Prezzi delle imprese pubbliche

Prezzi delle imprese pubblichePer quanto riguarda determinate merci, di più largo consumo o di maggiore necessità (come, ad es., i medicinali), i governi intervengono fissando prezzi d’obbligo a cui i produttori hanno il dovere di attenersi. In Italia provvede a tale funzione il C.I.P., sigla sotto la quale agisce il Comitato Interministeriale dei Prezzi.

Dove lo Stato provvede direttamente ad attuare la politica dei prezzi è nel settore, oggi molto diffuso, delle imprese pubbliche. Tali imprese sono organismi economici attraverso i quali lo Stato esercita un’attività economica simile a quella dei privati, anch’essa diretta alla produzione o allo scambio di beni e servizi. Ma, mentre l’impresa privata esercita tale attività a scopo  di lucro, l’impresa pubblica ha di mira l’interesse generale.

Poiché sorge proprio per contrastare i monopoli privati o per permettere anche alle classi meno abbienti di usufruire di certi beni e servizi, l’impresa pubblica pratica prezzi che sono a volte pari al costo di produzione (prezzi pubblici), ma piú spesso inferiori allo stesso (prezzi politici). In ogni caso, i prezzi pubblici non comprendono il profitto. Se anche le imprese pubbliche praticano tariffe diverse per lo stesso servizio, esse lo fanno per favorire i ceti sociali piú poveri e non per impadronirsi della rendita del consumatore.

Come conclusione, avvertiamo che, sino a questo punto, si è parlato di prezzi politici in regimi ad economia di mercato; nei paesi a regime collettivista è chiaro che, essendo i servizi e i beni offerti prevalentemente dalle imprese pubbliche, si tratta, in ogni caso, di prezzi quanto meno pubblici, e cioè non comprensivi del profitto. Tuttavia, per ammissione degli stessi economisti sovietici, tra cui il Libermann, e degli uomini di Stato dell’U.R.S.S., tali prezzi non sono stati, almeno in passato, particolarmente bassi.

Infatti, se il prezzo non comprendeva il profitto, comprendeva tuttavia una quota x, destinata a determinate riforme di struttura che pare siano attuate al momento presente. Si è parlato, perciò, di prezzi-ombra. D’altra parte, è veramente difficile poter fissare prezzi di mercato che non avvengano attraverso il gioco della domanda e dell’offerta; per questo attualmente è in fase di studio nell’U.R.S.S. anche una riforma del sistema dei prezzi.

Le fonti di informazione che possediamo sono ancora troppo scarse per poterci fare un’opinione precisa sulla riuscita degli esperimenti. Tuttavia, pare che i prezzi praticati dalle imprese di Stato comprenderanno, dai prossimi anni, anche il profitto, che sarà destinato poi a scopi sociali.

Lascia un Commento

Trading da mobile in sicurezza? Prova l'app AVATRADE GO con un conto demo gratuito.

Scopri di più
X
E-investimenti.com

E-investimenti.com

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti di investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Investimenti

Investi con fiducia sulla piattaforma leader mondiale di  trading >>

Trading in sicurezza e senza commissioni su +500 strumenti finanziari con con un broker regolamentato MiFID II. MT4/5, WebTrading e Mobile APP.

Unisciti alla rivoluzione del social trading di AvaTrade >>

Copia automaticamente gli investimenti dei trader piu’ esperti con  DupliTrade.

Ricevi $100.000 per fare pratica e migliorare le tue capacità di trading

Su ogni nuovo account AvaTrade verrà accreditato $100.000 in un portafoglio virtuale, che ti consente di fare pratica senza rischi.