Visco: “Ripresa solo dal 2014, ma nessun Rischio Italia”

Pubblicato da: MatteoT - il: 21-07-2013 7:00 Aggiornato il: 20-07-2013 15:35

soldi_euro_monete

Continuano a slittare le previsioni di ripresa per l’Italia. Il governatore di Bankitalia, Ignazio Visco, durante il G20 di Mosca, ha affermato che “La ripresa? Le previsioni dicono che ci sarà un segno positivo nel quarto trimestre”. Il numero uno di Palazzo Koch, auspica che l’economia sfrutti la “folata che ci aspettiamo nel prossimo semestre” ma ricordando che c’è uno sfondo di “grande incertezza”.

“La ‘via maestra’ è quella di far ripartire l’economia” ma “ci vorrà un sacco di tempo” prima che l’Italia ritrovi “una crescita solida”: perché “l’economia italiana è da sei anni che non riesce a mettersi in carreggiata e sono trent’anni che non ci aggiustiamo con il resto del mondo”.

“Stabilità politica pesa sulla ripresa” – In Italia, ha aggiunto Ignazio Visco, “siamo in una fase critica. C’è un problema di stabilità istituzionale e politica che incide sulla capacità di cogliere le opportunità della ripresa”. “Questa situazione – ha proseguito – ha portato ad una revisione del rating che può essere giudicata non coerente con i fondamentali“.

Visco, inoltre, ha tenuto a precisare che non c’è alcun tipo di ‘rischio Italia’, sottolineando l’importanza della stabilità istituzionale che sembra sia tornata con il governo Letta supportato da Scelta Civica, Partito Democratio e Popolo delle Libertà: “No, non si è parlato di rischio Italia”, ha assicurato rispondendo alla domanda se alcuni recenti sviluppi interni, dal caso Ablyazov all’udienza in Cassazione a fine luglio per Berlusconi nel processo Mediaset, avessero fatto tornare la percezione del rischio Italia.

Il sistema bancario italiano è sostanzialmente solido, “non ci sono segni di preoccupazione eccessivi”, ha sottolineato. Dalle analisi del Fmi sia da quelle effettuate da via Nazionale emerge “una capacità di tenuta del sistema bancario a shock esterni in termini di capitale”. “E’ ovvio – ha aggiunto – che la base patrimoniale è fondamentale e va accresciuta ma non ci sono segni di preoccupazione eccessiva. Ciò verrà confermato anche nell’esercizio di asset quality review che verrà effettuato prossimamente”, ha detto.

Il rimborso dei debiti della pubblica amministrazione è un fatto positivo, anche se complicato dal punto di vista burocratico”: il governatore di Bankitalia plaude così alla decisione del governo di accelerare l’erogazione dei fondi alla P.A. per pagare i debiti verso le imprese. Debiti che, secondo una stima fatta dalla Banca d’Italia in modo campionario, ammonterebbero nel complesso a 90 miliardi di euro, stando a quanto dichiarato dalle imprese.

Quanto alla situazione economica globale, viene riassunta nel comunicato finale del G20, che parla di una situazione ancora “troppo debole” e di una ripresa “fragile e ineguale”. Secondo i ministri delle Finanze e i banchieri centrali, i rischi per la ripresa rimangono “elevati”. Le priorità economiche del G20, infine, sono la crescita e la creazione di posti di lavoro.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

eToro Deposito: 200€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74 e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Informazioni sull'autore

MatteoT

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra 74 e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

E-investimenti.com

E-investimenti.com