Abe vince le elezioni in Giappone

Pubblicato da: MatteoT - il: 21-07-2013 21:02 Aggiornato il: 04-08-2015 15:20

Crisi Giappone

✅ AVATRADE: Trading in sicurezza e senza commissioni su +500 strumenti finanziari con con un broker regolamentato MiFID II. MT4/5, WebTrading e Mobile APP. — Prova con un conto Demo gratuito +100.000€ virtuali  >>

AVATRADE: Trading in sicurezza e senza commissioni su +500 strumenti finanziari con con un broker regolamentato MiFID II. MT4/5, WebTrading e Mobile APP. — Prova con un conto Demo gratuito +100.000€ virtuali  >>

L’evento clou del weekend è terminato ed ha restituito il quadro che tutti avevano ampiamente previsto e preannunciato. Gli elettori giapponesi hanno premiato l’Abenomics ed hanno dato più poteri a Shinzo Abe, premier nipponico. Gli exit pool rilasciati al termine delle urne, alle 13.00 ora italiana, oltre ai primi scrutini mostrano che la coalizione di governo ha strappato all’apposizione la maggioranza assoluta dei seggi alla Camera Alta.

Avendo già il supporto di due terzi della Camera Bassa, il primo ministro Abe potrà governare con un’ampia maggioranza parlamentare per i prossimi tre anni: è finita l’anomalia di maggioranze diverse nei due rami della Dieta, che hanno portato negli scorsi anni a una fondamentale instabilità politica (dopo il quinquennale regno di Koizumi, finito nel 2006, i primi ministro sono “durati” per lo più un solo anno).

Come dicevamo nell’articolo di ieri, i seggi in palio erano 121, ossia l’esatta metà dei 242 dell’assemblea nel suo complesso. Gli exit pool segnalano che la coalizione di governo, quella tra il Partito Liberaldemocratico di Abe ed il New Komeito, hanno conquistato oltre 70 seggi, che sommati ai 59 già posseduti li portano ad un totale di 130 su 242 dell’emiciclo.

Sempre i primi exit poll suggeriscono però che i liberaldemocratici non avrebbero la maggioranza assoluta da soli: il supporto del New Komeito (emanazione dell’organizzazione buddista Soka Gakkai) resta dunque importante per Abe. Il che, se confermato, fa tirare un sospiro di sollievo a chi teme che un premier troppo forte possa dimenticare le priorità dell’economia per perseguire una agenda politica di chiara impronta nazionalistica, in grado di influire negativamente sull’economia.

Chiudiamo con una curiosità. Si tratta di Antonio “Toni” Inoki che è stato eletto al Senato del Giappone. E’ ben noto al pubblico italiano per via di alcune vecchie serie televisive.

X

Avviso di rischio - Il 67-89 % dei conti di investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.