Le Borse mondiali sono crollate? Come reagire?

Pubblicato da: TommasoP - il: 07-02-2018 15:22

In questi di voi pensano che veramente le Borse mondiali siano crollate?

In particolar in queste giornate si sta assistendo ad un crollo generale di tutti i mercati finanziari, non solo borse dunque.

Ad esempio se prendiamo in esame le criptovalute, possiamo vedere come esse sono crollate di quasi il 50 % in una sola settimana.

Ieri lo possiamo definire come il “martedì nero” in cui sono crollate la maggior parte delle borse mondiali, con un crollo generale del mercato azionario globale.

Ma precisamente che cosa è accaduto? Vediamo di seguito.

wall street crollo delle borse

wall street crollo delle borse

Le Borse mondiali sono crollate

Tutte le Borse mondiali sono crollate nella giornata di ieri.

Esse hanno trascinato nel baratro tutti gli investimenti e tutti i settori ad esse collegate.

Nella giornata di venerdì scorso, poi, Wall Street ha archiviato gli scambi con ribassi superiori anche a 2 punti percentuali.

In pratica si è avuto un crollo di tutti i mercati in contemporanea. Ma perché?

Soprattutto come mai, le ripercussioni si sono sentite nell’immediato sulle Borse europee?

Infatti la prima sessione della settimana hanno trascinato nel baratro l’intero azionario del Vecchio Continente.

Ad esempio possiamo considerare la giornata di lunedì come una di quelle nella storia non solo da non considerare ma proprio da dimenticare.

Ieri, invece martedì 6 febbraio, lo possiamo definire come il giorno buio, in quanto è risultata faticoso per le Borse mondiali, per altro affossate dalle pessime performance di Wall Street riprendersi.

Se si guardano ai dati in percentuale non è difficile comprendere come quasi tutte le borse hanno perso ben il 4%.

È un nuovo martedì nero per il mercato azionario globale

Wall Street fa tremare?

Lo possiamo affermare con grande convinzione anche.

Esattamente come è accaduto per la sessione di venerdì scorso, anche ieri Wall Street ha risentito delle preoccupazioni relative al miglioramento dell’economia statunitense.

Questa potrebbe infatti portare ad un aumento dell’inflazione come anche ad un aggiustamento più rapido della politica monetaria.

Tutti i mercati, lo scorso venerdì hanno chiuso in rosso. I mercati ne hanno risentito e sono impalliditi tutti nei confronti di quelli registrati nella prima sessione della settimana dall’azionario americano.

Il Nasdaq, uno tra tanti, potrebbe anche archiviare gli scambi con una perdita del 3,62%, mentre possiamo dire che l’S&P 500 ha chiuso con un pessimo 4,10%.

Infine si segnala anche il peggiore tra i principali indici di Wall Street: il Dow Jones, che ha spaventato il mercato azionario intero con una perdita del 4,60%.

Oggi invece la sessione si è aperta con uno sguiardo al passato, dove gli USA fanno segnare ancora segno positivo.

Il Dow sta guadagnando lo 0,49%, mentre il Nasdaq sta scambiando a +1,14% e l’S&P 500 a +0,68%.

Al contrario, invece solo il sistema bancario Italiano è in positivo e tutte le altre borse, comprese anche quelle europee chiudono in profondo rosso (ieri martedì 7 febbraio).

Dow Jones, Nasdaq, S&P

Ecco dunque che tutti i principali indici di Wall Street hanno contribuito ad affossare le Borse europee e la Borsa Italiana.

La maggior parte dei listini ha persino inaugurato le contrattazioni in ribasso di oltre 2 punti percentuali. In breve questa la situazione che si è registrata ieri:

  • Francoforte: -1,38%
  • Londra: -1,21%
  • Parigi: -1,53%
  • Milano: -0,98%
  • Madrid: -1,65%

Borse asiatiche in picchiata

Anche le borse del continente Asiatico non godono di ottimi risultati.

Tra i più colpiti sicuramente vi è l’indice Nikkei che è arrivato a perdere più del 5%, per poi chiudere a -4,76% su quota 21.603,50 punti.

Anche la borsa di Shanghai ha chiuso in negativo, archiviando la sessione di Borsa a -3,38%, mentre il Kospi ha registrato un più contenuto -1,54%.

Anche l’Hang Seng ha chiuso con un rosso del 5,15%.

Allo stesso tempo, l’S&P/ASX 200 ha terminato la sessione in perdita del 3,20%.

Ecco dunque che la situazione generale rimane alquanto preoccupante.

Wall Street, ma anche le borse asiatiche, come anche quelle europee, sono state inondate da un crollo generale.

Ci si chiede soltanto fin dove arriverà il ritracciamento dei principali indici del globo.

In attesa di saperlo il nostro consiglio è di investire su titoli azionari ed in borsa sfruttando le piattaforme di trading online.

Ad esempio potresti scegliere di investire al ribasso scegliendo di aprire un conto di trading online demo o reale per investire in borsa online o fare trading CFD su indici e mercati azionari, con il broker Iq Option.

IQ Option trading cfd su Forex

IQ Option trading cfd su Forex

Questo broker non solo ti offre la possibilità di investire e fare trading su indici o di investire in borsa online, ma ti permette di farlo sfruttando un conto demo gratuito ed un conto reale dal deposito minimo basso: 10 €.

Investi sugli indici azionari con il conto demo gratuito IQ Option

>>Leggi anche: IQ Option Trading CFD: novità 2017 –  demo –  recensioni

Anche in questo caso, in alternativa puoi investire e fare trading con il broker eToro che ti permette di fare trading con una piattaforma regolamentata come IQ Option, ma con un conto demo gratuito ed illimitato ed un conto reale da 50 €.

Considera anche che con eToro puoi investire sfruttando le capacità degli altri trader.

Come? Grazie al social trading ed al copy trader.

esempio-copyfund etoro

In pratica puoi investire e copiare gli altri trader anche se non sei un esperto trader.

Sfrutta tutte le capacità degli altri trader e investi copiando le loro performance.

Trader più copiati negli ultimi 6 mesi

Trader Guadagno Rischio Copiatori
jaynemesis
Jay Edward Smith
-15,92%
5
7542
JeppeKirkBonde
Jeppe Kirk Bonde
-0,41%
4
7371
Wesl3y
Wesley Warren Nolte
-14,21%
5
6296
AlexPlesk
Александр Плескачев
-19,2%
6
4875
MrThor7734
Thomas Barson
-19,89%
4
4140
goodgoing
Wayne Ryan
-15,69%
3
4003
stebliss
Stephen John Charles Bliss
-17,71%
5
3511
AlexandruCinca
Alexandru Cinca
0,63%
3
3439
liborvasa
Libor Vasa
3,51%
4
3405
ALnayef
Fahad Alhajri
20,53%
4
3298

In pratica, tutti i trader possono evitare di perdere tantissimo tempo dietro lo studio di analisi e grafici ma apprendere le basi e le migliori strategie di trading direttamente dagli altri trader, condividendo con essi esperienze e copiando i trader migliori.

>Leggi anche: 

Investi nel social trading e nel copy trader eToro

Prova il trading online con un conto demo gratuito

eToro Deposito: 200€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65% e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Informazioni sull'autore

TommasoP

Lascia un Commento

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

E-investimenti.com

E-investimenti.com