Pianificazione e Programmazione dell’intervento dello Stato in Economia

Pianificazione e Programmazione

Si intende per pianificazione il sistema di direttive che viene imposto autoritariamente dallo Stato per regolare l’attività economica del paese in un certo numero di anni.

Il sistema della pianificazione è tipico dei paesi ad economia collettivista, i quali agiscono nelle particolari strutture giuridiche ed economiche a cui si è fatto cenno trattando più sopra dell’U.R.S.S. e della Cina popolare. Analogo discorso può farsi sui regimi democratico-popolari dell’Europa orientale.

Per programmazione — tale termine sembra preferito nei paesi ad economia prevalentemente liberista a quello di pianificazione — si intende l’enunciazione da parte dello Stato, premessa la situazione nazionale del momento, dei fini che si vogliono raggiungere entro un termine dato. Il programma di sviluppo dovrà quindi contenere innanzi tutto un fedele ritratto della situazione sulla quale si intende agire, una chiara enunciazione di quello che si vuole fare e del perché si vuole farlo.

Comunemente si distingue tra programmazione indicativa e programmazione precettiva: la prima vuole fornire agli operatori economici soltanto consigli, raccomandazioni, uniti a previsioni sull’andamento del mercato e dell’economia, in genere ottenute attraverso l’elaborazione di dati statistici, alle quali raccomandazioni le parti interessate sono libere di aderire o no. Nel secondo caso, l’autorità dello Stato si fa più pressante ed impone determinate scelte e linee di condotta economica da seguire.

Lascia un Commento

E-investimenti.com

E-investimenti.com

Avviso di rischio - I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Il 74-89% di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD.

 

ESCLUSIVO E TESTATO!

 

Ricevi gratuitamente i segnali di Trading Central!
Segnali Forex e multi-asset + Analisi di Trading Central