Le pagelle ai governatori: Draghi il peggiore

Pubblicato da: MatteoT - il: 19-05-2013 12:43 Aggiornato il: 19-05-2013 11:46

Non solo ad aziende e Stati. Il rating, almeno per questa volta, è una questione di pertinenza dei governatori delle Banche centrali di tutto il Mondo. Sono loro, con le decisioni di politica monetaria, ad influenzare maggiormente l’economia e la finanza degli ultimi mesi. Le strategie sono molto simili: maxi iniezioni di liquidità che vanno a confluire nel sistema finanziario, senza dare veri aiuti all’economia reale.

Con la rivoluzione del Social Trading scopri chi sono i migliori trader italiani e del mondo e inizia a copiare automaticamente le prestazioni del loro portafoglio di trading. Demo gratuita da 100.000€  Scopri i migliori trader >>

Con la rivoluzione del Social Trading scopri chi sono i migliori trader italiani e del mondo e inizia a copiare automaticamente le prestazioni del loro portafoglio di trading. Demo gratuita da 100.000€  Scopri i migliori trader >>

5 euro nuovi

Chi sono le personalità che sono state giudicate? Stiamo parlando di Mario Draghi, presidente della Bce, Haruhiko Kuroda, numero uno della Bank of Japan e Ben Bernanke, timoniere della Federal Reserve. E il giudice? Semplice: Jim McCaughan, amministratore delegato di Principal Global Investors, società globale di gestione degli asset.

Ebbene, Draghi è in fondo alla classifica, e riceve un “C”, Bernanke è secondo con un “B” e la palma d’oro spetta a Kuroda con un “A-“. Il banchiere fiorentino è insomma quello che fa peggio tra i principali banchieri centrali del mondo. Perchè? “L’unica ragione per cui ha ricevuto un C è che sta facendo meglio del suo predecessore Jean Claude Trichet“. Di certo, non una spiegazione confortante.

Su Bernanke “stiamo parlando molto della strategia di exit della Fed, e di quello che accadrebbe con la fine del quantitative esasing. (Ma) non ci sono assolutamente segnali di una uscita dalla strategia della Bce, che ha aumentato in modo massiccio il proprio bilancio. L’economia non risponde, non c’è trasmissione. Il problema insomma è che la Bce ha aumentato la liquidità offerta alle banche e tagliato i tassi di interesse, ma queste misure non si sono tradotte in una crescita economica. Tanto che il pil dell’Eurozona si è contratto dello 0,2% nel primo trimestre su base trimestrale”.

Informazioni sull'autore

MatteoT

E-investimenti.com

E-investimenti.com

Avviso di rischio - I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 75% di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD.

 

ESCLUSIVO E TESTATO!

 

Ricevi gratuitamente i segnali di Trading Central!
Segnali Forex e multi-asset + Analisi di Trading Central