Cina: Moody’s lancia l’alert default creditizio

Pubblicato da: MatteoT - il: 27-07-2013 22:30 Aggiornato il: 27-07-2013 21:53

cina_bandiera

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

Non c’è pace per la Cina. Li Keqiang, premier cinese, è stato avvisato da Moody’s: stanno giungendo a maturazione finanziamenti colossali, per 21 miliardi di dollari, emessi dai governi locali. Il rischio di insolvenza è elevato.

Alcune fonti di finanziamento dei governi locali, che in Cina sono chiamate LGFV, espirano nella seconda metà dell’anno in corso. Secondo quanto riportato da Everbright Securities Co., si tratta dell’ammontare più elevato dal 2000 e persino doppi rispetto all’importo giunto a scadenza nel primo semestre. Il prossimo anno arriveranno a scadenza 208,8 miliardi di yuan di obbligazioni LGFV, il 10% in più rispetto a quest’anno e il 122% in più sul 2012.

I rendimenti delle note, infatti, stanno salendo in modo vertiginoso. Il rifinanziamento sarà una sfida molto interessante dal momento che le obbligazioni societarie sono crollate ai minimi degli ultimi due anni nel secondo trimestre del 2013.

Il rischio di insolvenza è più che concreto. Tanto che, come riportato dalla agenzia Xinhua News Agency, nella città di Ordos (Mongolia) i distretti stanno lottando per rimborsare il debito e pagare i lavoratori, secondo quanto riporta l’agenzia Xinhua News Agency.

X

Avviso di rischio - Il 67-75% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.