Borse Europee tutte positive nella prima seduta del 2009

Pubblicato da: Luca M. - il: 04-01-2009 8:03

La prima seduta dell’anno è stata con il vento in poppa per le principali borse mondiali che incuranti dell’indice sull’attività manifatturiera negli Stati Uniti che è sceso in dicembre ai minimi da 28 anni.

Ma la voglia di festeggiare con un rialzo il nuovo anno ha avuto la meglio anche su Wall Street che ha chiuso in rialzo dell’1,7% la prima seduta dell’anno.

In Europa invece i valori di chiusura sono andati dal più 4% della Borsa di Parigi che è stata la migliore al più 3,3% della Borsa di Francoforte.

Bene anche Piazza Affari che ha chiuso la seduta con il Mibtel che ha fatto segnare +2,71% seguita dalla Borsa di Londra che ha chiuso gli scambi con  +2,38%.

Tra i titoli che si sono messi più in evidenza per quanto riguarda i rialzi spicca Tenaris con +7,23% nonostante la perdurante debolezza del prezzo del petrolio che, del resto, non ha messo in difficoltà nemmeno gli altri titoli del comparto, dal più 5,35% di A2a, al più 3,13 di Saipem, al 4,24% di Eni e al 2,82% di Enel.

La protagonista incontrastata del listino italiano è stata Fiat con +6,10%, spinta al rialzo dalle indiscrezioni – poi confermate a mercato chiuso – sui dati migliori del previsto per il gruppo del Lingotto sulle immatricolazioni delle auto in Italia (mentre Pininfarina riduce il vantaggio in chiusura ad un più 2,9% dopo aver festeggiato con maggior convinzione nel corso della seduta la firma dell’accordo con le banche sulla posizione debitoria).

Molto bene è andata anche Unicredit (più 6,02%) dopo le operazioni di rafforzamento del capitale concluse alla fine del 2008, dalle misure sugli immobili alla cessione della quota in Atlantia (più 4,05%). Più contrastate invece le altre banche: più 2,23% Mps, la migliore, mentre il Banco Popolare ha chiuso in rialzo dell’1% e Intesa ha finito le contrattazioni appiattita sui valori della seduta precedente.

Tra i titoli del lusso si è distinta Geox (più 4,24%) mentre tra gli industriali ha messo a segno un deciso rialzo Stm (più 4,44%) ma è andata bene anche Telecom, più 2,16%. Sul versante opposto da segnalare lo scivolone di Prysmian, meno 4,14%, protagonista nelle ultime sedute di un rally nell’ultima parte del 2008. Fuori dal listino principale da segnalare la performance di Pirelli Re (più 16%) in una giornata in cui anche gli altri titoli immobiliari sono andati bene.

Anche Wall Street avvia il 2009 in forte aumento: il Dow Jones chiude in progresso del 2,85%, e rivede quota 9.000 punti, a 9.026,89. Il Nasdaq sale del 3,30% a 1.629,00 punti e lo S&P 500 avanza del 3,01% a 930,47 punti.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

eToro Deposito: 200€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65% e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Informazioni sull'autore

Luca M.

Appassionato di Investimenti nel trading Online, Borsa, Trading Forex e Opzioni Binarie

Lascia un Commento

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

E-investimenti.com

E-investimenti.com