3 consigli per scegliere un portafoglio digitale affidabile e sicuro

Pubblicato da: Redazione E-investimenti.com - il: 08-12-2022 10:02

Al giorno d’oggi, se non hai già un portafoglio digitale attivo, è estremamente probabile che finirai per aprirne uno. Nell’era di Internet, pagare online è passata da essere un’esperienza che facevamo una volta al mese o ogni due settimane a essere una modalità di acquisto con cadenza praticamente quotidiana.

Per i primi periodi il sistema basato sulle banche centralizzate ha continuato ad affidarsi ai metodi di pagamento tradizionali, come con carta di credito, bonifico bancario o contrassegno. Ma da qualche anno il sistema dei pagamenti si è evoluto per arrivare “ a livello” con la crescente domanda di pagamenti digitali efficaci, sicuri e soprattutto rapidi.

Ed è proprio al grido di rapidità estrema click-to-pay che sono nati i vari e-wallet.

Primo fra tutte le classifiche a livello di utilizzo è ad oggi PayPal, con oltre 250.000.000 di conti aperti in tutto il mondo.

Ma cosa cambia da PayPal a un altro wallet come può essere Samsung Pay? Davvero uno vale l’altro? Quali sono le caratteristiche dei singoli e-wallet che dovresti tenere a mente durante la scelta?

1.    Per cosa ti serve?

Fattore più importante di tutti sicuramente è la “specializzazione” dell’e-wallet che andremo ad utilizzare. Ognuno di questi portafogli ha caratteristiche diverse che serviranno scopi diversi.

È un po’ come accade nei contesti fantasy dei giochi medievali: devi scegliere la risorsa giusta per acquistare l’oggetto che desideri. Spesso puoi anche usarne un’altra, ma la trasformazione in genere comporta dei costi aggiuntivi. Insomma: se hai bisogno di piantare un chiodo, meglio usare un martello che una chiave inglese.

Lo stesso accade con i portafogli elettronici: se vuoi usarlo per effettuare semplici acquisti potresti preferire un portafogli più tradizionale e ad ampio spettro come PayPal, ma se invece ti serve un portafogli specifico per la gestione di un asset, è meglio scegliere uno strumento dedicato alle criptovalute.

Ricordati anche che i portafogli digitali non sono anonimi e non sono conti correnti. Molte operazioni legate al tuo conto bancario non sono effettuabili con un e-wallet. Un esempio? Non potrai mai effettuare un bonifico tradizionale dal tuo digital wallet.

2.    Vuoi pagare di persona o da remoto?

Portafogli device-based o internet-based

Prima differenza da tenere a mente durante la scelta del proprio wallet è sicuramente se intendiamo utilizzarlo di persona come se fosse una carta di debito contactless oppure ne abbiamo bisogno per comprare prodotti di e-commerce online per esempio.

I wallet device-based, (anche chiamati semplicemente mobile) sono una sottocategoria dei wallet internet-based (anche chiamati semplicemente digital) che differiscono per una tecnologia: l’uso dell’NFC per i pagamenti.

Attraverso L’NFC il wallet ci permette di pagare in negozio come se avessimo i contanti in mano.

Anche alcuni digital wallet come Satispay sono spesso utilizzati di persona nei negozi o ristoranti, ma senza l’utilizzo di questa tecnologia.

I mobile wallet in più, ci permettono di conservare al loro interno anche biglietti di concerti, carte fedeltà, pass per viaggiare. Come un vero portafogli.

Dato davvero illuminante, uno studio del Politecnico di Milano ha notato come i pagamenti da dispositivi wearable (come gli smart-watch ad esempio) siano aumentati del 106% rispetto all’anno precedente: per approfondire, potete consultarne i risultati su il Sole 24 Ore.

3.    È sicuro?

Parlando di portafogli, è naturale che un punto fondamentale sia la sicurezza offerta dall’e-wallet che stai cercando. E questo è un punto a favore: questi strumenti sono molto sicuri. Se tu decidessi di andare in giro con i tuoi contanti in tasca, potresti avere un problema di sicurezza. I contanti possono essere persi o rubati molto più velocemente.

All’interno di un e-wallet hai una sicurezza al 99% superiore di un portafogli fisico. Fattore importante è la presenza dell’autenticazione a due fattori, che rende l’accesso al tuo portafogli da parte di qualcun altro estremamente più difficile.

Vero è che anche nel mondo digitale ci sono malintenzionati e truffatori. Ricordati di fare un double-check alle mail che ricevi e non scaricare – se hai un dispositivo Android – applicazioni da sorgenti non affidabili che potrebbero richiederti accesso a informazioni protette.

Fra i diversi wallet, non vi sono particolari differenze a livello di sicurezza. Tutti hanno uno standard molto alto. In particolare, i wallet dedicati alle criptovalute hanno uno standard di sicurezza particolarmente elevato, utilizzando la password a dodici parole da inserire in un ordine preciso. Questo fattore la rende praticamente indistruttibile.

Se ti interessa approfondire quale può essere il miglior portafogli digitale per fare un investimento in criptovalute, ti lascio un articolo qui su Business 2 Community.

Rimani aggiornato con guide e iniziative esclusive per gli iscritti!

Telegram

Lascia un Commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89% di conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.