Quali sono i passi da compiere per una corretta pianificazione finanziaria?

Pubblicato da: TommasoP - il: 11-01-2018 10:46

In questa guida ci occuperemo i trattare alcuni argomenti che devono essere presi in considerazione da chi vuole investire nei mercati finanziari, visto e considerato che deve avere alla base una buona pianificazione.

Questa per altro si fonda innanzitutto sull’analisi della situazione finanziaria e patrimoniale della famiglia, visto e considerato che non possono essere tolte risorse preziose a questa.

Una volta pianificato questo allora ti potresti chiedere: conviene o no affidarsi ad un consulente finanziario?

In alcuni casi, potrebbe essere la soluzione migliore.

Ma allora quali sono i passi da compiere per realizzare tutto questo? Di seguito li analizzeremo tutti.

pianificazione finanziaria

pianificazione finanziaria corretta

I primi passi per una corretta pianificazione finanziaria familiare

I primi passi per una corretta pianificazione finanziaria familiare

I primi passi per una corretta pianificazione finanziaria familiare

Si deve prendere in considerazione il fatto che la pianificazione finanziaria deve essere una delle priorità da tenere in considerazione al fine di affrontare il nuovo anno con serenità.

Allo stesso modo, però succede che per pigrizia, o anche perché non si ha consapevolezza, non si pianificano in famiglia le risorse finanziarie da destinare all’investimento.

Per altro, molti trader ed investitori sono dell’opinione che la pianificazione riguardi solo le grandi imprese.

Un concetto che potremmo definire del tutto errato, visto e considerato che questo potrebbe essere un elemento importante per tutti, anche se non si possiedono grandi aziende.

In pratica si tratterebbe di pianificazione finanziaria personale e familiare.

A questo punto, però in molti si potrebbero chiedere:

Cosa si intende per pianificazione finanziaria personale?

Con il termine pianificazione finanziaria, se seguiamo il concetto e la definizione dell’associazione di categoria dei pianificatori finanziari indipendenti, intendiamo tutti quei percorsi di analisi che si concentrano su sulla realtà reddituale e patrimoniale della persona e della sua famiglia.

Questa deve rispondere alle esigenze e ai bisogni di essi compresi anche i cambiamenti che avvengono bnel tempo.

Da qui si introduce il concetto di:

Analisi della situazione familiare

Con questo concetto, si intende indicare un piano finanziario che dovrebbe riflettere le circostanze attuali. In breve esso dovrebbe affrontare i bisogni, come anche i desideri attuali e quelli futuri.

Questo vuol dire che il piano dovrebbe contemplare ad esempio:

  • Pensionamento;
  • Finanziamenti per l’istruzione;
  • Pianificazione patrimoniale;
  • Gestione del rischio;
  • Gestione patrimoniale.

Ecco quindi che tutti questi elementi devono essere pianificati per tempo e sono indispensabili al fine di raggiungere i traguardi più importanti.

In breve si deve analizzare la situazione finanziaria e patrimoniale della famiglia prima di tutto e poi dopo monitorare e aggiornare il piano nel tempo.

Ecco dunque che è di fondamentale importanza sapere a chi affidarsi?

Un esempio di persona di cui ci si potrebbe fidare è il consulente finanziario che sicuramente si identifica come il professionista più adeguato per una corretta pianificazione finanziaria e per monitorare questo approccio nel tempo.

Ma attenzione, perché al fine di riuscire nell’intento si devono anche seguire degli obbiettivi che potremmo definire come step essenziali.

I 6 step per una efficace pianificazione finanziaria (secondo il consulente finanziario)

  • Stabilire e definire la relazione cliente-consulente;
  • Raccogliere più dati possibili inerenti al cliente, incluso gli obiettivi;
  • Analizzare e valutare lo stato finanziario attuale del cliente;
  • Consigliare ad esempio il percorso e la tipologia di portafoglio da cui partire non trascurando possibili alternative in corso d’opera;
  • Monitorare l’andamento e il bilancio familiare;
  • Coltivare la relazione coinvolgendo il cliente in momenti riservati all’educazione finanziaria (online e offline)

Pianificazione finanziaria investimenti: considerazioni e opinioni

pianificazione finanziaria 4

Pianificazione finanziaria investimenti: considerazioni e opinioni

In molti considerano la Pianificazione finanziaria come una vacanza.

Si deve anche notare che se essa viene ben strutturata offre grandi soddisfazioni.

Per altro se essa viene ‘raffazzonata’ il rischio concreto è di andare da un’altra parte rispetto alla destinazione desiderata.

Ecco quindi che possiamo considerare la pianificazione finanziaria come una delle cose più importanti che devi imparare prima di tutto se vuoi se vuoi diventare un vero Investitore Libero e riprendere il controllo dei tuoi soldi.

Per altro oggi esistono diversi investitori che non fanno nulla per mettere in atto una buona pianificazione finanziaria, che sia accurata e studiata in tutti i dettagli.

Essi invece cercano il miglior posto “in assoluto” dove poter investire senza conoscere e studiare minimamente il mercato.

La Pianificazione Finanziaria: perché agli investitori non piace?

Molto spesso, tutti i trader come anche gli investitori, che detengono un patrimonio da investire non pensa di solito alla pianificazione per obiettivi della sua vita finanziaria.

Essi, infatti, si interessa solo del rendimento che si potrà ottenere dall’investimento, e anche in alcuni casi delegare chi per lui effettua la gestione dei suoi soldi e crede che così facendo sarà esente da tutti i rischi.

Un errore a nostro avviso che non deve mai essere commesso.

Infatti, pensare che investire sia un fine e non un mezzo è il primo passo da compiere.

Gli investimenti che tu oggi fai, come anche quelli che pianifichi sono lo strumento con cui realizzerai dei concreti progetti di vita.

Da qui ne deriva il “guadagnare” che altro non è se non uno dei possibili obiettivi che però non deve essere considerato come l’unico. Allo stesso tempo non lo si deve neanche considerare come il più importante.

Purtroppo ancora oggi in Italia manca la cultura della pianificazione finanziaria.

Ma come mai In Italia si parla troppo poco?

Purtroppo possiamo dire che questa mancanza deriva innanzitutto dalle Banche alle quali non interessa molto di quello che sarà il futuro finanziario dell’investitore.

A loro non interessa molto di te ed affermano che sei tu a doverti preoccupare. Per altro loro ti confermano che gli investimenti devono essere effettuati nel lungo periodo, mentre loro pensano al breve periodo.

Ecco che se il tuo “primo riferimento” per le scelte di investimento non ti parla di pianificazione, chi lo farà per lui? Logico nessuno!

Ecco appunto il perché a molte banche la pianificazione finanziaria non piace.

Nessuno di queste vuole dirti effettivamente quello che loro faranno con i tuoi soldi e non vogliono per altro farti capire come poter investire.

Nessuno te ne parla. Ecco anche il motivo per il quale noi in precedenza ti abbiamo riportato gli obbiettivi che devi seguire prima ancora di investire.

Pianificare una buona strategia di investimento, ma sapere anche come muoverti suoi mercati è molto importante al fine di non perdere il tuo capitale investito.

Per Fortunia ci sono banche e banche e non tutte sono di questa opinione.

Delegando i miei investimenti agli esperti potrò guadagnare senza correre rischi?

Un altro errore che non si deve mai commettere e proprio questo.

Alla maggior parte degli Italiani e degli investitori non piace pensare. Vogliono invece le cose facili.

Ecco che fare una fare una pianificazione finanziaria seria vuol dire anche ragionare sugli obiettivi di investimento e adottare delle strategie specifiche per raggiungere ognuno di essi.

Ma se anche avessi fatto bene il lavoro ci sarebbe comunque un ostacolo che ti impedirebbe di ottenere il successo finanziario che ti occorre.

In questo caso, parleremo di “paura” dell’Ignoto.

Ciò che non conosciamo infatti ci fa sempre un po’ di paura.

Per questo noi siamo dell’idea che anche la migliore strategia di pianificazione finanziaria non ti porterà da nessuna parte se non la comprendi a fondo.

Perché?

Per il semplice fatto che se non hai il controllo del processo alla prima contrarietà vorrai “tornare indietro” e a quel punto vuol dire anche smettere di applicare il sistema di investimento.

Allora potrebbe succedere che:

Abbandoni del tutto il sistema

Ovvero vendi al primo segno di ribasso dei mercati e tieni i soldi fermi sul conto. Questo vuol dire non raggiungere mai i tuoi obiettivi visto e considerato che la liquidità rende poco.

Se poi la racimoli dopo un ribasso avrai ancora meno soldi.

Ritorni in banca credendo alla favola degli esperti

Altro errore che ti consigliamo di non fare mai.

Ci sarà sempre qualcuno pronto a dirti che “con noi sarebbe stato diverso”. Ma questo concetto ti viene detto sempre a cose fatte.

Quindi che farai? Ricomincerai a pagare commissioni bancarie salate e i tuoi obiettivi ancora una volta non saranno raggiunti.

Infine, per poter applicare in modo corretto un sistema per investire devi prima di tutto necessariamente comprendere fino in fondo di cosa parliamo.

Al fine di mettere in atto una corretta pianificazione finanziaria ci sono 2 cose che devi assolutamente fare.

Avere degli obiettivi

Punto essenziale per tutti i tipi di investimenti. Pensa che tipo di investimento vuoi fare da oggi ai prossimi 10 anni.

Per altro, ti devi chiedere ad esempio se vuoi vivere di rendita o se invece vuoi pensare al tuo futuro e star Tranquillo come anche al futuro dei tuoi figli, ecc.

Non puoi invece ragionare pensando a “guadagnare il più possibile” ma devi soddisfare nel modo migliore con un giusto compromesso rischio – rendimento tutti i tuoi obiettivi finanziari.

Creare un sistema per investire

Il secondo passo da compiere è proprio questo. Devi inventarti un sistema che ti permette di investire, che ti offre la possibilità di rispettare gli obbiettivi di investimento che ti sei posto e che ti permetta di modificare dinamicamente i portafogli al cambiare delle condizioni di mercato.

Questo è molto importante. Per altro devi sempre considerare se il sistema deve essere psicologicamente sostenibile.

Solo nel caso in cui sei consapevole della destinazione potrai goderti il tutto.

In questo modo non corri rischi di finire in un remoto isolotto all’estremo nord quando il tuo desiderio era una calda e profumata spiaggia tropicale.

Infine devi tenere presente che grazie alla “sostenibilità psicologica” del sistema procederai verso la destinazione anche se accade qualche cosa di imprevisto.

Cos’é la pianificazione finanziaria e perchè non possiamo farne a meno?

pianificazione finanziaria 3

pianificazione finanziaria: obbiettivi da realizzare

Sulla base di quanto fin qui detto, comprendere bene quali sono i passaggi da fare e scoprire come applicarli ti potrebbe aiutare ad aumentare notevolmente i tuoi risparmi come anche a migliorare la qualità dei tuoi investimenti e quindi anche la tua felicità.

In sostanza possiamo dividere le categorie degli investitori in 2 differenti categorie:

  • Quelli che ritengono questo processo una perdita di tempo e di energie;
  • Coloro che non hanno la minima idea di che cosa si tratti

Per altro vi è anche da considerare la diretta conseguenza alla quale sei esposto/a se non utilizzi questo metodo. In pratica potresti essere coinvolto in un generale disordine che il più delle volte potrebbe sfociare in delle perdite di buone opportunità e sprecare le risorse a disposizione.

Quindi?

Per risolvere tutti i tuoi problemi, noi di seguito ti riportiamo ben 3 semplici passaggi da seguire.

Fare delle liste

Questo primo elemento non comporta assolutamente il possedere delle conoscenze di matematica, economia e statistica.

Nulla di più sbagliato. Tutto quello che si deve fare è possedere delle idee chiare su ciò che per te ha maggior valore.

In pratica devi fare una lista al cui interno inserire tutte le tue passioni principali come anche tutti i tuoi interessi che vorresti raggiungere e tutto quello che più ti piace.

Solo dopo aver fatto questo, devi indicare gli anni entro cui vuoi raggiungere questi obbiettivi. In pratica noi non ti consigliamo di pianificare investimenti e obbiettivi che hanno un periodo inferiore a 5,10,15, 20 anni.

Per altro devi cercare di capire quali potrebbero essere le tue principali aspirazioni.

Ecco dunque che se oggi ti metti a scrivere prima di tutto una bella lista, senza preoccuparti dell’ordine con cui butti giù le cose che ti vengono in mente e di quello che vuoi fare, in un periodo di tempo prestabilito, allora vedrai che non si tratta di tempo perso.

La creazione di queste liste comporta per altro un certo grado di complessità in quanto vuol dire anche ragionare su chi sei e soprattutto su chi vorresti essere nel corso della tua vita.

Naturalmente facendo questo non devi pensare che lo sia per sempre, ma puoi anche un giorno decidere di cambiare tutto questo.

Infatti sono in tanti quelli che cambiano idea nel corso della loro vita e noi crediamo per altro che sia giusto così.

Ti accorgerai anche che alcune cose rimarranno simili, e noi ti consigliamo allora proprio di iniziare da quegli obbiettivi.

In questo modo, puoi cominciare a pianificare il prima possibile il percorso finanziario più adeguato.

Noi ti consigliamo di prenditi tutto il tempo che ti serve per fare queste liste. Questo passaggio, per altro rappresenta almeno il 50% della tua pianificazione finanziaria.

Sistema in ordine di importanza

A questo punto, una volta che avrai messo su carta gli obbiettivi da raggiungere, non ti resta che sistemarli in ordine di importanza, con i tuoi obbiettivi e le tue passioni.

Questo metodo ti aiuterà anche a fare ordine mentale come anche a e capire quali sono le cose sulle quali indirizzare più risorse ed energie finanziarie.

Ovviamente è da ipocriti non considerare di fare una scaletta in base all’importanza delle cose che si vogliono raggiungere.

Anche se si vuole fare tutto, purtroppo non è possibile. Quindi devi trovare l’equilibrio e scegliere prima le cose che contano maggiormente.

Solo in questo modo, avrai pianificato in modo esatto i tuoi investimenti e dato la giusta considerazione ai tuoi obbiettivi.

Definire l’orizzonte temporale

A questo punto non ti resta che comprendere in quanto tempo voler realizzare i tuoi obbiettivi. Questo vuol dire indicare quando vogliamo che le cose presenti sulla nostra lista si avverino.

Come detto prima tutti gli obbiettivi si investimento non si possono raggiungere e si deve anche considerare di rispettare la fattibilità dell’obbiettivo in un determinato arco di tempo.

Alcuni obiettivi devono essere posticipati un po’ nel tempo, e questo potrebbe essere una soluzione ideale nel caso ci si deve preoccupare anche di costruire e accumulare le risorse necessarie per il loro acquisto o fruizione.

Pianificazione finanziaria FAMILIARE: vero lavoro?

pianificazione finanziaria 5

pianificazione finanziaria familiare

A questo punto, abbiamo visto sia gli obbiettivi che di dobbiamo porre sia il modo più semplice per poterli realizzare.

Ora, non ci resta che comprendere il perché ad esempio occuparsi dei propri averi è un lavoro.

Noi siamo convinti che tutti coloro che dedicano parte del loro tempo ai loro averi, non perdono tempo. Per moti potrebbe anche essere considerato come un vero lavoro. Purtroppo non è semplice, in quanto esso richiede competenza e attenzione.

Un lavoro che potremmo dire, serve a garantire risorse per la famiglia e quindi anche per assistenza sanitaria, pensione, istruzione e lavoro, ecc.

Ecco quindi che di seguito analizzeremo brevemente quello che intendiamo per pianificazione finanziaria familiare.

Un piano finanziario dunque che consta di 2 cose:

1) la suddivisione del proprio patrimonio attuale in un portafoglio di investimento;

2) un piano per investire i risparmi futuri.

Un sistema che non è per nulla facile come molti vogliono far credere.

Per prima cosa si deve capire:

Dove comincia la pianificazione finanziaria familiare

Essa possiamo dire inizia dalla conoscenza delle proprie risorse, come anche dei propri bisogni, finanche alle possibili strategie per soddisfarli.

Per far questo, come abbiamo detto in precedenza ci si deve porre degli obiettivi.

A questo punto, devi pianificare un conto economico e uno stato patrimoniale utile al fine di capire da dove si parte.

Anche il budget iniziale preventivato, è molto importante proprio per fissare gli obiettivi di spesa e risparmio.

A questo punto devi stabilire gli obbiettivi finanziari utili a garantire il tenore di vita desiderato e assicurarsi contro i rischi della vita. Da qui poi si passa a conoscere gli strumenti finanziari e il proprio profilo di rischio in modo da investire in modo sostenibile anche a livello psicologico.

Ora, chiarito tutto questo devi mettere in pratica di money management e asset allocation.

Sono sempre 3 gli obbiettivi da prendere in considerazione in questi casi.

RICORDARE

Ovvero capire quali sono le fonti da cui derivano le risorse disponibili. Questo ti serve a verificare la reale possibilità di soddisfare esigenze di spesa o anche di raggiungere determinati obiettivi di investimento.

Allo stesso tempo si deve procedere alla classificazione delle fonti di reddito in base alla loro stabilità come anche dei beni in base alla loro liquidabilità è alla loro utilità che ti serve appunto a comprendere se si è in grado di fronteggiare spese impreviste di una certa importanza.

Infatti, la giusta percezione delle uscite varia a seconda delle modalità di pagamento, come anche degli importi e della frequenza come anche della finalità a cui rispondono.

RISPARMIARE

Lo abbiamo analizzato in precedenza. Un obbiettivo che non deve essere mai sottovalutato e che deve essere anzi punto da cui partire al fine anche di accantonare ricchezza per i bisogni futuri!

E’ solo attraverso il risparmio che si possono realizzare tutti gli obbiettivi che ti sei prefissato. Ovviamente parliamo di obiettivi di medio-lungo termine.

INVESTIRE

Potrebbe essere la soluzione ideale anche se non sempre quella migliore. In alcuni casi questa è indispensabile al fine di conservare e far crescere nel tempo il valore del tuo risparmio come anche perseguire con più efficacia gli obiettivi che derivano dalle tue esigenze e preferenze.

Pianificazione finanziaria: considerazioni conclusive

pianificazione finanziaria 2

pianificazione finanziaria: considerazioni e opinioni finali

A questo punto la nostra pianificazione è terminata.

Analizzando bene tutti gli obbiettivi che abbiamo riportato, ti accorgerai anche tu che probabilmente ti trovi davanti a tutto quello che rappresenta positivamente la tua vita.

In questo caso, molti investitori come te potrebbero dimenticare di effettuare questi passaggi, vuoi per negligenza, vuoi per pigrizia. Purtroppo se non si procede a piccoli passi e si evita di fare questo ragionamento, spesso e volentieri gli effetti sono controproducenti.

Uno su tutti è lo spreco inutile di denaro verso cose di poca importanza e che per altro non sono state ben pianificate.

Se si spendono i soldi che potrebbero essere utilizzati per comprare viveri di prima necessità o comunque beni che servono alla famiglia, per beni che non ci servono o anche che non siamo interessati, allora altro non stiamo facendo se non togliere risorse alle cose a cui diamo più valore.

Infine, l’altro grande effetto deleterio di una mancata pianificazione finanziaria è proprio la perdita di opportunità.

In questo caso si tratta di investimenti il “timing”, ossia il momento in cui decidiamo di agire è fondamentale, per ben due motivi:

  • Alcune opportunità potrebbero non ripresentarsi in futuro. Questo significa anche essere pronti a coglierle quando si presentano.
  • Non è mai troppo presto per cominciare a risparmiare e anche costruire risorse per i nostri obiettivi. Anche se non hai ancora ben chiaro fino in fondo quello per cui stai mettendo da parte denaro, non importa.

A questo punto non ti resta che indirizzare le risorse finanziarie che avrai accumulato nel tempo verso il raggiungimento dei tuoi obiettivi che in precedenza hai pianificato su carta.

Per altro, con il supporto e l’aiuto di un consulente finanziario indipendente puoi anche scegliere ed acquistare gli strumenti finanziari adeguati.

Pianificare ti darà una sensazione di forte controllo sul tuo denaro.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

eToro Deposito: 200€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65% e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Informazioni sull'autore

TommasoP

Lascia un Commento

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

E-investimenti.com

E-investimenti.com