JP Morgan sicura: “Il futuro è in Africa”

Pubblicato da: MatteoT - il: 01-06-2013 12:00 Aggiornato il: 30-05-2013 16:17

Gli investitori iniziano a guardarsi attorno. Se fino a pochi mesi fa tutti erano concordi nel vedere la Cina come la futura regina dei mercati mondiali, ora le cose iniziano a cambiare. E questa teoria è dimostrata anche da quanto fatto dal Fondo monetario internazionale che, pochi giorni fa, ha ridotto le previsioni di crescita per il 2013 di Pechino, che passano dall’8 al 7,75%.

Forex 7

In molti potrebbero anche argomentare che questa riduzione è insignificante se confrontata con i ritmi di crescita dell’occidente, America ed Europa su tutti. Invece non è così: sono molte le perplessità che si stanno palesando sul futuro della Cina a livello di sviluppo economico.

Ed allora cosa fare? Semplice. Spostare la propria attenzione in altri mercati, come quelli sub-sahariani, considerati come un terreno fertile per ottenere guadagni importanti nel prossimo futuro.

Da JP Morgan a ICBC, tutti guardando al Sub-Sahara. E non per una vacanza o per un safari, bensì per investire i propri soldi. Si, avete capito bene. Spinti dagli ingenti problemi che non accennano a risolversi all’interno delle economie occidentali, i grandi consumatori cominciano a concentrarsi sul Continente nero.

Gli esperti di Standard Chartered non hanno dubbi: il mercato africano è in forte espansione. La società finanziaria londinese sta studiando bene la situazione, cercando di capire come muoversi. Nelle sue analisi, infatti, si può notare che sette delle dieci economie che stanno crescente più rapidamente nel Mondo sono proprio in Africa.

Ed è proprio per questo motivo che la banca ha deciso di raddoppiare, da qui ai prossimi 5 anni, le sue filiali nel “continente nero”. In poche parole, il potenziale è enorme, la concorrenza, per adesso, è poca e Standard Chartered non vuole perdere questo treno.

Shankar, amministratore delegato del gruppo, sottolinea: “Adesso sta emergendo il lato positivo nella storia dell’Africa. La governance sta migliorando e anche la stabilità politica è in aumento”. Riassumendo: se il continente riuscirà a trovare una propria stabilità politica, cosa considerata ormai probabile, il mercato sub-sahariano potrebbe crescere a dismisura.

A dimostrarlo ci sarebbero paradossalmente anche i traffici illeciti (pensiamo al contrabbando o al traffico di droga). Secondo il Professor Mthuli Ncube, vice-presidente della AfDB, la banca africana per lo sviluppo economico: “Se non ci fosse questa fuga di denaro all’estero, l’Africa potrebbe essere in grado di finanziare gran parte del suo sviluppo da sola”.

Insomma, il Continente Nero potrebbe essere la rivelazione dei prossimi anni e i grandi investitori non vogliono lasciarsi scappare l’occasione. Il futuro sarà nel mercato sub-sahariano? Staremo a vedere. Se così fosse, potrebbero cambiare gli equilibri mondiali. Il terzo mondo, potrebbe non essere più tale.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

eToro Deposito: 200€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65% e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Informazioni sull'autore

MatteoT

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

E-investimenti.com

E-investimenti.com