Il Dollar standard e la sua crisi

Dollar standardAlla base del comportamento « di fronda » della Francia c’è l’esame dell’andamento della bilancia dei pagamenti U.S.A. Per varie cause, tra cui la competitività di vari paesi industrializzati e le spese sostenute per la guerra in Vietnam, la bilancia dei pagamenti U.S.A. registra saldi passivi, il che dovrebbe condurre, come logica conseguenza, ad un cambio sfavorevole per tale paese; tuttavia, ciò non avviene, perché le banche centrali dei vari paesi si debbono acquistare dollari a prezzo fisso (35 dollari l’oncia), finanziando in tal modo il deficit U.S.A. ed assorbendolo.

Né è possibile altrimenti, poiché al Gold Exchange Standard si è sostituito il Dollar Standard, essendo il dollaro diventato la moneta richiesta in tutti i pagamenti internazionali. Ai dollari che affluiscono dagli U.S.A. e che costituiscono già una massa considerevole si aggiungono gli eurodollari (dollari che gli operatori dei vari paesi depositano presso le banche centrali e che servono ai bisogni del mercato internazionale senza passare attraverso il controllo delle autorità monetarie) che si possono ottenere a condizioni più favorevoli.

Tutto ciò finisce per incoraggiare la speculazione. Per la legge della domanda e dell’offerta, l’abbondanza di dollari sul mercato ne fa ribassare il prezzo, mentre quello dell’oro inizia la sua ascesa: incomincia ad insinuarsi la sfiducia nel dollaro e perciò se ne vendono le quantità possedute e si richiede che i pagamenti siano effettuati in oro.

Nel marzo 1968 si scioglie il Pool dell’oro e si instaura un doppio mercato: quello ufficiale, riservato alle banche centrali, che si svolge secondo il rapporto classico; quello libero, dipendente dalla legge della domanda e dell’offerta e nel quale l’oro raggiunge anche le punte di 210 dollari l’oncia.

Il rapporto dollaro/oro è, perciò, infranto e il dollaro, di fatto, diventa inconvertibile.

Lascia un Commento

Trading da mobile in sicurezza? Prova l'app AVATRADE GO con un conto demo gratuito.

Scopri di più
X
E-investimenti.com

E-investimenti.com

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti di investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Investimenti

Investi con fiducia sulla piattaforma leader mondiale di  trading >>

Trading in sicurezza e senza commissioni su +500 strumenti finanziari con con un broker regolamentato MiFID II. MT4/5, WebTrading e Mobile APP.

Unisciti alla rivoluzione del social trading di AvaTrade >>

Copia automaticamente gli investimenti dei trader piu’ esperti con  DupliTrade.

Ricevi $100.000 per fare pratica e migliorare le tue capacità di trading

Su ogni nuovo account AvaTrade verrà accreditato $100.000 in un portafoglio virtuale, che ti consente di fare pratica senza rischi.