Riepilogo Valute Forex 11 maggio 2013

Pubblicato da: MatteoT - il: 11-05-2013 14:35 Aggiornato il: 04-08-2015 15:21

Come ogni sabato, eccoci qui a fare il riepilogo delle valute principali scambiate nel mercato del Forex durante la settimana iniziata alle 23.00 di domenica 5 maggio e conclusasi alle 23.00 di ieri, venerdì 10 maggio 2013. La settimana da poche ore chiusasi ha messo in luce un aspetto importante: la crisi finanziaria ed economica si inizia a far sentire anche nei Paesi orientali, come l’Australia.

Forex

La decisione più importante della settimana, che fa da seguito a quanto deciso giovedì 2 maggio 2013 dalla Bce e da Mario Draghi, è quella della riduzione dei tassi di interesse di riferimento in Australia da parte dell’istituto centrale. Altrettanto, invece, non ha fatto il Regno Unito che però ha confermato la politica monetaria accomodante per dare linfa vitale all’economia interna.

Gli Stati Uniti, invece, ci mostrano che la loro situazione sta migliorando a vista d’occhio, soprattutto nel mercato del lavoro visto che le richieste di sussidi di disoccupazione hanno raggiunto il valore minimo degli ultimi 5 anni, confermando l’ottimo dato dei non farm payrolls di venerdì 3 maggio 2013 quando la pubblicazione era stata migliore sia della precedente che delle attese degli analisti.

Veniamo ora al riepilogo delle valute Forex iniziando dalla major per eccellenza, ossia l’EUR/USD. Se a metà settimana ci trovavamo vicino alle resistenze ed in corrispondenza di 1,3175, dopo la notizia dei miglioramenti del mercato del lavoro americano il biglietto verde ha preso il volo ed ha trascinato al ribasso l’euro, che vale ora meno di 1,3000.

Molto simile al movimento dell’euro/dollaro americano c’è anche quello del cable; la sterlina, infatti, è calata pesantemente da giovedì in avanti; ora il cambio si trova a circa 1,5300. In entrambi i casi, sia per l’euro che per la sterlina, possiamo attenderci un’ulteriore dimostrazione di forza del dollaro durante la prossima settimana, magari dopo un breve ritracciamento.

La notizia di giovedì è stata decisiva per il dollaro anche nei confronti dello yen; la valuta americana, infatti, dopo diversi tentativi è riuscita a sfondare la quota 100, importante resistenza storica oltre che soglia psicologica derivante da cifra tonda. Il movimento rialzista, accompagnato da un ottimo exploit della Borsa di Tokyo, si è interrotto al livello di 101,75. Per la prossima settimana sono in vista altre salite.

Chiudiamo con la coppia tra euro e sterlina inglese. La settimana è stata vissuta sostanzialmente in fase laterale all’interno di un range con limite superiore a 0,8480 e limite inferiore a 0,8400. Per la prossima settimana attendiamo delle conferme prima di entrare nel mercato in una direzione o nell’altra.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

eToro Deposito: 200€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74 e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Informazioni sull'autore

MatteoT

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra 74 e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

E-investimenti.com

E-investimenti.com