Da Donald Trump a Jeff Bezos, spopola il desiderio di colonizzare la Luna

Pubblicato da: Luca M. - il: 04-11-2019 22:55 Aggiornato il: 05-11-2019 9:06

Negli ultimi anni si è registrato un crescente interesse per lo Spazio e in particolare per la Luna come nuova prospettiva di vita per gli esseri umani.

Conosci il Social Trading?  Vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare il loro portafoglio. Conto Demo gratuito con 100.000€ virtuali per provare senza spendere i tuoi soldi Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

Conosci il Social Trading Vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare il loro portafoglio. Conto Demo gratuito con 100.000€ virtuali per provare senza spendere i tuoi soldi Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

Da quanto l’Apollo 8 lasciò l’orbita terrestre e raggiunse la Luna sono trascorsi oltre cinquant’anni, ma il desiderio di tornare sul satellite non è mai sparito.

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha confermato l’intenzione di voler tornare sulla Luna in grande stile entro il 2024. Questa volta, però, starebbe pensando a un progetto più permanente entro il 2028.

Come si legge su L’insider, l’intenzione di colonizzare la Luna sembra più che mai attuale e sostenuta da molti personaggi influenti e potenti, da Donald Trump a Jeff Bezos.

I progetti di colonizzazione della Luna

La Luna è diventata una fonte inesauribile di possibilità per molti personaggi di spicco e uomini influenti del nuovo millennio anche se, secondo L’insider, il satellite non è ancora pronto a ospitare la vita umana.

Stephen Hawking guardava alla colonizzazione della Luna come l’unica possibilità di vita umana dopo la distruzione prossima della Terra.

In effetti il nostro Pianeta sta lentamente implodendo sotto l’effetto del surriscaldamento globale, dello scioglimento delle calotte glaciali e dell’inquinamento ambientale.

La convinzione che ben presto la Terra diventi inospitale per la vita umana ha portato a guadare verso il suo satellite più vicino, quello di cui si hanno più informazioni.

Donald Trump ha confermato la volontà della sua amministrazione di ritornare sulla Luna entro il 2024 per realizzare un progetto permanente di vita lunare.

Il presidente americano, però, non è l’unico a essersi interessato all’allunaggio e alla possibilità di sfruttare la Luna come valida alternativa alla Terra.

Jeff Bezos, fondatore di Amazon, continua a coltivare la possibilità di arrivare sulla Luna per spostare lì le attività terrestri che inquinano di più.

Il progetto Blue Moon legato all’agenzia di voli spaziali di Bezos è più che altro una missione di salvataggio del nostro Pianeta.

L’idea di fondo è far viaggiare il lander autonomamente nello Spazio con quattro rover, un equipaggio umano e un “modulo di risalita” per spostare sul satellite tutto ciò che danneggia l’ambiente e l’uomo.

Da un lato la Terra ritroverebbe il suo equilibrio mentre dall’altro lato i viaggiatori spaziali avrebbero più informazioni per preparare una vita sulla Luna.

Le questioni da non trascurare

La Luna sembra la sola chance pensabile sia per la sua “vicinanza” alla Terra che per la presenza di acqua, ma presenta delle problematiche che potrebbero frenare ogni progetto di colonizzazione umana.

Come si legge su L’insider, infatti, la vita umana sulla Luna richiederebbe l’elaborazione di soluzioni avanzate e tecnologie all’avanguardia in grado di fronteggiare le sue condizioni ambientali.

La Luna presenta una polvere più piccola rispetto a quella terrestre che può penetrare nei polmoni e danneggiare l’organismo. Tutti gli astronauti dell’Apollo, infatti, hanno sofferto di un problema denominato “raffreddore da rinite lunare”.

Il nostro satellite preferito viene colpito da svariati meteoriti ogni giorno che metterebbero a rischio l’incolumità delle colonie umane sulla Luna.

La gravità del satellite è pari al 17% di quella sulla Terra e il suo effetto potrebbe avere delle ripercussioni negative sulla funzionalità di tessuti, organi e ossa.

L’assenza di atmosfera rende impossibile il filtraggio dei raggi solari e per questo le eventuali colonie umani avrebbero bisogno di una protezione dalle radiazioni del sole.

In più la Luna impiega 29,5 giorni per ruotare, realizza un periodo di rivoluzione di 27,3 giorni e presenta una temperatura diurna di 123 gradi e una temperatura notturna di -233 gradi.

Le ricerche si stanno muovendo verso la risoluzione di tali problematiche, ma per il momento l’allunaggio permanente appare ancora una possibilità ancora lontana.

Informazioni sull'autore

Luca M.

Appassionato di Investimenti nel trading Online, Borsa, Trading Forex e Opzioni Binarie

Lascia un Commento

E-investimenti.com

E-investimenti.com

Avviso di rischio - I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Il 74-89% di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD.

 

ESCLUSIVO E TESTATO!

 

Ricevi gratuitamente i segnali di Trading Central!
Segnali Forex e multi-asset + Analisi di Trading Central