Trading sull’oro: due errori da evitare

Pubblicato da: MatteoT - il: 28-03-2013 15:40

In tempi di crisi, sappiamo bene che il Dollaro americano e l’oro diventano ben presto dei, cosiddetti, beni rifugio verso cui gli investitori internazionali si orientano per bilanciare ed equilibrare i propri portafogli finanziari. L’oro, tra l’altro, è anche uno dei beni finanziari più diffusi al mondo ma, questo, non significa che tutti gli investitori riescano a comprenderne a fondo ciò che guida il suo andamento.

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community e condividi le tue strategie di trading. La funzione di 🥇CopyTrader™ ti permette di copiare in maniera automatica le performance del portafoglio dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

Oro

Su “Futures Now”, George Gero, Precious Metals Strategist per RBC spiega e fa chiarezza su due dei più grandi errori che riguardano il trading dell’oro. Il primo riugarda il prezzo, mentre il secondo riguarda il contesto del mercato in cui si sta operando.

Errore numero 1: quando il prezzo scende?
Qui l’affermazione e la concezione operativa errata è la seguente: se il prezzo dell’oro scende, allora è il momento giusto per comprare. Non funziona esattamente così; come spiega George Gero “le società di gestione sono alla ricerca della prestazione, e la performance non è dell’oro. Questo spiega perché maggiore è il rally del mercato azionario, più forte è il vento contrario per l’oro”.

Quando le scorte dell’oro giallo hanno messo assieme performance superiori alla media, gli investitori spostano la loro attenzione su qualcosa che sta funzionando; è per questo, quindi, che nel trading l’oro conta molto il trend e, meno, il valore del bene stesso. Paradossalmente, quindi, la caduta dei prezzi dell’oro è una brutta notizia per chi sta cercando spunti buy.

Errore numero 2: quando il mercato è avverso?
Tutti noi consideriamo l’oro come un bene rifugio che va comprato quando non c’è fiducia sui mercati finanziari e, quindi, quando le azioni si muovono in negativo. Non è così. L’oro, spiega Gero, “è un bene rifugio incompreso dal trading. Il vero rifugio dell’oro sta nel mantenimento del potere d’acquisto”.

Cosa significa? Le persone dovrebbe acquistare oro solamente quando temono l’inflazione, perchè questo metallo ha la peculiarità di mantenere il proprio valore in un modo tale che nessuna valuta riesce a fare. L’oro protegge dall’inflazione, ma non dai rallentamenti economici e, per questo, “l’oro non può essere considerato come una riserva contro i movimenti avversi di mercato”, conclude poi Gero.

George Gero ritiene che gli investitori retail dovrebbero avere un 5% in oro nel loro portfolio. Possedere lingotti d’oro non proteggerà dai movimenti avversi del mercato, bisogna solo mantenerne abbastanza per proteggersi dall’inflazione.

Informazioni sull'autore

MatteoT

Trading da mobile in sicurezza? Prova l'app AVATRADE GO con un conto demo gratuito.

Scopri di più
X
E-investimenti.com

E-investimenti.com

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti di investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

etoro

Investi con fiducia sulla piattaforma leader mondiale di social trading

Il modo piu’ intelligente per investire,  copiare automaticamente i trader piu’ esperti.

Questa è la rivoluzione del social trading di eToro.

Condividi sulla community le tue strategie di trading e utilizza la funzione di CopyTrader™.

Ricevi $100.000 per fare pratica e migliorare le tue capacità di trading

Un portafoglio virtuale, che ti consente di fare pratica senza rischi.

Il 75% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD con questo provider. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.