Confconsumatori sporge denuncia nei confronti di tassi mutuo usurari

Pubblicato da: Luca M. - il: 11-07-2013 10:18 Aggiornato il: 01-07-2014 16:19

Non è certo una novità il fatto che i tassi applicati sui mutui dalle banche italiane siano spesso troppo elevati – naturalmente, il problema riguarda anche i mutui on line stipulati via Internet. La novità è costituita invece dalle prime diffide che Confconsumatori ha sporto nei confronti di alcune società di credito, contestando presunti tassi usurari sui finanziamenti. Questa azione è stata resa possibile dalla nuova sentenza (350/2013) della Corte di Cassazione, la quale prevede la possibilità di «recuperare integralmente gli interessi pagati sui mutui e sui finanziamenti» qualora gli interessi di mora, le penali e le spese accessorie superino il «tasso di soglia» definito dalla legge antiusura 108/96.Tasso mutuo

Questa legge, infatti, calcola il “tasso effettivo globale” (Teg) applicato sui finanziamenti sommando tutti gli importi addebitati dalle banche al consumatore; se il Teg è superiore al tasso di soglia, si entra in regime di usura e si possono quindi ottenere rimborsi sulle cifre pagate. Sul sito dell’Adusfeb (www.adusfeb.it) è disponibile la modulistica necessaria per richiedere i rimborsi; si può inoltre consultare una tabella che consente di verificare se il mutuo che si sta pagando sia a tasso usurario o meno.

La stessa Adusfeb sottolinea le condizioni svantaggiose in cui i risparmiatori italiani si trovano rispetto ai loro omologhi dell’eurozona: gli interessi applicati sui mutui ipotecari dalle banche tricolori sono mediamente al 4,46%, mentre la media europea è del 3,34%. Tradotto in soldoni, un mutuo trentennale da 100 mila euro viene a costare ad un italiano circa 23 mila euro in più: si spera che queste differenze possano affievolirsi anche grazie alla sentenza della Cassazione.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

eToro Deposito: 200€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65% e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Informazioni sull'autore

Luca M.

Appassionato di Investimenti nel trading Online, Borsa, Trading Forex e Opzioni Binarie

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

E-investimenti.com

E-investimenti.com