Conti correnti: sono davvero al sicuro i nostri risparmi?

Pubblicato da: MatteoT - il: 09-02-2013 11:00 Aggiornato il: 06-02-2013 22:57

Lo scandalo derivati che ha coinvolto settimana scorsa Monte dei Paschi di Siena ha lasciato preoccupazioni e strascichi amari anche sul fronte della fiducia che i consumatori correntisti hanno nei confronti delle banche. Sono in molti i titolari di conti correnti tradizionali ed online che si chiedono, in questi giorni, se i loro risparmi sono, o meno, effettivamente al sicuro.

Con la rivoluzione del Social Trading scopri chi sono i migliori trader italiani e del mondo e inizia a copiare automaticamente le prestazioni del loro portafoglio di trading. Demo gratuita da 100.000€  Scopri i migliori trader >>

Con la rivoluzione del Social Trading scopri chi sono i migliori trader italiani e del mondo e inizia a copiare automaticamente le prestazioni del loro portafoglio di trading. Demo gratuita da 100.000€  Scopri i migliori trader >>

Una vera e definitiva risposta su questo tema può essere data facendo riferimento al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi (FITD); la normativa in vigore obbliga tutti gli istituti di credito ad aderire a questo fondo di garanzia, che si attiva automaticamente in caso di fallimento di un istituto, rimborsando ad ogni titolare (anche chi ha sottoscritto c/c online) fino ad un massimo di 100.000 euro. Il rimborso, sempre secondo la legge, deve avvenire entro 20 giorni lavorativi dalla data di liquidazione.

Oltre al FITD c’è poi un altro fondo, quello di Garanzia dei Depositanti (FGD), che tutela specificatamente le banche del Credito Cooperativo e le Casse Rurali.

Discorso diverso, però, deve essere fatto per chi ha aperto un conto corrente presso una banca staniera; se tale banca non aderisce al FITD, il correntista è tutelato dallo Schema di Assicurazione dei Depositi del Paese di origine della banca (in questo caso occorre valutarne l’affidabilità creditizia e fare attenzione alla solidità economica del Paese).

Ricordiamo inoltre a tutti i titolari di conti correnti e conti deposito che il rimborso massimo erogabile di 100 mila euro è previsto anche in caso di conto cointestato per ogni singolo titolare. Se si possiedono più conti in diverse banche, il livello di copertura garantito dal FITD è pari a 100 mila euro su ciascuna banca.

Informazioni sull'autore

MatteoT

E-investimenti.com

E-investimenti.com

Avviso di rischio - I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74% e l’89% di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD.

ASPETTA!

Oggi 57 nuovi studenti hanno scaricato gratuitamente la guida al trading online di 24option!

VUOI SCARICARE ANCHE TU L'EBOOK GRATIS?