Cipro: prelievo forzoso del 37,5%

Pubblicato da: MatteoT - il: 30-03-2013 10:48

Dopo una settimana di continue notizie ed indiscrezioni, sono arrivati i dati ufficiali sul prelievo forzoso nelle banche di Cipro. La banca di Cyprus ha fissato al 37,5% il prelievo forzoso sui conti oltre i 100 mila euro. Lo ha annunciato la tv statale cipriota, subito dopo l’annullamento delle misure di restrizione del credito.

Conto Demo da 100.000€ – Inizia a fare trading con un conto demo gratuito su Broker Regolamentato. Inclusi 30 giorni di prova gratuita dei segnali di Trading Central!  Provo adesso >>

Conto Demo da 100.000€ – Inizia a fare trading con un conto demo gratuito su Broker Regolamentato. Inclusi 30 giorni di prova gratuita dei segnali di Trading Central! Provo adesso >>

Economia

La misura, che sarà annunciata ufficialmente oggi, prevede una tassa del 37,5% sui maxi conti, con il valore che sarà convertito in azioni della banca. Sul restante 62,5%, invece, potrebbe scattare il rischio di “non fruttare”, ossia la misura potrebbe prevedere il mancato pagamento degli interessi su una quota del 22,5% del conto e la regolare corresponsione della rendita sul restante 40%, ma solo in caso di buon andamento dei conti della Banca.

Il provvedimento del prelievo forzoso, come ben sappiamo, rientra nell’ambito dell’accordo raggiunto nello scorso fine settimana da Nicosia con l’Eurogruppo, al fine di salvare il Paese dalla bancarotta. Il presidente Nicos Anastasiades, poi, ha ribadito con forza che l’isola del Mediterraneo non ha alcuna intenzione di uscire dall’euro.

Ha poi duramente criticato le autorità bancarie, cipriote ed europee, per aver consentito che venisse finanziata una banca – la Laiki Bank – che adesso sarà oggetto di un “fallimento controllato” prima di venire assorbita in parte dalla Bank of Cyprus.

Nel tardo pomeriggio di ieri sono state revocate le misure che limitavano i pagamenti con carte di credito all’interno del Paese mentre restano in vigore le limitazioni per l’uso delle carte all’estero.

I prelievi di contante rimangono però ancora bloccati a 300 euro al giorno a persona come pure i bonifici verso altri Paesi non possono oltrepassare i 5.000 euro al mese e chi deve andare all’estero non può portare con sé oltre 1.000 euro in contanti pena il sequestro all’aeroporto della somma in eccesso.

Informazioni sull'autore

MatteoT

E-investimenti.com

E-investimenti.com

Avviso di rischio - I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Il 74-89% di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD.

ASPETTA!

Oggi 57 nuovi studenti hanno scaricato gratuitamente la guida al trading online di 24option!

VUOI SCARICARE ANCHE TU L'EBOOK GRATIS?