Crisi: una generazione di poveri

Pubblicato da: MatteoT - il: 04-05-2013 12:00 Aggiornato il: 02-05-2013 16:42

Mike Norman, famoso economista americano, durante un’intervista pubblicata e resa disponibile anche su YouTube, ci spiega il suo punto di vista sulla questione che sta alimentando maggiormente la ricerca accademica del momento, ossia quella relativa agli errori dei due economisti di Harvard, Reinhart e Rogoff, ed anche alle conseguenze che i loro errori hanno avuto.

austerità

Nel 2010, un loro studio, venne ampiamente utilizzato da politici ed economisti a dimostrazione del fatto che l’austerità fosse necessaria; in realtà il progetto dei due economisti conteneva degli errori manifesti ed evidenti a tal punto, oggi, di chiedersi se questi sbagli fossero stati involontari o intenzionali?

L’economista Norman spiega, quindi, quale sarà l’eredità che deriverà da questo errore. L’austerità, di fatto, ha creato una intera generazione di nuovi poveri che sarà ciò che “noi vecchi” lasceremo ai nostri figli. Ma vediamo, nel dettaglio, quali sono stati gli errori più clamorosi che hanno commesso i due economisti di Harvard.

Il primo errore commesso è stato quello di non comprendere a fondo la questione del debito sovrano e, di conseguenza, di non distinguere tra quelle nazioni che emettono la propria moneta e quelle nazioni che tale pratica non possono adottarla (come i Paesi aderenti all’Eurozona). Nel loro studio, infatti, non è presente neanche un singolo caso di nazione a moneta fluttuante e non convertibile soggetta ad una crisi di debito o ad un default.

Norman, poi, continua dicendo che quando i tre professori che hanno scoperto gli errori dei due economisti di Harvard, hanno riprovato a fare tutti i calcoli in maniera corretta, senza esclusioni, senza manipolazioni, con la giusta ponderazione, essi hanno ottenuto il risultato opposto, ossia che gli Stati con un alto debito pubblico non hanno mostrato alcuna tendenza negativa rispetto alla crescita, al contrario la crescita si è dimostrata positiva.

Il problema principale, secondo Norman, è la conseguenza che deriva da tali “errori” di calcolo, ecc, cioè il fatto che tali errori siano stati responsabili della disoccupazione di milioni di persone; inoltre quando ai due economisti è stato posto davanti l’errore nel foglio di calcolo, essi si sono limitati a dire “Ehi, grazie per avercelo fatto notare; staremo più attenti la prossima volta”. La teoria economica dominante è quindi completamente, completamente corrotta, comprata e pagata da Wall Street e dai suoi poteri e dichiara.

Quali sono le frasi più importanti dell’intervista di Mike Norman?

1) “Loro vogliono l’austerità, loro ti vogliono vedere disoccupato, loro vogliono che i governi credano di essere impotenti se non fanno quello che gli dicono. Perché? Perché questo da loro più potere e ricchezza, ecco perché voi, io, i nostri figli, non abbiamo possibilità. Ci porteranno via tutto e useranno ogni forma di bugia, manipolazione, inganno, ricatto, distorsione o anche la forza, sì, la forza per ottenerlo”.

2) “È arrivato il momento, il momento di reagire. La prima cosa che dobbiamo fare per contrastare tutto ciò è smettere di lasciargli controllare il nostro pensiero, possiamo ancora controllare ciò che pensiamo e ciò in cui crediamo e solo se partiamo da questo forse avremo una possibilità”.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

eToro Deposito: 200€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74 e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Informazioni sull'autore

MatteoT

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra 74 e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

E-investimenti.com

E-investimenti.com