portafoglio devi prima cosa di tutto partire da un obiettivo; devi in pratica risparmiare per crearti una pensione integrativa e lo puoi fare ad esempio con i prodotti poste italiane o anche vuoi futuro dei tuoi figli e anche in questo caso lo puoi fare con questi prodotti.

Se invece vuoi far fruttare i tuoi soldi diversamente allora puoi scegliere di farlo con il trading online. Quello che conta è aver presente una regola e basta: non concentrare il rischio su pochi investimenti.

Meglio diversificare il tuo portafoglio.

Ecco perché una volta che avrai scelto il tuo obbiettivo di investimento, devi sempre tenerlo come punto di riferimento. Devi anche considerare il budget con il quale vuoi investire e da qui scegliere il profilo temporale o anche il grado di rischio che vuoi correre.

La regola da sempre che devi seguire è una sola: fare dei buoni investimenti è diversificare il portafoglio, ovvero non concentrare il rischio su pochi investimenti.

Ecco perché noi ti diciamo ancora una volta di diversificare al massimo il tuo portafoglio tenendo conto di 2 principi:

  1. Nel caso si tratti di strategie a lungo periodo, allora conviene dare più peso alle azioni rispetto alla liquidità e alle obbligazioni.
  2. Nel caso in cui invece il tuo profilo di rischio è più aggressivo puoi basare il tuo portafoglio in maniera preponderante sulle azioni ed in questo caso non devi mai cercare di superare il 60%.

In questo caso devi sempre scegliere non solo la piattaforma con la quale vuoi investire ma anche gli asset su cui investire.

Obbligazioni

Scegliendo di utilizzare questo asset, scegli di prestare denaro ad un emittente per maturare un interesse e per riavere indietro la somma prestata alla fine di un periodo prestabilito. Qui devi considerare che l’interesse può essere pagato in 2 modi:

  1. Con l’emissione di una cedola periodica che viene erogata su base semestrale o annuale;
  2. Attraverso il costo inferiore dell’obbligazione rispetto al valore del rimborso.

Come valutare le obbligazioni

  • Leggi sempre il prospetto informativo completo;
  • Verifica sempre i costi del soggetto “collocatore”, ovvero del soggetto terzo che può vendere il prodotto finanziario in questione;
  • Valuta le obbligazioni anche prendendo in esame i giusti prezzi in quanto ogni obbligazione può essere presentata con il prezzo secco ovvero con il valore senza ratei della cedola maturati e il prezzo di quel valore che include il rateo della cedola maturato; infine verifica di mettere in comparazione la stessa tipologia di prezzi.

Anche in questo caso, come per tutti gli altri prodotti finanziari devi tenere in considerazione le tasse, che non sono eccessive ma si tratta di una tassa dello 0,2%.

Azioni

Le azioni sono invece dei titoli che rappresentano una porzione del capitale di una società. Le azioni sono dei titoli che ti permettono di acquistare un prodotto finanziario e diventarne proprietario, anche se in minima parte, della società in questione e acquisisci diritti economici/patrimoniali.

Nel momento in cui scegli di investire con le azione, devi considerare l’azienda che la emette se sia in buona salute o meno. Allo stesso tempo, se il prodotto/servizio che offre sul mercato sia apprezzato dai consumatori.

Acquistare un’azione è come acquistare una casa: devi sempre avere la giusta conoscenza, devi conoscerla al meglio e apprezzare l’investimento fatto anche nel caso non ci sia un mercato a cui rivenderla.

Quando compri un titolo azionario devi tenere in considerazione:

  • Il Rischio che c’è sempre ed è quello di perdere una parte o il totale del capitale.
  • La creazione di valore che permette di investire in chi promette una maggiore garanzia di crescita.

Le azioni hanno anche il plus di essere un investimento molto liquido e come tale ti permettono di rivenderle facilmente in borsa.

Tieni presente infine che differenza delle azioni, ci sono investimenti che ti permettono di ripartire il rischio fra più titoli. Oggi parliamo di fondi e ETF.

Fondi Comuni di Investimento

Definiti come un agglomerato di Molti piccoli investitori che insieme possono avere un capitale importante da investire.

I fondi comuni di investimento sono quindi una forma di investimento collettivo di risparmio e si basano sul fatto che molti dei piccoli investitori possono avere insieme un capitale importante da investire, Questo permette loro di ottenere una maggiore diversificazione.

Funzionano molto semplicemente come funziona una Società di Gestione del Capitale del Risparmio (SGR) che operativamente decide quali sono i prodotti finanziari da acquistare, ma i soldi e i titoli acquistati sono depositati in una banca terza.

Si tratta in pratica di una forma di investimento che sembra tutelare molto l’investitore, ma in realtà ha due grandi svantaggi legati al costo:

  • costo di gestione: le SGR prendono una % importante per gestire i fondi.
  • costo di distribuzione: le quote dei fondi vengono vendute da banche autorizzate che naturalmente godono di una commissione sulle quote vendute.

E’ chiaro che tutti i fondi hanno un prospetto informativo al cui interno potrai trovare tutti i costi. Qui devi prestare attenzione sempre al conflitto di interesse che ha l’intermediario per la vendita.

ETF

Gli ETF sono degli investimenti molto utilizzati anche nel trading online e appartengono alla famiglia degli Organismi di Investimento Collettivo, anche se hanno alcune differenze importanti rispetto ai fondi tradizionali descritti nelle righe precedenti e sono:

  • 0 costi di negoziazione

Possono essere acquistati direttamente in borsa e non attraverso le banche, e come tale ti basta banalmente possedere un conto titoli per iniziare ad investire in ETF in totale autonomia.

  • 0 costi di gestione

Non hanno un ente di gestione come i fondi, ma replicano solo un paniere di titoli in maniera passiva. In breve si tratterebbe di investimenti che rappresentano il miglior compromesso fra i fondi comuni e le azioni.

Materie Prime

Infine non possiamo non prendere in esame le materie prime che sono un ottimo modo per diversificare ulteriormente.

Questi prodotti possono essere acquistati tramite gli ETC e come tali replicano passivamente un indice di materie prime, qui puoi trovare l’approfondimento completo. Noi te le consigliamo da possedere all’interno del tuo portfolio, ma in percentuale moderata e come tale sono un ottimo modo per diversificare.

Conclusioni: come investire nel 2018?

Abbiamo analizzato brevemente quelle che sono le prospettive offerte dagli investimenti sicuri in Posta o in banca e allo stesso tempo ti abbiamo mostrato una serie di opportunità per investire i tuoi soldi.

Noi siamo certi di averti dato tutto quello di cui avevi bisogno per scegliere in autonomia o, quanto meno, per permetterti un approccio informato alle più importanti nozioni di finanza personale.

La guida agli investimenti e l’analisi fin qui condotta è utile per te in quanto ti permette di conoscere tutto quanto ti serve per gestire il tuo portafoglio in competa autonomia e per restare sempre aggiornato sulle novità riguardo i mercati.

24Option: apertura conto di trading demo

Prova il trading online con un conto demo gratuito

eToro Deposito: 200€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65% e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Informazioni sull'autore

TommasoP

Lascia un Commento

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

E-investimenti.com

E-investimenti.com