Quali Sono le Migliori ICO di Criptovalute? Ecco le Top 10 ICO del 2018

Pubblicato da: TommasoP - il: 14-03-2018 9:33 Aggiornato il: 18-05-2018 12:03

Anche il 2018 si sta confermando come l’anno delle criptovalute. Questo vuol dire che le criptovalute, come d esempio Bitcoin, ethereum ed altre altcoin, stanno conquistando gli investitori di tutto il mondo.

In questo approfondimento non ci resta da fare altro che analizzare quelle che sono considerate come le quelle che migliori ICO del 2018 anche in vista di un possibile rialzo per la metà dell’anno. Sappiamo anche che il 2017 è stato considerato l’anno delle criptovalute e come tale il trend positivo, potrebbe ancora una vota essere confermato.

In pratica di seguito troverai una lista esaustiva e una panoramica su questo mercato interessante ma molto complicato. Infine ti consiglieremo anche diversi broker che secondo noi, meglio di altri offrono professionalità e strategie di trading atte a tutti i trader, principianti e non.

Che-cosa-sono-le-criptovalute

Cosa sono le criptovalute e perché conviene investire su di esse

Perché investire in criptovalute?

Iq Option tron

Trading CFD su tron con il broker IQ option

Non solo perché sono un asset molto richiesto, ma anche perché offre una maggiore diversificazione del portafoglio.

Infatti essendo che il mondo delle criptovalute è affascinante, anche perché poco esplorato rappresenta il terreno fertile per tutti i trader che si sono cimentanti nel mondo del trading online da poco.

Esse per altro se consideriamo gli anni passati, possiamo vedere che non solo hanno offerto ottime performance per chi ha investito tramite i CFD e il trading online, ma ha anche offerto una buona possibilità di guadagno per chi è stato lungimirante ed ha investito in Bitcoin pochi anni addietro. Questi oggi contano un enorme capitale.

Oggi, i Bitcoin hanno raggiunto livelli altissimi, ma ci sono anche moltissime altre alternative di investimento, per altro molto apprezzate già da adesso sul mercato e che potranno raggiungere i risultati del bitcoin nel giro di qualche anno.

Allo stesso tempo, ti possiamo dire che oggi è molto conveniente investire sulle ICO, dove le valute virtuali si misurano in potenza. Qui gli investitori possono sentirsi parte di un contesto in continua evoluzione.

Oggi le ICO, ma anche le criptovalute, sono al centro di aspri dibattiti; questo dimostra che le critiche in merito non mancano di certo. A queste però si contrappongono anche le speranze e il plauso per un nuovo modo di concepire la moneta, o anche solo gli investimenti.

Quali Sono le Migliori ICO di Criptovalute? Ecco le Top 10 ICO del 2018

Ecco dunque quello di cui noi oggi ci occuperemo. Ti spiegheremo come e perché investire nelle ICO, dando una definizione chiara e alla portata di tutti. Allo stesso tempo ti offriremo alcuni consigli molto utili per investire e guadagnare con il trading online e i CFD su Bitcoin.

Infine, presenteremo una lista di quelle che, ad oggi, si prospettano come le migliori ICO del 2018.

Per prima cosa dobbiamo dare una definizione di ICO.

Cosa sono le ICO

Con l’acronimo ICO si intende le Initial Coin Offering che ad oggi rappresentano alcuni progetti volti a raccogliere dei finanziamenti. Tutti questi progetti prevedono anche lo sviluppo di una criptovaluta.

In pratica si parla di un sistema in cui l’investitore dona del denaro e riceve in cambio dei token.

A questi token viene poi associato un valore arbitrariamente stabilito da chi organizza la ICO.

Per altro devi sapere che i Token possono essere non solo scambiati, ma anche tradati allo stesso modo degli altri asset offerti dai broker. In pratica i Token sono considerati nella maggior parte delle ipotesi come degli un asset a sé stante.

Diversamente possono anche essere convertiti ma solo dopo che il progetto sarà andato in porto. E’ chiaro che in questo caso, si parla di cambio in criptovaluta.

Considera infine che il mercato dei token è attualmente piuttosto florido; questo si pone accanto a quello delle ICO e a quello delle criptovalute in senso stretto.

Le ICO sono progetti di crowdfunding?

Trading CFD su Neo con Iq Option

In un certo senso le potremmo anche definire in questo modo. Se esse da un alto offrono un progetto da finanziare, dall’altro vi è una comunità che la finanzia.

Allo stesso tempo, ci sarà sempre una grande differenza tra ICO e crowdfunding.

Nota infatti che tutti coloro che finanziano i progetti di crowdfunding sono soggetti a determinate condizioni. Nella prima ipotesi essi non ricevono nulla in cambia o al massimo qualche piccola prodotto connesso al progetto.

Possono infine però ricevere il prodotto stesso che verrà sviluppato grazie al progetto ed in questo caso parliamo di un pre order.  Non vi sarà nulla di codificato, però.

Le ICO, invece funzionano con i token e come tale si deve fare particolare attenzione, anche perché si potrebbe rischiare di perdere tutto il capitale investito nel caso in cui l’esito non vada a buon fine. Questa è una legge non scritta. E’ sempre così.

Vi è poi anche un’altra analogia che consiste nel materiale informativo che sta intorno al progetto.

Allo stesso tempo di un qualsiasi altro progetto di crowdfunding che si rispetti, anche per le ICO è associato un documento che illustra i perché e i per come del progetto stesso; allo stesso tempo, si identifica in che cosa consiste il “prodotto” (in questo caso le criptovalute) che si andrà a creare, le prospettive e gli obiettivi.

Vi sono poi alcune che associano le ICO alle IPO azionarie. Anche in questo caso, il paragone deve essere preso con le pinze nonostante vi è una assonanza che è innegabile.

Ecco che i 2 concetti sono quindi molto simili in teoria ma non in pratica. Ad oggi possiamo segnalare che l’unica analogia è l’offerta iniziale. Nel caso in cui vi è una società che emette azioni decide arbitrariamente il “primo prezzo” dell’azione stessa, la quale poi ovviamente sarà oggetto di contrattazione.

Allo stesso tempo, chi organizza una ICO decide il valore del token come anche quelli che sono i token che devono essere consegnati per ogni tot. Di dollari o euro donati.

Attenzione perché poi le analogie, finiscono qua. Tutti quelli che possiedono per esempio delle azioni gode saltuariamente o regolarmente di dividendi. Allo stesso tempo, le ICO non presentano nulla di tutto questo.

Al contrario invece le IPO, riguardano aziende che sono già a regime, e lo sono da tanto, mentre le ICO riguardano prodotti (le criptovalute) che esistono solo in potenza.

Come si valuta una ICO?

Attenzione a questo passaggio. Non è semplice scegliere una ICO e investire su di essa. Allo stesso tempo sarebbe molto facile cadere in qualche tranello, come anche puntare sul cavallo sbagliato o incorrere in una truffa.

Ad oggi ti possiamo dire che il mercato, è molto libero e ben poco regolamentato. Allo stesso tempo, se si seguono pochi elementare accorgimenti, valutare una ICO non diventa un gioco da ragazzi ma poco ci manca.

Noi ti consigliamo sempre, prima ancora di investire in questo settore di scegliere attentamente come e dove investire. Questo presuppone anche che si deve leggere attentamente il White Paper.

L’arma principale di chi vuole partecipare a una ICO è proprio il White Paper.

Di cosa si tratta? Di un documento in cui viene descritto tutto il progetto nella sua interezza. Infatti in esso si trovano informazioni sulla tecnologia che sta alla base della nuova criptovaluta. Sono riportati anche tutti gli obiettivi come anche le previsioni e le quotazioni attese, ecc.

Attenzione, perché poi nel caso in cui un White Paper è molto dettagliato. Questo è un documento ben fatto e che non presenta nulla di nascosto. Al contrario, invece, si potrebbe incorrere in uno stile promozionale e poco descrittivo.

Solo in queste circostanze, noi ti consigliamo di meglio lasciar perdere quella ICO. Nella migliore delle ipotesi, è un segnale che prelude al fallimento.

Studiare il team di sviluppo

Anche questo suggerimento deve essere conformato sempre al tipo di investimento che si vuole fare. Infatti, nel valutare una ICO si deve affrontare non solo la questione del “cosa”, ma anche del “chi”.

Si tratta di un segnale che il progetto ha speranze di andare in porto è dato dalla competenza del team di sviluppo. Allo stesso tempo è sempre utile controllare il sito ufficiale che dovrebbe recare informazioni dettagliate sugli sviluppatori.

Nel caso in cui invece non ci sono informazioni di questo tipo, allora meglio lasciar perdere. Nel caso in cui invece ci sono meglio controllare minuziosamente i curriculum e i vari portfolio. Secondo noi, l’ideale sarebbe quello di imbattersi in sviluppatori che hanno già affrontato la sfida di una ICO e l’hanno vinta.

Analizzare il mercato

Anche se potrebbe sembrare scontato non tutti i trader e gli investitori lo fanno. Questo vuol dire anche che sia il White Paper sia anche il team di sviluppatori ispirano fiducia.

Però tutto questo non basta. Occorre sempre guardare cosa fanno gli altri. Allo stesso tempo si deve analizzare il movimento della nuova criptovaluta sul mercato.

Se questa ha speranze di emergere o propone una tecnologia che, per quanto efficace, rappresenta il mainstream allora potrebbe essere presa in considerazione.

Nota che analizzare il mercato vuol dire proprio questo. Non si tratta di un impegno semplice visto e considerato che nella maggior parte dei casi il mercato è praticamente saturo e già molto complesso di per sé.

Cercare feedback

Questo passaggio potrebbe essere considerato come la prova del nove? Ebbene sì! Molto importanti sono anche le opinioni che hanno glia altri trader. Allo stesso tempo, non ci si può esimere dall’opinione degli altri finanziatori.

Attenzione:

Non è semplice trovare commenti su una ICO! Potrebbero esserci però ed in questo caso è bene sfruttarli.

Nel caso in cui si tratta di commenti negativi, allora meglio girare alla larga. Se invece sono positivi o tendono ad esserlo, allora ci si potrebbe fidare, anche se consigliamo sempre la massima attenzione. Infatti si potrebbe incappare in una truffa.

Discernere tra un commento reale a un commento “comprato” all’inizio non è semplice! Allo stesso tempo, ti dobbiamo avvisare che prima inizia a comprenderne la differenza e meglio sarà per te.

In genere, il discrimine è dato dalla quantità di dettagli. Nel caso in cui parliamo di un commento generico che non fa riferimento a dettagli specifici, allora si potrebbe solo e soltanto presuppore che si tratti di un commento falso.

A questo punto, una volta che abbiamo analizzato alcune caratteristiche particolare delle ICO, possiamo passare a quelle che sono le migliori ICO del 2018.

Le migliori ICO del 2018

Iq Option qtuom

Fai trading su Qtuom – Iq Option

Cypherium

Partiamo dalla prima per ordine e grado. Il suo punto di forza risiede con molta probabilità nel team di sviluppo. Di questo, fanno parte grandi luminari e professionisti dal solido curriculum, che hanno lavorato in Amazon, Google e Microsoft.

Nota infatti che il progetto, è molto innovativo in quanto incentrato sulla creazione di una blockchain completamente nuova.

In pratica stiamo parlando di governance multi-livello, che dovrebbe spingere verso una decentralizzazione ulteriore del mondo crypto.

La sua offerta collaterale, che è poi uno degli scopi ufficiali del progetto, si segnala l’implementazione della scalabilità.

Rentberry

Definito come un progetto singolare, si pone come obbiettivo il mondo del noleggio. Infatti esso si prefissa lo scopo di creare una piattaforma decentralizzazione per la gestione degli affitti e dei noleggi. Il suo perno lo si trova nell’automazione del processo, della firma dei contratti e del pagamento.

Grazie a questo progetto, poi, tutti i soggetti che noleggiano e i soggetti noleggianti risparmieranno tempo, denaro e fatica.

Allo stesso tempo tutto questo deve essere analizzata in un contesto più ampio che dovrebbe anche interagire con le normative sugli affitti, che in Occidente sono molto stringenti.

LociCoin

In questo caso, parliamo di una ICO legata alle proprietà intellettuali. Queste dovrebbero essere acquistate mediante la criptovaluta in cantiere, LociCoin appunto. In pratica si tratta di un progetto di una piattaforma per l’incontro di domanda e offerta, dal nome InnVenn.

Il progetto dovrebbe snellire anche il processo di acquisizione dei brevetti, che ad oggi è soggetto a normative nazionali e internazionali forse un po’ troppo rigide.

Trippki

Anche questo progetto lo possiamo considerare come uno abbastanza appetibile, considerando che esso punta a rendere più fluido e a misura di cliente il mondo dei viaggi e delle prenotazioni online.

Lo scopo potrebbe essere quello di permettere alle controparti di soddisfare le proprie esigenze reciproche, e nel caso specifico di consentire ai primi di “tappare i buchi”, anche a seguito di disdette, e ai secondi di usufruire di prezzi scontati.

Il CEO di Trippki ha rivelato, anche che il progetto prevede un sistema di creazione di ricompense sui viaggi.

RightMesh

Questo progetto è molto complicato. A che vedere con il modo in cui ci si connette alla rete. Lo scopo del progetto, in questo caso è ben definito dal White Paper ma che sfociano nella tecnalità più complicata, è decentralizzare fino ad un massimo grado.

Un progetto ambizioso? Lo potrebbe essere anche se possono trovare applicazione in molti ambiti.

NAU

Lo potremmo considerare come un progetto molto interessante. Anche in questo caso, lo scopo è quello di sfruttare la geolocalizzazione degli smartphone per instaurare un contatto solido tra clienti e rivenditori. L’obbiettivo è quello di fidelizzare il cliente.

La prospettiva sarebbe di fare pubblicità che potrebbe venire anche perché NAU pone in essere un ambiot fertile per dialoghi e comunicazioni continue tra cliente e rivenditore.

La potremmo anche definire come una delle poche ICO che potrebbe trovare una applicazione immediata, se andasse in porto.

CoinLancer

Da nome ne deriva che questa ICO vede come protagonista il mercato dei freelance. In pratica si prefigge quale scopo quello di risolvere alcuni problemi di questo mercato, come gli elevati costi di transizione, il rischio che coinvolge pagamento e consegne.

L’ICO promette anche di possedere una piattaforma in cui le commissioni scenderebbero al 3% e protocolli specifici per la risoluzione delle controversie.

Alla base della ICO vi è anche la blockchain, però rivisitata in una prospettiva di scalabilità.

FansUnite

Allo stesso tempo, le ICO in questione cercano dei finanziamenti per la creazione di una piattaforma decentralizzata di scommesse sportive.

Essa potrebbe utilizzare la blockchain per determinare elementi quali il prezzo, la scelta del mercato, la liquidità, le restrizioni e i limiti di sicurezza.

Omega One

Può essere definita come la “ICO per le ICO” considerando che il suo scopo è quello di risolvere le distorsioni del mercato delle ICO, favorendo anche lo scambio dei token e delle criptovalute.

Essa si basa sulla consapevolezza che il mondo delle ICO soffre di 2 problemi in particolare:

  1. Il primo che riguarda la mancanza di liquidità;
  2. Quello legato agli attacchi di pirati informatici.

In pratica, secondo il CEO di Omega One, questo è destinato a stravolgere (per il meglio si intende) il modo in cui si partecipa alle ICO. Allo stesso tempo, si vendono e si acquistano token/criptovalute.

Inoltre, incentiverebbe le persone normali a fare trading, espandendo il mercato verso le persone comuni.

Enigma

Eningma dovrebbe essere una piattaforma per la gestione di portafogli di criptovalute. Infatti consente:

  • Di velocizzare le transazioni
  • Al titolare di mantenere la piena custodia sulla sua liquidità
  • Di cercare nuovi asset su cui investire
  • Di simulare strategie di investimenti e realizzare test preliminari

In realtà, Enigma è stata lanciata a settembre 2017. Dovrebbe essere pronta entro la fine del 2018.

Come investire su criptovalute?

criptovalute

Investi in modo serio e professionale sulle criptovalute

Il nostro consiglio per sfruttare al massimo il trading online e l’investimento in criptovalute è farlo con dei broker che sono regolamentati ed autorizzati. Noi te lo consigliamo perché essi ti garantiscono da eventuali truffe. Per altro questi non ti promettono di diventare ricco e come tale non fanno chiacchiere. In pratica devi star lontano dalle truffe! Con eToro e IQ Option sei esente da questo pericolo.

Ecco uno dei motivi per il quale noi ti consigliamo sempre di investire con broker che sono regolamentati ed autorizzati.

IQ Option

trading bitcoin iq option

Fai trading con le criptovalute su IQ Option

IQ Option ti offre un conto demo gratuito da 10.000 €; il conto reale invece prevede n deposito minimo di appena 10 € e trade minimi da 1 €.

Apri il tuo conto demo gratuito su IQ Option

Il broker ti offre tantissime semplici opportunità di investimento grazie ad una piattaforma semplice da utilizzare ed allo stesso tempo professionale.

A te non resta altro da fare se non di aprire un conto di trading demo utile anche a testare la piattaforma e iniziare ad operare.

Puoi sempre utilizzare la formazione continua offerta dal broker come anche le video lezioni gratuite che ti permettono di imparare non solo ad utilizzare la piattaforma ma anche i diversi strumenti di trading che essa offre.

Per altro scegliendo IQ Option scegli anche la possibilità di investire su un mercato diversificato e quindi operare su:

  • Materie prime
  • Mercato Forex
  • ETF
  • Criptovalute, ecc.

Inoltre se scegli questo broker, scegli anche di investire sfruttando al massimo le seguenti caratteristiche:

  • piattaforma regolamentata ed autorizzata CySEC;
  • Conto demo gratuito;
  • Trade minimi da 1 €;
  • layout multi-grafico;
  • analisi tecnica;
  • quotazioni storiche;
  • piattaforma mobile;
  • strumenti di trading eccellenti;
  • avvisi sulla volatilità;
  • aggiornamenti di mercato;
  • stock screener;
  • calendari;
  • newsletter.

Nello specifico puoi scegliere di investire in modo serio e professionale con questo broker, sulle seguenti criptovalute:

  • Bitcoin;
  • Ethereum;
  • Bitcoin Cash;
  • Ripple;
  • Litecoin;
  • IOTA;
  • Dash;
  • Ethereum Classic;
  • Monero;
  • OmiseGo;
  • Zcash;
  • Santiment;
  • NEO;
  • Stellar;
  • QTum;
  • EOS;
  • Tron.

eToro

trading ethereum etoro

trading ethereum etoro

eToro anche lo possiamo considerare come uno degli ottimi broker di trading online che offre conto demo gratuito ed illimitato e che lo puoi utilizzare anche per far pratica mentre copi gli altri trader. Allo stesso tempo, puoi aprire un conto reale anche se questo prevede un deposito minimo da 50 €.

Apri il tuo conto demo gratuito ed illimitato su eToro

Se scegli di investire con eToro, devi sapere che puoi sfruttare sempre ed in qualunque momento la complicità degli altri trader e condividere con essi tutte le strategie di trading online.

Questo lo puoi fare grazie alla piattaforma di social trading la cui piattaforma ti permette di investire condividendo con altri trader le migliori strategie.

Puoi anche sceglie di copiare gli altri trader. A tal proposito ti riportiamo quelli che anno fatto registrare le migliori performance.

In questo caso, puoi scegliere i trader che desideri copiare e riportarli sul tuo conto di trading eToro. Questo sistema ti permette di ricopiarli e di investire direttamente su di essi anche se non sei un trader affermato e non conosci bene gli asset sul quale stai investendo. In questo modo, puoi replicare le loro performance ed ottenere una percentuale di successo maggiore.

Apri il tuo conto gratuito eToro. Prova la semplicità del social trading e del copy trader!

eToro social trading: guide alla piattaforma social

Prova il trading online con un conto demo gratuito

eToro Deposito: 200€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65% e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Informazioni sull'autore

TommasoP

Lascia un Commento

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

E-investimenti.com

E-investimenti.com