Investimenti per il futuro – dopo i 65 anni di età. Consigli e guida per la terza età

Pubblicato da: TommasoP - il: 10-03-2019 18:54 Aggiornato il: 11-03-2019 10:48
Conosci il SOCIAL TRADING ? Scopri chi sono i migliori trader italiani e del mondo su eToro e inzia a copiarli !  Disponibile conto demo gratuito con 100.000€ virtuali. Prova ora >>

Conosci il SOCIAL TRADING ? Scopri chi sono i migliori trader italiani e del mondo su eToro e inzia a copiarli !  Disponibile conto demo gratuito con 100.000€ virtuali. Prova ora >>

Avete superato i 65 anni di età? Siete alla ricerca di un alternative semplici per investire? Molto bene! siete capitati nel posto giusto! In questa guida analizzeremo alcuni accorgimenti e alcune proposte d’investimento adatte a tutti coloro che hanno compiuto i 65 anni.

Molto spesso ci si focalizza solo sugli investimenti a breve termine e sugli investimenti legati ai giovani. Non ci si concentra invece abbastanza sugli investimenti che possono essere compiuti a partire dai 65 anni in poi.

Sappiamo bene che tutti i percorsi d’investimento, di risparmio e di gestione del proprio patrimonio, devono per forza di cose adattarsi ad alcune circostanze economiche. Si tratta di un ciclo che non subisce alterazioni nel caso in cui si va in avanti con l’età; queste in pratica non cambiano assolutamente.

Alcuni investimenti che in questa guida riporteremo si adattano bene a tutti gli investitori e i risparmiatori che hanno superato i 65 anni di età. In molti casi i 65 anni sono considerati come l’inizio di un nuovo percorso di vita. Questo lo si deve all’allungamento della vita media e delle aspettative di vita è diventata per alcuni la terza giovinezza piuttosto che una terza età.

È chiaro che anche per gli over 65 l’investimento deve essere proporzionato all’età. Non possiamo certamente pretendere di effettuare investimenti che sono prettamente adatti ai giovani se abbiamo un’età superiore ai 65 anni. ovviamente saremmo solo degli ipocriti.

Con il passare degli anni, cambia lo stile di vita e cambia anche l’esigenza degli investimenti. ecco uno dei motivi per quale in questi casi sarebbe meglio investire su sistemi che possano ridisegnare i vostri portafogli, i vostri asset e i vostri strumenti di risparmio.

investimenti-per-il-futuro

Investimenti per il futuro: dove puntare?

Cosa vuol dire investire per il futuro? Come fare?

Cosa vuol dire investire per il futuro?

Cosa vuol dire investire per il futuro?

Vuol dire prima di tutto definire una strategia d’investimento che anche se utilizza degli strumenti differenti, segue la stessa falsariga. In pratica dovete definire gli obiettivi per investire nel futuro:

  • rischio: impostandolo al minimo;
  • tempo di investimento: non si deve ragionare per tempi medi-lunghi, ma medio bassi, compresi tra 1 e 5 anni max.
  • diversificazione del portafoglio scegliendo diversi strumenti, collocati su mercati diversi.

Tenendo conto di questi elementi potrete scegliere in completa autonomia quelli che sono gli strumenti che maggiormente si adattano a comporre il vostro portafoglio.

Diversifica gli investimenti in base all’età

Se siete alla ricerca di un servizio di consulenza davvero indipendente allora non perdete l’occasione di farlo in modo intelligente diversificando al massimo il portafoglio senza subire costi e vincoli tipici del mondo bancario.

In questo caso si deve diversificare il portafoglio basandolo su di un effettivo profilo di rischio e anche al capitale che avete a disposizione considerando che le aspettative dell’investimento non sono le stesse di quelle di un ventenne.

Dove investire 2019 e per i prossimi 20 anni?

Investimenti 2019

Investimenti 2019

Non sempre e non tutti ci arrivano. Sappiamo bene che all’alzamento dell’età pensionabile si alza anche (di pari passo) l’aspettativa di vita anche se oggi le eccezioni sono tantissime. Non tutti i pensionati riescono a vivere 20 anni dopo la pensione e soprattutto molti lavoratori e investitori non arrivano neanche alla pensione.

Secondo alcuni dati riportati dall’ISTAT oggi gli uomini possono vivere con un’aspettativa di vita di circa 83 anni. Le donne qualche anno in più: 88 anni. Questo elemento è molto importante in vista anche della prospettiva economica.

Cosa vuol dire?

Vuol dire organizzarsi e ridisegnare i propri asset e allo stesso tempo liberarsi di quelli inutili o troppo costosi. In pratica ci si deve organizzare per avere un gruzzoletto importante da parte e come tale poterlo utilizzare a fronte di eventuali terapie e problemi di salute.

Investimenti per il futuro: caratteristiche della terza età

investimenti per il futuro

Investimenti per il futuro e caratteristiche della terza età

A questo punto, ci si potrebbe chiedere: Come cambia la situazione in merito agli investimenti passati i 65 anni?

Sulla base delle analisi condotte e su quelli che sono i dati diffusi dall’ISTAT, possiamo affermare che a 65 anni si è usciti dal periodo della vita lavorativa con il massimo reddito disponibile. Questo vuol dire percepire la pensione (o almeno lo si spera) da lì a breve.

Allo stesso tempo però, si dovrebbe pensare ad un investimento preventivo che potrebbe garantivi una rendita in un periodo successivo. ci si pone davanti ad un cambiamento repentino del proprio sistema di investimento. Le esigenze che fino a qualche tempo fa erano prioritarie, non ci sono più.

Ci troviamo in pratica di fronte ad un autentico stravolgimento delle nostre finanze (come anche del nostro risparmio) e del nostro patrimonio che sicuramente non potrà fare altro che adeguarsi.

Dove investire nel 2019?

Investimenti per il futuro: quali sono nel 2019?

Investimenti per il futuro: quali sono nel 2019?

Avete bisogno della stessa casa?

Sicuramente no. Ad esempio avete terminato di pagare il mutuo, avete una vostra casa e siete nelle condizioni di limitare i vostri investimenti. Sicuramente avete anche sistemato i vostri figli. Loro sarebbero in grado oggi di gestirsi in maniera autonoma e quindi anche voi potete gestirvi la vostra pensione. Attenzione dunque alle spese extra. Cosa vuol dire?

Se avete un immobile che vi comporta solo delle spese, non ha senso tenerselo. In pratica, la domanda è questa: siete davvero sicuri che un immobile di quelle dimensioni sia quello che fa per voi? Non sarebbe meglio ricercare una soluzione alternativa, magari più piccola e lontano dalla città?

Ecco allora che uno dei primi vostri investimenti alla terza età potrebbe essere quello di cambiare casa. In pratica ridurre i propri bisogni immobiliari non deve essere per forza vista come una scelta di impoverimento, anzi…

Ad esempio si potrebbe pensare di vendere l’immobile per uno dei seguenti motivi:

  • acquistarne uno a più basso mantenimento e di valore più basso;
  • liberare capitale per investimenti più proficui;
  • lasciare, nel caso, ai tuoi figli beni più liquidi e più facilmente gestibili.

Investire nel mattone: è il giusto investimento?

A differenza di quanti altri sostengono, oggi il mattono non è da considerare un ottimo investimento. Non lo è perché non siamo in grado di gestirlo nel migliore dei modi.

Per altro potrebbe succedere anche che non siamo in grado di gestirlo come un asset finanziario/economico.

Se invece pensate che comprare una casa risolve tutti i vostri problemi, vi sbagliate di grosso. Non sempre comprare una casa è un ottimo affare; potrebbe essere qualcosa di tanto stupido quanto radicato nella mentalità italiana.

>>Approfondimento: Conviene puntare sugli investimenti immobiliari in Italia? Andamento mercato – previsioni 2019

Garanzie per i figli: quali sono le forme migliori?

65 anni è l’età giusta invece per cercare di assicurare un futuro sereno ai figli, come:

  • acquisto di una casa;
  • stipula di una polizza vita, ecc.

I prodotti assicurativi, sono solitamente pensati per coloro che vogliono rispondere al bisogno di tutela della propria famiglia. In Italia sono ancora poco diffusi e quindi si potrebbe pensare di regalarlo ai propri figli. Le polizze sono dei prodotti semplici da comprendere e da spiegare perché molto specifici: ne esistono di tanti tipi diversi, ognuno adatto a una precisa situazione.

Tra i diversi tipi di polizze ci sono quelle “caso morte”, che sono consigliate per i più giovani e che potete pensare di stipularla a nome di vostro figlio. Le polizze vita sono una garanzia di sicurezza per il futuro, hanno un basso costo e possono essere diluite nel tempo. Come tali sono adatte anche a chi ha incapacità o scarsa possibilità di risparmio.

La polizza vita è importante al fine di assicurare alla vostra famiglia la possibilità di continuare a mantenere lo stesso tenore di vita considerando che risparmiare oggi è particolarmente faticoso. Con un’assicurazione di questo genere puoi lasciare al tuo partner o ai tuoi figli un capitale adeguato per continuare a vivere anche se dovessero venire a mancare le vostre entrate.

Investire in fondi e assicurazioni sul medio periodo

Non è da considerare come un investimento adatto a chi ha superato i 65 anni, in quanto non solo vengono proposti dalle banche, ma prevedono un investimento costoso data l’età e dato l’investimento in che fondi comuni di investimento e assicurazioni sulla vita.

Per altro, questi investimenti, considerando l’età prevedono i seguenti svantaggi:

  • costi enormi (e spesso nascosti) per la gestione dell’investimento;
  • non è detto che il risparmio gestito renda meglio di altri investimenti.

Il problema della tassa di successione

Altro problema legato a quest’età è la tassa di successione definito come uno spauracchio che ha portato molti a fare scelte semplicemente folli in termini patrimoniali.

Ad esempio, ne caso in cui siate degli investitori in possesso di patrimoni consistenti, superiori al milione di euro, potrete optare per una tassa di successione con franchigia fino a 100.000 euro al 4%. Si tratta pur sempre di una somma consistente da pagare in tasse nel caso in cui il lascito non fosse per i parenti in linea retta.

È una tassa che desta preoccupazione? Certamente sì considerando che anche scegliendo obbligazioni o polizze sulla salute dotate di premio non tassabile a livello successorio, potrebbe rivelarsi come una delle tantissime pessime idee per diversi motivi. Ad esempio, i rendimenti delle obbligazioni sono prossimi allo zero. Si devono fare i conti con l’inflazione galoppante e in questo caso si deve considerare che si tiene bloccato il proprio capitale e allo stesso tempo non si guadagna nulla.

>>Approfondimento: Obbligazioni emergenti, come andare a caccia di buone opportunità

Ci sono poi i possibili costi legate alle commissioni delle polizze vita con annessi premi che superano di gran lunga il 4% anche su un arco di un paio di anni. Anche in questo caso, non possiamo considerali come dei grandi affari.

>>Approfondimento: Cosa sono le assicurazioni sulla Vita? Polizze infortuni – Polizze vita – Polizze mutuo casa

Investire liquidità nel mercato azionario

investimenti per il futuro

Investimenti azionari nel futuro

A questo punto, possiamo passare agli investimenti veri e propri.

Nel momento in cui avete una bassa propensione al rischio (e questa dovrebbe abbassarsi con il passare degli anni), sarebbe opportuno ricordarvi che la vita non finisce a 65 anni. Allo stesso tempo non finisce a 70 e come tale i mercati che richiedono un investimento di medio-lungo periodo, come ad esempio le azioni da cassettista, sono ancora una scelta che potete sfruttare.

Sarebbe meglio non dar retta per nulla alla banca, la quale afferma che nell’arco medio di 7 anni, il mercato azionario sarebbe in grado di far registrare un trend positivo rispetto all’anno dell’investimento. In sostanza, anche durante la terza età i mercati che magari il senso comune vi invitava ad evitare, possono essere piuttosto performanti e interessanti.

Definire gli obbiettivi

A prescindere dall’età che si possiede nel caso in cui ci si approccia agli investimenti, si devono definire prima di tutto gli obbiettivi e solo dopo definire il guadagno. In pratica si deve cercare un prodotto che vi faccia raggiungere nel breve tempo il vostro obbiettivo. Ecco il perché se si pensa al futuro, si deve impostare un proprio obbiettivo. Ad esempio se si prediligono investimenti meno rischiosi si potrebbe scegliere di depositare il propri denaro in Banca o alle Poste.

In molti li considerano come ottimi strumenti per risparmiare (ed è vero) ma non lo sono per investire.

Se si analizzano i conti deposito o i libretti di risparmio possiamo notare che sono la forma di investimento meno redditizi oggi presente sul mercato. Infatti i tassi di interesse sono ai minimi storici a causa delle manovre della BCE.

Se il vostro obbiettivo invece è puntare a degli investimenti redditizi nel breve termine (nel caso avete un’età superiore ai 65) potete puntare al Social Trading.

Questo strumento di investimento vi viene offerto dal broker eToro e vi permette di copiare i trader senza perdere ore e ore a studiare. Basta scegliere i trader che meglio di altri si sono distinti per professionalità e riportarli all’interno del proprio portafoglio. In questo modo si potranno ottenere dei rendimenti in percentuale sulla base delle performance che questi trader copiati fanno registrare.

Attenzione però che anche se potrebbe sembrare un sistema semplice di guadagno, non lo è per nulla. Il trading online è un investimento altamente rischioso anche se si utilizzano piattaforme di trading regolamentate.

Se decidete di investire con eToro, vi rendete conto anche voi che il broker vi mette in guardia dalle possibili perdite. Potete sempre provarlo con il conto demo gratuito che vi viene offerto dal broker eToro (di cui vi parleremo appena sotto) e mettere in pratica il vostro sistema di investimento legato social trading e al copy trader.

Come investire oggi con il social trading eToro?

eToro conto

eToro: piattaforma di social trading e copy trader

eToro lo possiamo per certi versi definire come uno dei broker migliori presenti sul mercato. Grazie a questo broker potete scegliere di fare trading su diversi asset a prescindere che utilizziate un conto demo gratuito e illimitato o un conto reale.

Ricordiamo anche per questo broker, che si tratta di una piattaforma di trading online regolamentata ed autorizzata; allo steso tempo, si deve tenere presente che per usufruire del conto reale e quindi per copiare i trader e investire con il social trading dovete effettuare un deposito minimo di 200 $.

>>Dettagli e approfondimenti sul conto eToro sono disponibili all’interno della guida: Come aprire un conto demo eToro? [Guida]

Se scegliete di intraprendere la vostra attività di trading con eToro, sicuramente lo farete perché conoscete le opportunità offerte dalla piattaforma di social trading eToro sui mercati finanziari.

In breve, grazie a questo broker avete la possibilità di sfruttare il sapere degli altri trader e imparare da essi. Allo stesso tempo, potete condividere con essi le strategie di trading.

Questo lo potete fare grazie alla piattaforma di social trading che vi permette di investire condividendo con altri trader le migliori strategie. Infine, potete scegliere di copiare gli altri trader scegliendo ad esempio quelli che meglio di altri si sono fatti apprezzare. Noi in seguito riportiamo una tabella riassuntiva dei migliori trader Popular Investor eToro.

Analizzando questi trader, non dovete fare altro che scegliere quelli che maggiormente rispecchiano le vostre performance. Si tratta di un sistema (a ben vedere) che vi offre di copiare i trader, di investire direttamente su di essi e condividere le loro scelte. Non importa se siate o non siate dei trader esperti ed affermati. Quello che conta è scegliere il giusto trader da seguire. Molti vostri colleghi utilizzano dei filtri per scegliere il trader che si presta alle loro caratteristiche.

Potreste dunque scegliere di replicare le loro performance ed ottenere una percentuale di successo maggiore grazie ad eToro e ai consigli degli esperti.

Tutti gli aggiornamenti e approfondimenti sulla piattaforma di social trading li potete trovare all’interno dei nostri approfondimenti riportati di seguito.

Scegliete il conto demo gratuito e illimitato eToro per le vostre strategie di trading

Come investire soldi per guadagnare in Borsa?

Investire in borsa e guadagnare: come fare?

Investire in borsa prevede la possibilità di farlo con orizzonti temporali abbastanza ridotti. Si potrebbe optare per questo investimento in quanto considerato come un mercato interessante se si vuole investire per il futuro. In questo caso però si deve considerare la possibilità di:

  • Differenziare l’investimento;
  • Saper aspettare quando la borsa offre i rendimenti migliori;
  • Essere pronti agli sbalzi di umore della Borsa.

Investire in borsa deve essere considerato come un mercato non adatto a tutti. Non si investe in obbligazioni e non si investe in conti deposito. È un investimento di medio – alto rischio.

Miglior investimento attuale: investire in titoli di stato a 65 anni conviene?

Anche se potrebbe essere una proposta allettante data l’età non lo sono. Solitamente i titoli di stato sono riproposti a tutti; anche se possiedono un’aliquota di tassazione ridotta del 12,5% e l’assenza di tassa di successione, non possono essere considerati come degli ottimi investimenti, almeno al momento e per questa fascia di età in quanto prevedono un periodo di investimento superiore ai 20 anni.

Ad esempio, se si considerano i rendimenti si potrà ben comprendere che questi sono prossimi allo zero e come tale potrebbero far erodere il vostro capitale direttamente tramite l’inflazione.

>>Approfondimento: Investire in Titoli di Stato Conviene? Guida all’investimento in BoT – CTz – CCT – BTP – Eurobbligazioni

Il conto deposito: un modo sicuro per ottenere piccoli guadagni

Il conto deposito è sicuramente uno degli strumenti più adatto superati 65 anni di età. Esso è considerato non propriamente come una forma di investimento ma bensì come una forma di risparmio. Si tratta di un investimento completamente tutelato fino ad un massimo di 100.000 euro dal Fondo Interbancario di Garanzia, in caso di bail in della banca.

Investire con questo strumento, presuppone un investimento per un tempo basso (max. 5 anni). Prevede il vincolo delle somme con dei rendimenti che mediamente si attestano introno al 2% lordo su base annua. Non è altissimo il rendimento, ma è considerato un investimento sicuro.

Investire risparmiando: il primo passo

Data l’età invece sarebbe meglio mettere in pratica delle strategie di risparmio che nel tempo possono diventare il primo mattone per un futuro finanziario di medio periodo. In questa fase della vita a differenza di quando si è giovani le spese sono minori e i soldi li si dovrebbe far bastare.

Mettere dei soldi da parte, risparmiare per guadagnare, dovrebbe essere considerato il primo passo da compiere una volta raggiunta la terza età. Si potrebbe pensare di tagliare spese inutili ottimizzando le uscite. Potreste evitare di prendere il caffè al bar tutte le mattine e evitare i costi di una cena per due tutti i sabato sera.

In pratica, utilizzando degli strumenti di risparmio sarà possibile monitorare al meglio le spese eccessive fino ad eliminarle completamente.

Investire con la strategia giusta per voi

A questo punto, individuata la parte di denaro destinata al risparmio, potete passare a valutare la soluzione di investimento che meglio si adatta alle vostre esigenze.

Non sarebbe bello investire in un PAC (Piano d’accumulo del capitale) in quanto è un ottimo investimento per i giovani, che permette di accrescere l’investimento a poco a poco attraverso versamenti ricorrenti, ma non è adatto per voi che avete già superato i 60 anni.

Si potrebbe invece pensare di investire con gli ETF senza necessariamente giocare in borsa e magari lasciare i vostri risparmi alla mercé dei mercati.

Gli ETF permettono di contenere i rischi grazie alla diversificazione, in quanto rappresentano dei panieri di titoli il cui andamento è legato a quello di un altro indice a sua volta collegato ad una piazza borsistica o una materia prima.

>>Approfondimento: ETF vs Fondi Comuni: ecco le differenze e i vantaggi/svantaggi

Dove investire 10.000 euro? Investimento gestito

Sono meglio gli ETF o i Fondi?

Certamente se avete dei soldi da mettere da parte allora non potete considerare di farlo con i fondi comuni di investimento che solitamente vi vengono riproposti puntualmente dalle banche e dai promotori finanziari.

Ad esempio, i gestori di fondi comuni sono coloro che dovrebbero gestire il vostro patrimonio. Essi si fanno pagare delle commissioni altissime e allo stesso tempo non garantiscono delle prestazioni ottimali. Per altro, in caso di perdita siete voi a perdere il vostro capitale e non ci sono garanzie. Nel caso in cui invece il fondo chiude in positivo, quindi fa registrare un guadagno, i promotori prendono non solo le commissioni di gestione, ma anche commissioni sul guadagno.

Si tratta di un gioco truccato contro il quale non si potrà mai vincere.

Un’alternativa che garantisce comunque un risparmio gestito, differenziazione e modularità dell’investimento potrebbe essere l’ETF.

Sicuramente gli ETF, ovvero i fondi legati all’andamento di indici, vi permettono di investire in modo intelligente e in questo caso con delle commissioni che possono arrivare ad essere più basse del 90% e offrono dei rendimenti migliori rispetto ai benchmark.

Tenete presente che investire è una cosa! Assicurare è altra cosa ancora!

Gli ultimi anni hanno visto il modo del risparmio far innalzare le commistione totale tra investimento e assicurazioni; le principali compagnie e istituti da diverso tempo ormai stanno offrendo (sulla falsariga di quanto nato negli USA) dei prodotti ibridi come ad esempio le polizze vita.

Una parte di questo premio pagato se ne va in questioni assicurative difficili da comprendere; in proporzioni da rintracciare nel contratto (anche questo complicatissimo), senza avere alcuna contezza di quello che stiamo effettivamente comprando.

Nel momento in cui vi viene proposto un prodotto a “capitale garantito”, certamente siamo destinati a perdere del denaro sia che per via dell’inflazione, sia anche per via delle commissioni e dei premi che comunque sono dovuti per assicurare il vostro stesso capitale.

Purtroppo spesso accade che i piani di rientro non sono mai chiari; allo stesso tempo, non sono chiari i calcoli di quanto ci è dovuto al termine del rapporto. Si tratta sicuramente di somme vincolate, senza garanzia di rendimento che possiamo smobilizzare soltanto con modalità per altro abbastanza complicate.

Scegliere le polizze, anche alla terza età, non è un ottimo affare. La poteremmo definire una pessima scelta, fatto salvo per casi specifici legati all’investimento di capitale.

In cosa investire nel 2019 e a 65 anni: opere d’arte

Questa soluzione sarebbe adatta a tutte le età; si potrebbe ad esempio optare per comprarle e in caso di morte passarle a figli e nipoti. Esse conservano sempre un valore che va aumentando nel tempo. In questo caso si potrebbe comprare gli articoli di collezione come:

  • whisky;
  • giada e porcellana;
  • tassidermia;
  • foto giornalistiche;
  • borse d’epoca;
  • moto;
  • giocattoli;
  • arte contemporanea;
  • fumetti;
  • francobolli.

Considerazioni finali sugli investimenti futuri

Investimenti futuri

Investimenti futuri: opinioni

Sulla base di quanto affermato in questa guida abbiamo potuto notare che la situazione dal vostro punto di vista, è considerata come una visione che deve avere una persona che si avvia verso i 65 anni. Tra le tante affermazioni, dunque, non ci sono quelle che rappresentano la verità assoluta ma sono tarate sulla base delle tue esigenze specifiche.

Ovviamente parliamo sulla base degli interessi del beneficiario; se siete nelle condizioni di avere tra voi una persona over 65 potresti avere una visione diversa dettata dalla tua età.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

eToro Deposito: 200€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Plus500 Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 250€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Alvexo Deposito: 500 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65% e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Informazioni sull'autore

TommasoP

Lascia un Commento

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

E-investimenti.com

E-investimenti.com