Crisi politica in Portogallo: quale futuro?

Pubblicato da: MatteoT - il: 24-07-2013 8:00 Aggiornato il: 23-07-2013 14:39

Europa crisi

🚀 Rendimento fino al 19% annuo? Investimenti in Prestiti: ottieni rendite passive con NIBBLE FINANCE👍 Investimenti a partire da 10 € ✅ Scegli una strategia di investimento in base alle tue preferenze in termini di redditività e rischio… Scopri di più >>

🚀 Rendimento fino al 19% annuo? Investimenti in Prestiti: ottieni rendite passive con NIBBLE FINANCE👍 Investimenti a partire da 10 € Scegli una strategia di investimento in base alle tue preferenze in termini di redditività e rischio… Scopri di più >>

Le notizie sulla crisi politica ed economica del Portogallo continuano ad aggiornarsi. Giusto ieri si è appresa la notizia che Pedro Passos Coelho, primo ministro portoghese, ha inviato un messaggio di stabilità ai mercati finanziari affermando che l’esecutivo da lui guidato continuerà il suo mandato ed allontanando lo spettro delle elezioni anticipate.

Così, è arrivata la risposta positiva da parte dei mercati finanziari che nelle ultime settimane sono stati scossi dall’incertezza politica di un governo che sembrava sul punto di cadere. All’inizio del mese di luglio 2013 il governo portoghese ha subito dei duri colpi in seguito alle dimissioni di due ministri centrali per la stabilità della coalizione di maggioranza.

E questo fatto ha avuto delle ripercussioni pesanti anche sul fronte finanziario ed obbligazionario, con i rendimenti sui titoli a 10 anni che hanno superato la soglia del 7%, arrivando a 7,64%. Dopo il messaggio di Coelho, i rendimenti sono scesi dello 0,45%, al 6,29%.

Nonostante il debito pubblico al 123% e il deficit l 7.1%, il Portogallo era considerato un esempio di paese “virtuoso” tra quelli salvati dall’Unione Europea. Le riforme strutturali necessarie sono state messe a punto e la strada dell’economia portoghese sembrava essere quella giusta per la ripresa.

La nuova ondata di crisi in Portogallo, generata dall’instabilità politica, ha portato ad un’impennata dei rendimenti sui titoli di stato non solo in Portogallo, ma anche nel resto del Sud Europa.

Secondo gli analisti, tuttavia, i livelli sui titoli di Stato del Paese portoghese sono ancora all’interno della zona di guardia, ossia quella zona che può consentire al Paese di presentarsi ai mercati con dei bond da collocare in asta, ma c’è un certo allarmismo per le possibili tensioni politiche e sociali.

Secondo una nota Rabobank International bisogna “prendere con le pinze” i messaggi di stabilità lanciati dal governo. Le divergenze all’interno della coalizione, si legge, si presenteranno nuovamente nel settembre 2014, allo scadere dei nuovi target sul bilancio e, a quel punto, “la vera minaccia è rappresentata dall’eventuale bisogno di nuovo aiuto da parte dei creditori”.

Si legge, infine, in una nota Barclays: “Crediamo che in Portogallo, il rischio [di crisi politica] rimarrà prezzato sui mercati finanziari fino a quando il governo non riprenderà il forte programma di riforme portato avanti sino ad oggi“.

X

Avviso di rischio - Il 67-75% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.