Calendario di Borsa e Orari di Negoziazione

ORARI DI NEGOZIAZIONE

scarica gli orari di negoziazione(pdffile pdf – 76 KB)


Calendario di Borsa Anno 2019

Di seguito le chiusure dei mercati organizzati e gestiti da Borsa Italiana SpA per l’anno 2019

    • tutti i sabati;
    • tutte le domeniche;
    • martedì 1 gennaio (Capodanno);
    • venerdì 19 aprile (Venerdì Santo);
    • lunedì 22 aprile (Lunedì dell’Angelo);
    • mercoledì 1 maggio (Festa dei lavoratori)
    • giovedì15 agosto (Festa dell’Assunzione)
    • martedì 24 dicembre (Vigilia di Natale)
    • mercoledì 25 dicembre (Natale);
    • giovedì 26 dicembre (Santo Stefano);
    • martedì 31 dicembre (San Silvestro)

nonché, limitatamente al sistema multilaterale di negoziazione denominato Borsa Equity MTF, Segmento After Hours nelle seguenti sedute:

    • mercoledì 2, giovedì 3 e venerdì 4 gennaio;
    • giovedì 18, lunedì 29 e martedì 30 aprile;
    • giovedì 1, venerdì 2, lunedì 5, martedì 6, mercoledì 7, giovedì 8, venerdì 9, lunedì 12, martedì 13, mercoledì 14, venerdì 16, lunedì 19, martedì 20, mercoledì 21, giovedì 22, venerdì 23, lunedì 26, martedì 27, mercoledì 28, giovedì 29 e venerdì 30 agosto;
    • venerdì 1 novembre;
    • venerdì 6, lunedì 23, venerdì 27 e lunedì 30 dicembre.

scarica il calendario (pdffile pdf – 1 MB)

Il calendario di Borsa

Le compravendite di titoli azionari sono regolate attraverso particolari scadenze mensili che vengono fissate dal cosiddetto calendario di borsa. Si tratta di un particolare calendario che si sovrappone a quello solare, al quale si adeguano gli operatori di borsa.

borsa-grande

Inizialmente il calendario era stabilito dal Ministero del Tesoro mentre ora a fissarlo è la Consob (ossia la Commissione nazionale per le società e la borsa). Il calendario di borsa ha forza di legge, ciò significa che deve essere uniformemente applicato in tutte le borse valori italiane. Esso prevede i giorni di borsa aperta, l’orario quotidiano delle singole sedute e, infine, i giorni dedicati alle varie operazioni del cosiddetto «ciclo operativo» o «mese borsistico», che in genere va dalla metà del mese alla metà del mese successivo.

Per quanto riguarda i giorni di borsa aperta, è sufficiente ricordare che si tratta di tutti i giorni feriali, escluso il sabato. Da diversi anni i mercati funzionano anche nel mese di agosto, senza alcuna sosta per le ferie.

Ma il calendario di borsa serve soprattutto ad indicare i giorni che devono essere dedicati agli adempimenti richiesti a chi opera sul mercato a termine. Vediamo in dettaglio quali sono questi giorni e le definizioni convenzionali usate dal calendario.

Risposta premi. In questo giorno vengono definiti i contratti a premio che sono stati stipulati nel corso del mese.

Riporti. In tale giorno si conclude il mese di borsa. E’ l’ultimo giorno valido per la contrattazione di titoli azionari con liquidazione nello stesso mese. Dal giorno seguente tutte le operazioni saranno liquidate nel mese successivo.

Spunta. È il giorno che viene dedicato al controllo reciproco tra gli agenti di cambio e le banche riguardo i rispettivi saldi derivanti dal complesso delle operazioni concluse nel mese.

Presentazione fogli. La scadenza riguarda gli associati alla stanza di compensazione, un’associazione di banche, agenti di cambio, commissionari di borsa, costituita per concentrare (dal punto di vista organizzativo) tutte le operazioni di borsa avvenute nel mese. La presentazione dei fogli prevede la consegna del riepilogo da parte di ciascun associato.

Correzione errori. E’ il giorno dedicato alla ricerca degli errori riscontrati nelle situazioni contabili presentate da banche e agenti di cambio alla stanza di compensazione.

Consegna titoli. Cade verso la fine del mese solare e precede di solito il giorno di liquidazione. Chi ha venduto titoli nel corso del mese è tenuto in questo giorno a consegnarli alla propria contropartita.

Liquidazione. È il giorno in cui tutti i contratti si completano. Consegnati, infatti, i titoli il giorno precedente, resta soltanto da liquidare il controvalore.

Lascia un Commento

E-investimenti.com

E-investimenti.com

Avviso di rischio - I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Il 74-89% di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD.

 

ESCLUSIVO E TESTATO!

 

Ricevi gratuitamente i segnali di Trading Central!
Segnali Forex e multi-asset + Analisi di Trading Central