Italia? Il mercato peggiore in cui investire

Pubblicato da: MatteoT - il: 15-02-2013 15:00 Aggiornato il: 12-09-2013 12:31

Come saranno i futuri trent’anni dell’azionario? Sicuramente positivi, almeno secondo il report stilato da Credit Suisse, ma non in Italia, dove l’investimento azionario non sembra poter essere competitivo e conveniente come in altri Stati dell’Europa. Nei prossimi 30 anni, secondo quanto affermato dall’istituto elvetico, dall’azionario dobbiamo attenderci un rendimento medio del 3-4%.

✅ AVATRADE: Trading in sicurezza e senza commissioni su +500 strumenti finanziari con con un broker regolamentato MiFID II. MT4/5, WebTrading e Mobile APP. — Prova con un conto Demo gratuito +100.000€ virtuali  >>

AVATRADE: Trading in sicurezza e senza commissioni su +500 strumenti finanziari con con un broker regolamentato MiFID II. MT4/5, WebTrading e Mobile APP. — Prova con un conto Demo gratuito +100.000€ virtuali  >>

Il dato del Credit Suisse Global Investment Returns Yearbook 2013 si confronta con il tasso di ritorno da investimento nel debito fisso pari all’1%.

Tornando al nostro Paese, chi avrebbe investito nell’azionario italiano tra il 1900 ed il 2012 avrebbe avuto un rendimento annuo decisamente scarso e pari all’1,8%; performance peggiore solo per le obbligazioni, che dal 1900 ad oggi arrivano ad avere un rendimento negativo dell’1,6% per i bond privati e del 3,6% per i titoli pubblici.

Secondo la ricerca, effettuata in collaborazione con la London Business School, l’investimento azionario negli Stati Uniti nello stesso periodo avrebbe garantito un rendimento annuo del 6,3%, in Inghilterra del 5,2%, ed in Francia e Germania di poco superiori al 3%. I migliori sono i mercati di Sudafrica e l’Australia con un corposo +7,3%.

X

Avviso di rischio - Il 67-89 % dei conti di investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.