Principio di sostituzione

principio di sostituzioneSappiamo che i fattori produttivi sono tra loro complementari nel senso che tutti concorrono alla produzione.

Il loro concorso, tuttavia, non avviene in proporzioni ben definite e immutabili per ogni produzione dello stesso tipo; anzi, tali fattori sono parzialmente sostituibili gli uni agli altri, nel senso che si possono ottenere gli stessi prodotti, ora usando in maggiore misura dell’elemento lavoro, ora dell’elemento capitale, ora dell’elemento natura, ora, infine, giovandosi delle infrastrutture apprestate dagli enti pubblici.

E’ a questo punto che si nota tutto il valore del fattore organizzativo. L’imprenditore infatti, secondo il principio di sostituzione (Marshall), potrà ricercare la combinazione produttiva che economicamente gli conviene di più, acquistando ed impiegando in misura maggiore, ore, rispetto agli altri, quei fattori che, comparativamente, avranno un costo relativo minore.

Ciò è possibile perché in economia, a differenza che nella chimica, non è necessario rispettare la legge delle proporzioni definite perché si abbia il prodotto. Bisogna, cioè, distinguere tra combinazione produttiva economicamente migliore e combinazione produttiva tecnicamente migliore.

Nessun dubbio, infatti, che dosando i fattori in proporzioni ben definite e costanti si possa raggiungere un ottimo risultato tecnico. Ma sul piano economico, e cioè dei costi, il miglior risultato tecnico potrebbe rivelarsi il piú oneroso per l’imprenditore che preferirà, quindi, orientarsi sul risultato economico più vantaggioso, utilizzando maggiormente il fattore che riesce ad ottenere più a buon mercato.

Questo spiega, ad esempio, perché, in Inghilterra, si preferisca impiegare nella produzione maggiori unità di capitale, facilmente reperibile ad un costo relativamente basso, e, quindi, provvedere ad una produzione automatizzata con scarso impiego di mano d’opera. Quest’ultima infatti, tenuto conto dell’alto livello raggiunto dai salari in quel paese, verrebbe a costare di più.

Viceversa, nei paesi con sovrabbondante popolazione in cui i salari sono bassi, l’impiego della macchina sarà ritenuto meno conveniente tutte le volte che si possa, nelle stesse operazioni, adibire il fattore lavoro.

Lascia un Commento

Perché investire da solo ? Inizia a copiare automaticamente gli investimenti dei migliori traders al mondo.

Scopri di più
X
E-investimenti.com

E-investimenti.com

Avviso di rischio - I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Il 74/89% di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD.

Investimenti

Fai trading con fiducia di CFD su Azioni, Indici, Forex e Criptovalute

Fidata, Semplice, Innovativa. Unisciti ai milioni che hanno già fatto trading con Plus500.
Plus500CY è registrata presso CONSOB per offrire servizi in Italia (n. di registrazione 4161)

Non perdere la tua prossima opportunità:

• Negozia sui mercati con spread stretti
• Ottieni il controllo impostando avvisi sui prezzi e strumenti di gestione dei rischi
• Senza commissioni
• Fai trading di CFD su Azioni, Indici, Forex e Criptovalute

Acquisisci il controllo

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:
• Stop Limit / Stop Loss / Trailing Stop
• Stop garantito
• Notifiche push e via email GRATUITE sugli eventi di mercato
• Allarmi sui movimenti di prezzo, % di cambio e opinioni dei trader