Flessibilità Bilanci Ue: le ultime novità

Pubblicato da: MatteoT - il: 04-07-2013 14:39

azioni

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

La Commissione Ue, tramite il portoghese Barroso, ha annunciato nella serata di ieri che ci sarà più flessibilità per i bilanci dei Paesi virtuosi. L’istituto europeo ha spiegato che “consentirà deviazioni temporanee dal raggiungimento dell’obiettivo di medio termine” per permettere “investimenti pubblici produttivi”.

Pronto il commento di Enrico Letta, fra i promotori dell’iniziativa; il premier, su Twitter, ha così commentato la vicenda: “Ce l’abbiamo fatta! Più flessibilità per prossimi bilanci per Paesi come Italia con conti in ordine”, ha scritto infatti il premier su Twitter.

In una nota, il governo sottolinea il successo della linea italiana a Bruxelles spiegando: “Il Presidente della Commissione europea, Barroso, ha appena annunciato a Strasburgo per i Paesi usciti dalla procedura di deficit eccessivo, come l’Italia, una maggiore flessibilità di bilancio nel 2014 per investimenti produttivi e per rilanciare la crescita“. E Palazzo Chigi commenta: “E’ il premio per la scommessa che questo governo ha fatto fin dall’inizio sul rispetto degli obiettivi di finanza pubblica”.

Insomma, oggi (ieri, ndr) è il giorno dell’esultanza con il governo che, si legge ancora in una nota, “raccoglie con grande soddisfazione un risultato importante, forse il più importante di tutti nel rapporto con le istituzioni europee“.

A frenare l’entusiasmo del governo italiano, però, ci si è messo Bruxelles: “Se a novembre il dato del deficit sarà confermato al 2,9% di maggio, non ci sarà margine” per manovre per la crescita. Il commissario agli Affari economici, Olli Rehn, in una lettera ai ministri dell’Economia della Ue, ha sottolineato che la flessibilità concessa dalla Ue non può in alcun modo “rompere il 3% di deficit” e derogare dalla “regola del debito” scritta nel ‘fiscal compact’ che impone di ridurlo di un ventesimo all’anno.

Flavio Zanonato, il ministro dello Sviluppo Economico italiano, ha così commentato la vicenda: “Aver ottenuto dall’Europa maggiore flessibilità sui vincoli di deficit è un grosso risultato. Poi, però, ha aggiunto: “Attenzione a non prenderlo con eccesso di ottimismo”.

Da Bruxelles arriva “un’ottima notizia, premia il lavoro fatto negli ultimi mesi, che ha tolto un po’ di scetticismo da parte di alcuni”. Lo ha detto il ministro dell’Economia, Fabrizio Saccomanni, in merito alla maggiore flessibilità sul deficit. “Non è in discussione il 3%, il problema sono le deviazioni temporanee”, ha aggiunto.

X

Avviso di rischio - Il 67-89 % dei conti di investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.