Intermediari finanziari: chi sono e di cosa si occupano?

Pubblicato da: TommasoP - il: 11-06-2019 11:31 Aggiornato il: 11-06-2019 11:54
I CFD sono strumenti complessi e presentano un elevato rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria.Il 66% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD con questo fornitore. Prima di investire assicurati di comprendere come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

I CFD sono strumenti complessi e presentano un elevato rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria.Il 66% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD con questo fornitore. Prima di investire assicurati di comprendere come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

All’interno del variegato modo della borsa, non possiamo non prendere in considerazione gli intermediari finanziari ed il loro ruolo.

Molto spesso questa figura viene identificata come un’istituzione o un professionista indipendente e/o dipendente, il cui scopo è quello di effettuare una compravendita di titoli. Esso lo fa per conto dei clienti, come anche per conto della società o dell’ente per cui lavora.

Il guadagno dell’intermediario deriva dalla commissione legato al valore della transazione la quale viene loro richiesta.

Si tratta di una figura molto importante a cui tutti potranno fare riferimento nel momento in cui decidono di investire in borsa. Possiamo affermare anche che il concetto stesso di intermediazione finanziaria (o se volete intermediazione mobiliare) è di fondamentale importanza al fine di capire quelle che sono le dinamiche con cui funzionano i mercati finanziari.

Al momento esistono differenti tipologie di intermediari; di seguito ne analizzeremo alcune.

Intermediari finanziari
intermediari finanziari: chi sono e cosa fanno?

Intermediari finanziari: qual è il loro lavoro?

Analizzando i mercati finanziari non possiamo non prendere in considerazione i due tipi di soggetti economici presenti:

  1. soggetti economici surplus: offrono una liquidità maggiore rispetto a quella che serve loro per affrontare spese e investimenti;
  2. soggetti economici deficit: i quali devono finanziarsi tramite terzi al fine di portare avanti ed espandere la loro attività.

Rientrano nella prima categoria le famiglie; rientrano invece nella seconda categoria le aziende e le pubbliche amministrazioni.

Il lavoro degli intermediari finanziari è quello di mettere in contatto i soggetti in surplus con soggetti in deficit. Un esempio potrebbe essere l’intermediario bancario, il quale si pone come obiettivo quello di raccogliere i risparmi dei privati, tramite la sua banca, per poi prestarli ad altri privati o alle aziende che ne facciano richiesta in cambio di un interesse sul prestito erogato.

Nel campo della Borsa valori, invece, le società di intermediazione mobiliare sono considerate come quelle società che raccolgono gli ordini da parte dei loro clienti per poi comprare i titoli che essi richiedono.

Ad oggi segnaliamo differenti forme di espansione dei mercati finanziari i quali non necessitano di intermediari. Ricordiamo che l’intermediazione ha un suo costo e come tale sarebbe sempre meglio evitarla.

Allo stesso tempo, possiamo affermare che i mercati finanziari non sono semplici da comprendere. Ecco il motivo per il quale molti investitori si affidano agli intermediari. Possiamo anche notare che i mercati finanziari rendono necessario il ruolo dell’ente che certifichi gli aspetti più importanti come ad esempio la solvibilità di un debitore o la validità di un certo fondo:

  • Consulenza;
  • Attività di certificazione;
  • Aggregazione del risparmio collettivo;
  • Sottoscrizione di corporate bonds, ecc.

Queste sono tutte attività importanti per le quali si rendono necessario avere un intermediario. Non è possibile vivere all’interno di un ecosistema finanziario senza che vi siano intermediari.

>>Leggi anche: Calendario di Borsa e Orari di Negoziazione

Intermediari finanziari: materia di cui si occupano

Intermediazione significato
Intermediari Finanziari: di cosa si occupano?

All’interno dei mercati finanziari l’incontro della domanda e dell’offerta inerente ai prodotti di risparmio e d’investimento, possono essere regolate attraverso operazioni dirette tra soggetti privati o tra due società, ma anche tramite la figura dell’intermediario finanziario.

La regolamentazione di questi soggetti è stata razionalizzata e ripensata per mezzo della riforma del 2010, a cui ha fatto seguito un aggiornamento legislativo volto alla semplificazione del controllo sulle operazioni e in modo particolare dei soggetti preposti alla compravendita di servizi di intermediazione. Da qui ne deriva un elenco degli intermediari finanziari il cui ruolo è quello di interporsi come mediatore tra due parti. L’intermediario finanziario può essere sia una persona fisica, sia anche una persona giuridica, a seconda del tipo di operazione richiesta.

>>Leggi anche: Previsioni Borsa mercato azionario 2019

Chi sono gli intermediari finanziari?

Oggi ci sono differenti categorie di intermediario finanziario. Abbiamo detto che esiste la categoria degli intermediari mobiliari la quale si articola in diverse forme. Questo lo ha previsto la legge, la quale ha voluto evitare che il collasso di una sola azienda possa provocare seri danni all’economia reale di un territorio. Ovviamente ogni intermediario ha una propria competenza specifica.

Intermediari finanziari: gruppi

Intermediari creditizi

Rientrano in questo gruppo, le seguenti categorie:

  • banche;
  • intermediari;
  • società di factoring;
  • leasing.

Intermediari assicurativi

Sono considerati tali i seguenti soggetti:

  • imprese di assicurazione vita;
  • imprese di assicurazione danni;
  • fondi pensione.

Intermediari mobiliari

Rientrano in questa categoria i seguenti soggetti:

  • SIM;
  • SGR;
  • SICAV.

Elenco intermediari finanziari

Di seguito riportiamo brevemente e in forma schematica un elenco degli intermediarti finanziari. Essi sono:

  • Banche commerciali;
  • Banche d’investimento;
  • Fondi pensione;
  • Fondi di investimento;
  • Compagnie assicurative;
  • Società di gestione del risparmio;
  • Società finanziarie;
  • Broker online.

Questi sono solo alcuni dei soggetti che operano come intermediari finanziari. I più conosciuti, tra i soggetti che operano sui mercati finanziari con funzioni di intermediazione, sono i broker che in molti casi sono chiamati anche agenti di cambio. Si tratta di figure che possono essere dipendenti di una società strutturata o che possono essere indipendenti ed offrire servizi di consulenza ai propri clienti. Essi hanno come compito quello di occuparsi di ricerca sui mercati di prodotti finanziari richiesti dai propri clienti.

Intermediario finanziario bancario

Si tratta d una categoria che ha come scopo quello di mettere in relazione la banca con i clienti. Questa figura, non ha nulla a che vedere con il giocare in Borsa e con gli investimenti in borsa. Il ruolo dell’Intermediario finanziario bancario è meglio definito come intermediario creditizio. Per quanto riguarda invece la definizione di banca, dobbiamo fare una distinzione fondamentale tra:

  • Banche commerciali

Definite tali quelle che hanno come scopo principale quello di raccogliere il risparmio privato collettivo, e di prestarlo poi sotto forma di mutui, prestiti, fidi per cassa, ecc.;

  • Banche d’investimento

Definite tali quelle che si occupano di sottoscrivere emissioni obbligazionarie come anche di effettuare investimenti in strumenti finanziari quotati.

La prima categoria (banche commerciali), la si considera come intermediario creditizio.

La seconda categoria no, ma la possiamo definire come intermediario mobiliare ovvero investitore in prima persona, anche se ha dei limiti.

Le banche d’investimento permettono ai loro clienti di comprare e vendere strumenti finanziari facendo da intermediari tra i risparmiatori e i sistemi di scambio.

La legge ha voluto suddividere i due ruoli delle banche al fine di evitare il conflitto di interessi, in quanto una banca che presta soldi ad un’altra azienda, non può essere la stessa che poi compra quote e azioni diventandone proprietaria. In questo caso, se questo fosse possibile, al fallimento dell’azienda potrebbe seguire anche il fallimento della banca.

Fondi d’investimento

I fondi d’investimento sono una categoria di strumenti, quotati in Borsa; essi sono considerati come dei fondi aperti (quelli in cui chiunque può investire) dove è possibile vendere e comprano delle quote, secondo un sistema di negoziazione regolato dai listini.

I fondi possono essere a gestione attiva e a gestione passiva. Essi possono operare come intermediari finanziari nel momento in cui permettono ai risparmiatori di effettuare due cose:

  • Diversificare l’investimento comprando un solo asset

Nel momento in cui si comprano quote di un fondo, si sta implicitamente investendo su tutti quei titoli che il fondo possiede all’interno del portafoglio. Questo vuol dire risparmiare tempo e denaro, in quanto comprare questi titoli singolarmente vuol dire possedere delle somme decisamente più grandi di quella pagata per una quota.

  • Intermediare i tagli

Con questa definizione solitamente si intende indicare l’espressione finanziaria secondo cui i fondi comprano in un’unica soluzione, delle enormi quantità di titoli. Il loro obiettivo è quello di far calare drasticamente le commissioni di negoziazione su una singola azione o obbligazione.

A seguire, poi, le quote vengono scambiate con delle commissioni basse, poiché sono strumenti di fatto meno complicati e più rivolti al pubblico.

Cosa vuol dire questo?

Vuol dire che grazie all’intermediazione di un fondo, si potranno risparmiare i costi di commissione.

Il ruolo delle SGR

Altra categoria di intermediario finanziario è l’SGR ovvero le Società di Gestione del Risparmio previste per legge, le quali sono le uniche a costituire fondi a gestione attiva e promuoverne l’investimento nei confronti del pubblico.

Leggi anche Cos’è la Gestione del portafoglio? Definizione

Esse sono tra le poche istituzioni finanziarie ad avere a che fare con i derivati in leva. Le potremo definire come un sistema di funzionamento molto simile a quello che avviene nel trading online, il quale può creare fondi speculativi (hedge fund) all’interno dei quali è presente anche questa tipologia di strumento.

Notate poi che il ruolo della SGR non è fondamentale all’interno dell’universo finanziario del risparmiatore privato, poiché esso si avvicina ai mercati con il solo intento di investire il proprio denaro giocando in Borsa.

Nel caso in cui si sceglie di operare con il trading online, si deve tener presente che si sta investendo su di un mercato legato a degli strumenti derivati che esistono ed è fondamentalmente sostenuto dai fondi speculativi creati e gestiti dalle SGR.

>>Leggi anche: Trading in Borsa e su azioni: cosa sono e come funziona il mercato azionario?

Intermediari finanziari: SIM

Intermediari finanziari
intermediari finanziari sim

SIM sta per Società d’Intermediazione Mobiliare. Esse sono considerate come una tipologia di impresa prevista e regolamentata dalla legge.

Le disposizioni specifiche si trovano all’interno del Testo Unico in materia Finanziaria; alle SIM è riservato un albo specifico presso la Consob. Il ruolo delle SIM solitamente è limitato alle seguenti funzioni:

  • Raccolgono ordini dai loro clienti e comprano/vendono quello che viene loro chiesto;
  • Sottoscrivono emissioni obbligazionarie, ma possono farlo anche senza garanzia (ovvero nel caso in cui non riuscissero a vendere tutti i titoli sul mercato, non acquisteranno loro stesse l’invenduto);
  • Investono per conto proprio in strumenti finanziari di qualsiasi genere;
  • Gestiscono portafogli azionari per conto dei loro clienti, anche se per accedere a questo tipo di gestione privata sono necessari dei capitali solitamente superiori ai 5 milioni di euro.

Attenzione poi a non confondere e a non pensare minimamente di andare in banca dove si detiene il proprio conto corrente e chiedere di investire su un determinato strumento. In questo caso, si tratta di affidare alla banca il compito di intermediazione.

Questo compito non potrà essere svolto dalla banca commerciale, che deve invece passare a sua volta attraverso una SIM o una SGR affinché questo avvenga.

Leggi anche Servizi di investimento: cosa sono e a cosa servono?

Le SIM, come anche le SGR e le SICAV, sono rappresentate da delle imprese di investimento comunitarie con delle succursali in Italia.

Tutte le imprese di investimento extracomunitarie, come anche le società di gestione armonizzate e gli intermediari finanziari iscritti in un apposito elenco, sono regolati dall’articolo 107 del Testo unico bancario. Questi possono offrire prodotti e strumenti finanziari e lo possono fare come tutte le altre forme di investimento di natura finanziaria.

>>Leggi anche: Qual’è la differenza tra investire in borsa e trading Forex?

Promotori finanziari

Molto spesso questa figura rappresenta una SIM o una banca d’investimento. Notate bene che questo soggetto non ha il compito di investire denaro per conto dei clienti ma è solo quello di trovare dei risparmiatori che sono interessati da investire nei prodotti finanziari della SIM o della banca d’investimento per cui lavorano.

Normalmente la loro autonomia è molto limitata! Le aziende, infatti, impongono loro dei paletti, anche  piuttosto ristretti. Il loro compito si estingue dunque con il ruolo stesso di rivenditori di queste soluzioni.

Questa figura sembra indipendente, ma nella realtà non lo è per nulla, in quanto anche se possessore di partita Iva e quindi rientra nelle figure di libero professionista, è sempre soggetto a contratti vincolati con una determinata società o banca.

Leggi anche Consulenza finanziaria: cos’è e come funziona ?

SICAV

Anche le Sicav (Società di Investimento a Capitale Variabile) le possiamo definire come una differente tipologia di intermediario molto normato dalla legge italiana. Esse sono costituite in forma giuridica come società per azioni.

Il meccanismo di funzionamento di queste realtà è molto simile a quello dei fondi a gestione attiva, dove un’azienda si occupa della raccolta del risparmio privato con l’intento di costituire un patrimonio equivalente in strumenti finanziari. Solitamente si tratta di obbligazioni e azioni.

In pratica, invece di vendere sul mercato delle quote del patrimonio che hanno acquistato con i risparmi dei clienti, esse vendono le azioni della società. in questo modo, il patrimonio di asset comprati con il risparmio raccolto rappresenta l’attivo dell’azienda. Dall’altra parte, invece, la parte passiva viene rappresentata dal capitale sociale.

Tutti i risparmiatori, essendo degli azionisti della Sicav, vengono considerati a tutti gli effetti come comproprietari della società.

Cosa vuol dire questo?

Vuol dire sottendere alcune differenze rispetto al possesso delle quote di un fondo. Una tra tutte consiste nel fatto che le quote di un fondo sono soggette all’obbligo di riacquisto da parte del fondo stesso; in pratica, nel caso in cui si volesse liquidare l’investimento, il fondo dovrà riacquistare tutte le quote che possiedi al loro valore corrente.

Nel caso della Sicav, l’azienda non ha l’obbligo di riacquistare le proprie azioni e come tale dovrai rivenderle sul mercato.

>>Leggi anche: Broker Forex: lista dei migliori

Broker online

Intermediario finanziario
intermediari finanziari: broker online

I broker online sono delle piattaforme di trading online (solitamente regolamentate ed autorizzate) definiti come un particolare tipo di intermediario finanziario che si pone come scopo quello di negoziare strumenti derivati in leva.

Notate però che fare trading online non è semplice e molto spesso questo è pieno di insidie. A nostro avviso sarebbe bene tenere gli occhi aperti in quanto potreste perdere il capitale investito. Vi sono diversi broker di trading online; alcuni di questi sono anche abbastanza interessanti ed offrono delle ottime piattaforme. Ad esempio potreste utilizzare eToro in quanto offre servizio valido e impeccabile.

Tramite questa piattaforma potrete accedere a fare trading sui CFD (Contratti per differenza) e in alcuni casi anche su asset veri e propri.

Per mezzo dei broker online sarete in grado di gestire il vostro investimento direttamente da casa vostra. Questi vi permettono di giocare in borsa senza muovervi dal divano investendo direttamente sui titoli migliori, come anche sui fondi.

Infine, scegliendo eToro potrete scegliere di copiare le mosse di altri speculatori grazie al social trading ed al copy trader.

Apri il tuo conto demo gratuito ed illimitato su eToro

Il trading online, come tutti gli investimenti sui mercati finanziari sono molto rischiosi in quanto prevedono l’uso di livelli molto alti di leva finanziaria e come tale il capitale investito subisce delle forti oscillazioni. Meglio scegliere sempre e solo broker trading online che rispettano le normative imposte dall’ESMA sulla Leva. Notate anche che i broker online sono considerati come lo strumento più adatto a gioco in Borsa, ovvero per speculare nel breve termine e non sono adatti per investimenti con strategie di lungo termine.

Scegli l'asset che meglio si presta alle tue esigenze e inizia oggi stesso a fare trading con un conto demo GRATUITO

Investire in borsa con 24Option e i segnali di trading gratuiti

24Option: piattaforma di trading CFD e Forex regolamentata ed autorizzata CySEC
24Option: piattaforma di trading CFD e Forex regolamentata ed autorizzata CySEC

Anche 24Option è un ottimo broker in termini di trading online con il leverage. Per altro esso offre delle soluzioni di investimento molto appetibili per tutti i trader, principianti e non che vogliono mettere in atto le migliori strategie di investimento. Anche i n termini di investimenti con indici di borsa e titoli azionari è molto affidabile grazie al servizio di segnali i trading online.

Questo broker come detto ben si adatta ai trader principianti, ed offre un conto demo gratuito o reale con un servizio di formazione davvero eccellente con un ottimo rapporto anche in termini di leverage.

24Option offre la possibilità di mettere in atto le migliori strategia di trading, come anche di diversificare il portafoglio di investimento e analizzare bene tutti i grafici offerti con la possibilità di investire sui migliori asset sfruttando la leva finanziaria.

>>Per maggiori dettagli, consulta il servizio di assistenza clienti 24Option!

Prova a investire con il conto demo gratuito 24Option mettendo in pratica le migliori strategie di borsa

Tutti i dettagli sul broker li puoi trovare analizzando le nostre guide:

Market Maker

Definiti solitamente come soggetti abbastanza forti sul mercato, sono in grado di mantenere i prezzi di un certo pacchetto di prodotti a un livello stabile. Questa sua capacità dipende anche dal grande numero di titoli detenuti dal market maker.

Essi agiscono sul portafoglio gestendolo indipendentemente dalle altre condizioni di instabilità strutturale.

Price Maker

Si tratta invece di un intermediario che possiede una grande quantità di titoli e come tale è in grado di decidere le loro oscillazioni di prezzo.

Intermediari finanziari: quali sono i migliori?

A questo punto non ci resta che analizzare quali sono gli intermediari migliori su cui puntare. Per comprendere quello che fa maggiormente al caso vostro, dovete anche comprendere quelli che sono i reali obbiettivi di investimento. Solo in seguito a questo potrete trovare l’intermediario che meglio si adatta alle vostre esigenze.

Al momento non possiamo consigliare un intermediario piuttosto che un altro. Non esiste un intermediario che sia migliore di altri. Tutto dipende dalle vostre esigenze e da quelli che saranno i vostri obbiettivi, quanto volete investire e quale orizzonte temporale prevedete per il vostro investimento, come anche quali asset volete inserire nel vostro portafoglio.

Sarebbe bene per voi, se volete investire senza intermediari, scegliere un broker trading online che vi farà evitare non solo le SICAV e i fondi d’investimento a gestione attiva delle SGR, ma anche il risparmio gestito.

Ovviamente questo comporta un guadagno maggiore, ma anche un notevole rischio.

Se investite nel trading online ricordate sempre di investire una parte piccola del vostro capitale, e scegliete solo asset di cui avete conoscenza. Scegliete questo investimento se volete effettuare operazioni a breve termine e se volete investire su strumenti finanziari.

Intermediari finanziari: vantaggi

Intermediari finanziari
Intermediari Finanziari: vantaggi

Gli intermediari offrono differenti vantaggi legati alle operazioni finanziarie:

  • riduzione dei costi di transazione;
  • ridistribuzione del rischio;
  • diminuzioni di perdite derivanti dall’asimmetria informativa (selezione avversa ed azzardo morale);
  • intermediari assicurativi;

questi si pongono come obbiettivo quello di coprire un rischio puro, non speculativo. Questo vuol dire generare una perdita solo per l’assicurato quando il controllo di questa sfugge all’assicurato stesso.

Intermediario finanziario: lavoro, compiti e opinioni

Tutti gli Agenti in Attività Finanziaria hanno specifici compiti. Ad esempio, si pongono come obbiettivo quello di consigliare tutti i clienti in merito alle opzioni di credito che sono le più adeguate alle loro esigenze.

Essi devono anche possedere una vasta conoscenza della materia, devono conoscere i diversi prodotti finanziari e i diversi prodotti bancari. In pratica essi, rappresentano oggi, il primo punto di contatto tra l’istituto finanziario e il richiedente del prestito o credito. Per questo motivo è molto importante anche che essi siano delle persone competenti in materia di servizio al cliente.

Per svolgere con successo i loro compiti, tutti gli Agenti in Attività Finanziaria devono anche conoscere le politiche, le procedure e i requisiti di sicurezza come anche le norme istituzionali e governative.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

eToro Deposito: 200€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Plus500 Deposito: 100 €
Licenza: CySEC [*80.6% of retail CFD accounts lose money]
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 250€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
DUKASCOPY EUROPE Deposito: 100 €
Licenza: FCMC - MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65% e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Informazioni sull'autore

TommasoP

Lascia un Commento

E-investimenti.com

E-investimenti.com

Avviso di rischio - I CFD sono strumenti complessi e presentano un elevato rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria.Il 66% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD con questo fornitore.
Prima di investire assicurati di comprendere come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.