Mercato Monetario e Mercato Finanziario

Mercato FinanziarioCome abbiamo accennato nei precedenti capitoli, il fenomeno del credito dà vita, attraverso la sua domanda e la sua offerta, a due distinti mercati che prendono il nome di mercato monetario e mercato finanziario.

Si usa dire che il mercato monetario è il mercato dei prestiti a breve scadenza ( cioè il mercato nel quale si negozia l’uso della moneta per periodi di tempo brevi o addirittura brevissimi) ed il prezzo che vi si determina dicesi saggio di sconto. Affluiscono su questo mercato, pertanto, titoli a vista o a breve scadenza (biglietti di banca, assegni, cambiali).

Domandano prestiti a breve scadenza:

a) gli imprenditori (commerciali e industriali) che vogliono procurarsi o integrare il capitale di esercizio per le loro imprese;

b) gli operatori di borsa, quando necessitano momentaneamente di disponibilità liquide per le loro operazioni di speculazione;

c) la Tesoreria dello Stato, allorché dovendo far fronte a temporanee deficienze di cassa, emette Buoni del Tesoro ordinari.

Offrono prestiti a breve scadenza:

a) le banche ordinarie, direttamente, attraverso le operazioni di sconto e le altre operazioni già esaminate;

b) le banche di emissione, per lo più indirettamente, attraverso le operazioni di risconto con le banche ordinarie;

c) altri organismi economici ci di grandi dimensioni (compagnie di assicurazioni e, talvolta, enti pubblici) che abbiano mezzi liquidi disponibili per breve tempo.

Mercato finanziario, invece, è il mercato dei prestiti a media o a lunga scadenza (cioè il mercato nel quale si negozia l’uso del risparmio per investimenti a medio o a lungo termine) ed il prezzo che vi si determina dicesi saggio di interesse.

Attraverso il mercato finanziario, dunque, il risparmio si trasforma in capitale fisso ed i titoli che vi affluiscono, pertanto, sono a media o a lunga scadenza (azioni ed obbligazioni) ; il luogo dove avvengono le contrattazioni relative a tali titoli è detto Borsa.

L’offerta è rappresentata qui dai risparmiatori disposti a vincolare per un periodo più o meno lungo i loro risparmi.

La domanda di risparmio, invece, è rappresentata:

a) dalle società azionarie, mediante emissione di azioni ed obbligazioni;

b) dalle imprese industriali e commerciali, in genere, che chiedono finanziamenti sotto forma di mutui;

c) dagli istituti di credito mobiliare e fondiario, mediante emissione di obbligazioni e cartelle, onde procurarsi i mezzi necessari per concedere a loro volta finanziamenti a medio od a lungo termine;

d) da speciali organismi economici, come le Società finanziarie e gli Istituti di investimento (investment-trusts), dei quali ci riserviamo di parlare nei capitoli seguenti;

e) dallo Stato (e dagli enti pubblici minori) onde far fronte alle necessità degli investimenti pubblici.

Mentre rimandiamo per il mercato monetario a quanto abbiamo detto nel capitolo precedente sulle banche di emissione ed ordinarie e sulle loro operazioni, esamineremo nei successivi capitoli gli istituti che operano nel mercato finanziario e le Borse, nonché le operazioni su titoli che in queste ultime si svolgono.

Lascia un Commento

Trading da mobile in sicurezza? Prova l'app AVATRADE GO con un conto demo gratuito.

Scopri di più
X
E-investimenti.com

E-investimenti.com

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti di investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.