Previsioni 2018: Bitcoin VS ethereum

Pubblicato da: TommasoP - il: 18-01-2018 10:31

Le previsioni 2018 per il Bitcoin prevedono una rimonta fino a quota $40.000! Ma questo è un target possibile?

Abbiamo notato che per tutto il 2017 il Bitcoin è stato caratterizzato non solo da un forte rialzo del prezzo ma anche da un forte rally che lo ha visto protagonista per l’intero anno sia tra investitori che si sono prodigati per acquistarlo, sia anche tra trader che invece hanno puntato solo e soltanto sulla speculazione del prezzo.

Grazie ad esso, molte altre valute digitali hanno colto l’opportunità di fare un salto in avanti e confermarsi tra le valuta digitali più tradate.

Ecco quindi che noi oggi ti vogliamo proporre un target ed una serie di eventi che non puoi non considerare nel caso in cui tu voglia investire in questo settore.

Sono tutte considerazioni e dati che devono essere tenuti ben in mente se si vuole investire in modo serio e professionale. Per altro si tratta di previsioni 2018 sulla criptovaluta più scambiata al mondo.

Ma procediamo in seguito analizzando tutti i dettagli.

bitcoin-investire

bitcoin: previsioni 2018

Bitcoin: le previsioni 2018. $40.000 è un target possibile?

In merito al Bitcoin, vi sono alcuni analisti che prevedono 2 destini del tutto diversi per il prossimo 2018.

Infatti vi sono coloro che come sempre ritengono che la quotazione del BTC collasserà e questo vuol dire perdita del suo valore fino a toccare quota zero.

Vi sono allo stesso tempo, invece, coloro che credono nel potenziale della criptovaluta e che questa possa raggiungere entro la fine dell’anno quota $ 30.000.

Vi sono poi anche coloro che invece sono molto più fiduciosi e si spingono ad azzardare che il Bitcoin possa raggiungere quota $40.000 entro la fine dell’anno.

A questo punto, non ci resta che fare delle considerazioni.

In breve, conoscendo la price action e le caratteristiche del valuta digitale più famosa del mondo, possiamo affermare con molta franchezza che entrambe le previsioni per il 2018 sul Bitcoin appaiono possibili.

Se infatti esaminiamo per un attimo i dati che si sono registrarti nel 2017 è possibile notare come esso è salito del 1.200% in appena 12 mesi.

Mai prima d’ora si era verificato un fenomeno i questa portata.

Esso giorno dopo giorno ha attirato sempre di più l’attenzione degli investitori.

Per altro, se è vero che non si può prevedere cosa succederà esattamente al Bitcoin per tutto il 2018 visto e considerato che non vi è alcun elemento a supporto, e visto anche che mancano dei dati storici sufficienti a fare delle proiezioni accurate, possiamo solo dire che sulla base delle performance registrare negli ultimi mesi esso ha fatto conoscerci meglio le sue dinamica dei prezzi.

Sulla base di questo possiamo ipotizzare quello che potrà accadere nel corso del prossimo anno.

Le previsioni 2018 sul Bitcoin: considerazioni

come fare trading con i bitcoincome fare trading con i bitcoin

bitcoin: previsioni 2018 e considerazioni

Una piccola attenzione merita il Bitcoin Cash

Infatti il crollo che ha spinto il Bitcoin dal record di $19.891,99 fino a $10.718 ha messo in discussione completamente il rally della criptovaluta sul piano del lungo termine.

Il dibattito sul “vero” bitcoin non fa altro ceh divenire sempre più ostile.

Sono infatti sempre di più i sostenitori del Bitcoin Cash, il quale lo considerano sempre tecnologicamente più avanzato.

Questo però presuppone una mala gestione da parte degli exchange che non riescono più a gestire la mole di transazioni.

Purtroppo vi è anche il fatto che visto e considerato la grande richiesta di Bitcoin che si è registrata negli ultimi 5 mesi, oggi sul mercato sono stati immessi un gran numero di fondi.

Per altro, l’aumentare del numero di transazioni ha complicato di molto le cose.

Ad esempio per gli exchange di criptovalute, si sono registrati problemi a livello crittografico, se non anche dei problemi in merito ai prelievi dai conti da parte dei clienti.

Sono per altro sempre di più le segnalazioni che parlano di malfunzionamenti nei wallet di criptovalute e degli utenti che continuano a lamentarsi dei problemi riscontrati nelle transazioni.

Tutto questo ovviamente non favorisce di certo la fama del Bitcoin o delle altre valute digitali.

Troppa speculazione?

Potrebbe anche essere!

Sappiamo che il BTC sta divenendo giorno dopo giorno una materia oggetto di speculazione.

Questo fa sì che molti evitino di comprarlo!

In pratica molti preferiscono optare per le criptovalute alternative che possiamo definire come meno speculative ma che hanno una maggiore potenziale di crescita la quale è supportata dalle tecnologie dietro il loro funzionamento.

Quota $ 25.000 e quota $ 27.000: Rimangono obiettivi possibili?

È anche possibile che il Bitcoin continui il suo attuale trend rialzista a lungo termine.

Un trend che potrebbe essere confermato già in questo primo trimestre del 2018.

A seguito di un ritrattamento che si è verificato alla fine del 2017, oggi possiamo dire che il prezzo del BTC potrebbe tentare di raggiungere quota $20.000 e proseguire verso $25.000 o $27.000 entro la metà dell’anno appena iniziato.

Per altro non devi mai dimenticare che stiamo parlando di asset molto volatili e come tali sono soggetti a variazione rispetto alle previsioni sugli ultimi mesi del 2018.

Quindi è inutile fare oggi delle previsioni a lungo termine a causa anche della volatilità di Bitcoin.

Il Bitcoin crollerà nel 2018?

Anche questa ipotesi non la possiamo non prendere in considerazione.

prezzo-oro-e-quotazione-bitcoin-cosa-conviene-comprarey-

Quotazione bitcoin: possibile crollo

In pratica è sotto gli occhi di tutti il fatto che fino ad oggi il Bitcoin non è stato usato comunemente con il solo scopo di effettuare delle transazioni.

Ecco quindi che potrebbe rimanere anonimo per tutto il 2018.

Al momento, invece lo possiamo definire come un meccanismo di deposito di valore. Secondo alcuni questo bene è molto simile all’oro, (leggi anche: Il bitcoin lo possiamo considerare il nuovo oro? Opinioni e analisi degli esperti).

Però esso non migliore nell’era degli ETF, dove invece l’oro viene scambiato facilmente a livello digitale.

Le persone oggi decidono di comprare il Bitcoin?

Lo fanno solo e soltanto per speculare!

Essi puntano sulla convinzione che le criptovalute sono un modo nuovo e facile per diventare ricchi.

E’ chaior che questo sistema non potrà mai funzionare, in quanto il prezzo potrebbe cessare di salire e in molti potrebbero trovarsi in mano una «valuta» che non ha utilizzo.

Potrebbe anche succedere che il Bitcoin raggiungerà quota $100.000, $20.000, $1.000 come anche un solo dollaro!

Tutte le risposte, ovviamente per il momento non possono che rimanere sulla carta. Sono solo supposizioni condotte da analisti.

Per questo motivo, al apri dello stesso meccanismo che ha fatto aumentare così rapidamente il prezzo del Bitcoin potrebbe anche essere utilizzato contro di esso per farlo crollare allo stesso ritmo.

A questo punto, possiamo dire che gli analisti di LongForecast hanno pubblicato i livelli minimi e massimi che il Bitcoin potrebbe raggiungere nel corso dei mesi nel 2018.

Quotazione Bitcoin: previsioni 2018

Mese 2018Min-MaxChiusuraVar% su meseVar% totale
Gennaio12.425-15.40113.360-2,1%-2,1%
Febbraio11.181-13.36012.023-10,0%-11,9%
Marzo12.023-14.92313.94716,0%2,2%
Aprile13.947-17.31216.17916,0%18,6%
Maggio16.179-20.08218.76816,0%37,6%
Giugno16.155-18.76817.371-7,4%27,3%
Luglio17.371-21.56120.15016,0%47,7%
Agosto20.150-25.01023.37416,0%71,3%
Settembre23.374-27.62225.81510,4%89,2%
Ottobre25.815-32.04129.94516,0%120%
Novembre29.945-37.16834.73616,0%155%
Dicembre29.387-34.73631.599-9,0%132%

Puoi avere maggiori dettagli sul trading Bitcoin, analizzando i nostri approfondimenti:

Se invece non sei interessato agli investimenti in valute digitali, puoi sempre consultare i nostri approfondimenti con i consigli sugli investimenti più redditizi:

Quotazione Ethereum vicino ai $1.000

La quotazione dell’ethereum ha raggiunto i massimi storici e buona parte del suo successo lo si deve all’update Casper che cambierà tutto!

In merito invece alla quotazione di Ethereum possiamo dire che questa oggi vola verso i 1.000 dollari in attesa anche dell’aggiornamento del sofware Casper, che trasformerà il network Proof-of-Work in Proof-of-Stake.

ethereum-

ethereum: previsioni 2018

Ethereum proprio nel 2018 ha iniziato la sua scalata al successo.

Infatti, la sua quotazione ha raggiunto oggi il massimo storico a quota 950 dollari e si avvicina sempre di più al traguardo dei $1.000.

Si deve considerare che a differenza del Bitcoin, la maggior parte del rally di Ethereum durante tutto l’anno lo si deve attribuire in modo particolare all’era fiorente delle ICO e alle diverse misure normative che hanno legittimato la criptovaluta come moneta legale in diversi Paesi in tutto il mondo.

In particolare, molto del suo successo lo si deve anche all’aumento degli ultimi giorni è di certo da attribuire all’approssimarsi dell’aggiornamento del software soprannominato «Casper», il quale migliorerà la sicurezza e la scalabilità del network di Ethereum.

Non è un caso però che sulla scia dei problemi di scalabilità che ha coinvolto il Bitcoin molti, hanno deciso di puntare su ethereum , concedendo ad essa una maggiore attenzione.

Per altro, una implementazione di una soluzione sul fronte della scalabilità per il network di Ethereum è diventata un compito sempre più urgente.

Anche la rete ormai è supportata da un numero crescente di applicazioni che le potremmo definire come decentralizzate, tra cui ad esempio CryptoKitties, che solo poche settimane fa ha intasato la blockchain del sistema.

Per altro, la data esatta dell’arrivo di Casper è ancora sconosciuta.

Ll0’unica certezza è che è stato rilasciato un PoS testnet su Github il 31 dicembre 2017.

Cosa cambia su Ethereum con l’aggiornamento Casper?

Casper in breve trasformerà Ethereum da network Proof-of-Work ad una rete Proof-of-Stake.

Ma quale è il problema dei network Proof-of-Work.

I network Proof of Work (PoW), come anche la rete del Bitcoin, si basano su computer collegati in rete attraverso dei nodi che sono utilizzati per confermare le transazioni e registrarle nella blockchain.

Per fare tutto questo, i nodi di una rete PoW eseguono compiti di «estrazione» attraverso il cosiddetto mining atto a risolvere equazioni crittografate estremamente complesse utili a verificare che le transazioni siano vere.

In cambio del loro lavoro, i nodi vengono ricompensati con «premi» sotto forma di token.

A questo punto, possiamo bene comprendere come uno dei problemi di un network PoW è che questo tipo di rete favorisce pesantemente i miners i quali hanno grandi budget.

Sul network del Bitcoin, infatti, le equazioni che i miners devono risolvere sono state progettate per diventare sempre più difficili nel tempo.

Se prendiamo in considerazione gli albori del Bitcoin, è facile notare come l’attività di mining con un semplice computer di casa era un passatempo pratico e proficuo.

Ma non è sempre facile come vogliono farti credere.

Infatti le equazioni minerarie sono diventate oggi abbastanza complesse e l’unico modo per estrarre il Bitcoin in modo redditizio è avere una stanza piena di attrezzature costose.

Ecco che l’industria del Bitcoin è dominata al momento da operazioni aziendali su larga scala.

Anche i premi a compensazione vengono distribuiti da un ristretto gruppo di miners ad alta potenza.

In altre parole, la rete del Bitcoin si sta centralizzando.

Ecco che la centralizzazione della blockchain è una vulnerabilità per la sicurezza.

E’ questo lo si deve al fatto stesso che i network centralizzati sono più suscettibili alla manipolazione di mercato.

Tutti i soggetti che detengono una grande quantità di criptovaluta può causare degli importanti e rapidi cali di prezzo.

Ad esempio, gli investitori possono andare facilmente nel panico e vendere le loro monete. Tutto questo cosa provoca?

Un abbassamento del prezzo per altro già basso.

Ad esempio, i giganti del mercato possono acquistare più monete a sconto, e quindi riportare a sua volta il prezzo in alto, per poi rifarlo nuovamente crollare e il ciclo continua.

Si passa al Poof-of-Stake?

Questo presuppone che le reti Proof of Stake non si basano sul mining per confermare le transazioni e aggiungerle alla blockchain.

Infatti i nodi PoS altro non fanno che eseguire compiti di «forgiatura» creando dei nuovi blocchi secondo le necessità. Vengono quindi elaborate le transazioni.

Invece di distribuire il compito e creare criptovaluta ai nodi con maggiore potenza di calcolo, il PoS distribuisce invece i compiti di verifica in base a quanta criptovaluta del network detiene un nodo e da quanto tempo.

A questo punto, non è necessario disporre solo e soltanto di costose attrezzature per essere un creatore di criptovaluta in un network PoS.

Per altro non vi sono problemi i questo tipo in quanto, i creatori raccolgono direttamente le commissioni di transazione.

Il PoS incentiva tutti gli utenti a tenersi le proprie monete, come anche a promuove la stabilità della blockchain se nona anche il valore della sua criptovaluta corrispondente.

All’interno di un network PoW, invece, i nodi non devono effettivamente possedere la criptovaluta che stanno coniando per poter procedere.

Le reti PoS richiedono invece un impiego di energia minore dei network PoW.

Puoi avere maggiori dettagli su ethereum, confrontando i nostri approfondimenti:

Ethereum: le prospettive per il 2018

A questo punto, sulla base delle considerazioni fino ad oggi condotte, non ci resta che analizzare le prospettive future per l’Ethereum e l’anno in corso.

Casper si noti è solo una parte dell’aggiornamento su larga scala del software Constantinople, previsto per quest’anno.

Infatti, la Fondazione Ethereum è in qualche modo l’unica dedicata a rendere davvero il mondo un posto migliore.

Allo stesso modo se Casper e gli altri aggiornamenti alla rete Ethereum proseguono sulla base delle previsioni, allora il sistema dietro la criptovaluta potrebbe continuare a migliorare la vita delle persone in tutto il mondo compresi anche gli investitori.

Trading CFD su cripotvalite con le migliori piattaforme

trading ethereum etoro

trading ethereum etoro

Puoi investire con i Bitcoin e le altre valute digitali semplicemente investendo con i migliori broker di trading online.

Considera che per essere definiti tali devono offrire una piattaforma che sia regolamentata ed autorizzata la quale ti possa garantire il tuo capitale di investimento.

Ad esempio potrai scegliere di fare trading e speculare su prezzo del Bitcoin come anche sul prezzo di Ethereum, semplicemente scegliendo IQ Option che è il broker di trading online che ti offre un conto demo gratuito da 1000 e con la quale potrai analizzare con attenzione quello che sarà il movimento delle valute digitali.

Nota anche che IQ Option ti offre un conto reale dal deposito basso, appena 10 € il quale ti permette di effettuare trade a partire da 1 €.

CONTO DEMO

Apri un conto Demo Iq Option

Prova il trading su criptovalute con il conto demo gratuito IQ Option! Fai trading con un conto reale dal deposito minimo di 10 € e trade minimi da 1 €!

Leggi tutti i dettagli IQ Option, all’interno del nostro approfondimento IQ Option Trading CFD: novità – demo – recensioni

In alternativa puoi anche scegliere di fare trading e di investire sulle valute digitali, utilizzando il broker di trading online eToro, il cui broker ti permette di investire e fare trading online con il social trading e il copy trader.

Questi sono strumenti utilizzati non solo da trader esperti, ma anche da trader principianti, i quali permette di copiare e condividere con altri trader strategie di trading e investire su di loro.

Allo stesso modo, puoi utilizzare un conto demo gratuito ed illimitato o un conto reale anche se in questo ultimo caso, il deposito richiesto è leggermente maggiore.

CONTO DEMO

Apri un conto Demo eToro

Prova il trading su Bitcoin ed ethereum con il conto demo illimitato di eToro; eToro ti permette di speculare con il copy trading e il social trading.

Tutti i dettagli li puoi trovare all’interno dei nostri approfondimenti: Fare trading di BitCoin su eToro con i CFD – caratteristiche e vantaggi

Prova il trading online con un conto demo gratuito

Piattaforma di TradingVotoRecensioneSito Web
eToro
eToro OpinioniConto demo
IQ Option
IQ Option OpinioniConto demo
24Option
24Option OpinioniConto demo
ITRADER
ITRADER OpinioniConto demo
DUKASCOPY EUROPE
DUKASCOPY EUROPE OpinioniConto demo

Informazioni sull'autore

TommasoP

Lascia un Commento

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

E-investimenti.com

E-investimenti.com