Hollande sulle valute: “Abbassare il valore dell’euro”

Pubblicato da: MatteoT - il: 05-02-2013 18:50 Aggiornato il: 25-10-2015 9:25

Solamente ieri vi avevamo parlato della guerra valutaria, l’aspetto che più di ogni altro catalizzerà l’attenzione in questo 2013 che è da poco iniziato; yen, dollaro e sterlina vogliono ridurre il proprio valore ed alla fine, in questo contesto, a rimetterci potrebbe essere l’euro, che è la moneta dell’area economicamente più debole a livello globale.

Francois Hollande, nel suo primo discorso al Parlamento Europeo di Strasburgo, sembra avere le idee chiare sui passi che l’Eurozona dovrà compiere nei prossimi anni; l’Europa, dice il francese, “sta lasciando l’euro vulnerabile a movimenti irrazionali, in una direzione o nell’altra” e deve quindi reagire “con una politica dei tassi di cambio”.

Un’unione monetaria deve avere una politica sui tassi di cambio, altrimenti resterà soggetta a un tasso di cambio che non esprime le vere condizioni della sua economia”, ha dichiarato Hollande, che ha inoltre sottolineato come in Europa “i tagli alla spesa non devono minare la crescita”.

“Va bene fare tagli, ma indebolire l’economia no”, ha affermato Hollande, rivendicando l’impegno della Francia per il progetto europeo, un modello economico e sociale “invidiato in ogni altro continente” nel quale, però, molti cittadini stanno perdendo fiducia a causa della crisi.

“La crisi dell’Eurozona è in larga parte alle nostre spalle, la sfida di oggi è però la sfiducia della gente”, ha detto ancora Hollande, sottolineando come l’austerity non possa essere contrapposta alla crescita e come la politica di bilancio debba anche “sostenere i più vulnerabili, i più esposti alla crisi, i più poveri”.

Per quanto riguarda la necessità di agire sul tasso di cambio, l’inquilino dell’Eliseo ha invitato i partner dell’Eurozona a elaborare un progetto di medio termine. Immediata la risposta negativa del ministro dell’Economia tedesco, Philipp Roesler: “L’obiettivo deve essere il miglioramento della competitività, non l’indebolimento della valuta”.

Ora non resta che attendere l’intervento di Draghi; solamente lui potrà dire qual è l’idea dell’Eurozona per il futuro, speriamo il più prossimo possibile.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

eToro Deposito: 200€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65% e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Informazioni sull'autore

MatteoT

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

E-investimenti.com

E-investimenti.com