Obama contro i repubblicani: “Inevitabile alzare il tetto del debito Usa”

Pubblicato da: MatteoT - il: 14-01-2013 21:32

Se il tetto del debito non sarà innalzato «le conseguenze saranno disastrose»: è questo il nuovo monito di Barack Obama, presidente americano. Il neo eletto democratico ha ricordato che i rischi di cui parla sarebbero una nuova ondata di recessione economica e finanziaria non solo negli Usa, ma a livello globale.

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

«Abbiamo fatto dei progressi e ci stiamo muovendo verso l’obiettivo di una riduzione di 4 trilioni di dollari del debito», ma «non possiamo portare a termine il lavoro solo attraverso i tagli», ha aggiunto il presidente Usa durante la conferenza stampa alla Casa Bianca. «Al momento -ha sostenuto Obama- la nostra economia sta crescendo e le aziende creano nuovi posti di lavoro».

È «assurda» anche solo l’ipotesi di non alzare il tetto del debito americano, attualmente fissato per legge a 16.400 miliardi di dollari, perché il Paese «potrebbe finire in recessione» se non ci sarà un accordo.

Il presidente ha sottolineato dalla Casa Bianca che c’è ancora bisogno di lavorare per rilanciare l’economia e che non si deve perdere tempo. Obama teme che i repubblicani cerchino un altro braccio di ferro come quello sul fiscal cliff, evitato solo all’ultimo minuto.

X

Avviso di rischio - Il 67-75% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.