Borse Europee a picco: greggio scende sotto i 50$

Pubblicato da: Luca M. - il: 22-11-2008 6:44

La crisi economica mondiale e la mancanza di liquidità da parte degli investitori hanno contribuito a far affondare le quotazioni del petrolio che sono scese sotto i 50 dollari al barile sia a Londra che a New York, dove il greggio chiude a 48,85 dollari al barile. L’oro nero non scendeva al di sotto di quota 49 dollari sulla piazza americana da oltre 3 anni era infatti il maggio 2005.Dopo aver viaggiato nettamente al di sopra dei 100 dollari al barile per tutta la prima metà dell’anno, toccando il record assoluto di 147,50 dollari a Londra, il prezzo del petrolio è sceso repentinamente negli ultimi mesi a causa di tre fattori: la crisi finanziaria, il rallentamento economico mondiale e il raffreddamento della domanda dovuto a quotazioni eccessivamente elevate.

Guadagnare investendo da casa ? Con la rivoluzione del Social Trading vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare automaticamente dal loro portafoglio. Conto Demo gratuito per provare senza spendere 1€ Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

Guadagnare investendo da casa ? Con la rivoluzione del Social Trading vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare automaticamente dal loro portafoglio. Conto Demo gratuito per provare senza spendere 1€ Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

Secondo alcuni osservatori “I prezzi stanno crollando perchè il rallentamento dell’economia è serio, più serio di quanto inizialmente previsto. Anche la domanda nei paesi in via di sviluppo di sta contraendo in modo evidente”.

Giovanni Serio, analista di Goldman Sachs, la banca che per prima aveva previsto il greggio a 100 dollari, “non vede spazio a breve termine” per possibili rialzi dei prezzi.

Intanto per le Borse ieri si è vissuta l’ennesima giornata nera. Piazza Affari ha chiuso con il segno meno al termine di una seduta che si è mantenuta debole fin dall’avvio. L’indice Mibtel ha fatto segnare nel finale un -2,29%.

Finale in forte ribasso anche per le altre principali Borse europee, che hanno accelerato al ribasso nel pomeriggio, complice l’avvio negativo di Wall Street. A pesare sui corsi azionari anche il crollo dei prezzi del petrolio, sotto la soglia dei 50 dollari al barile. Tra le piazze finanziarie, Londra cede il 3,45%, giù anche Francoforte a -3,08% così come Parigi che chiude con un calo del 2,95%. Non va meglio negli Usa. La Borsa di New York ha concluso la giornata di contrattazioni con un altro solenne tonfo. Alla fine della seduta a Wall Street e prima delle operazioni di compensazione, il Dow Jones ha perso 430,58 punti(-5,11%), a quota 7.566,70 punti, mentre il Nasdaq è sceso di 70,07 punti(-5,05%), a 1.316,35 punti. In picchiata lo S&P 500, che è sceso di 52,80 punti (-6,55%), a753,78 punti.

Informazioni sull'autore

Luca M.

Appassionato di Investimenti nel trading Online, Borsa, Trading Forex e Opzioni Binarie

E-investimenti.com

E-investimenti.com

Avviso di rischio - I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Il 74-89% di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD.

 

ESCLUSIVO E TESTATO!

 

Ricevi gratuitamente i segnali di Trading Central!
Segnali Forex e multi-asset + Analisi di Trading Central