Dichiarazione redditi: è l’ora del 730

Pubblicato da: Luca M. - il: 15-04-2009 7:13 Aggiornato il: 15-04-2009 9:44

Dichiarazione redditi: modello-730

E’ arrivato anche quest’anno il momento della dichiarazione dei redditi che inizia come di consueto con il 730.

Le prime scadenze sono fissate per fine aprile, termine ultimo per presentare il modello ai sostituti d’imposta (datori di lavoro o enti previdenziali).

Invece per chi si rivolge ai Caf o ai commercialisti il termine ultimo è fissato al 31 maggio.

I commercialisti avranno poi tempo fino al 15 di luglio per inviare i conti ai datori di lavoro.

Per chi utilizza il modello Unico, invece, non cambiano i termini per pagare le imposte.

Sono tante le novità con le quali si troveranno a fare i conti i contribuenti italiani e vanno tenute d’occhio per non perdere l’opportunità di ottenere uno sconto sull’imposta dovuta.

Sarà molto più difficile quest’anno ottenere le detrazioni del 19% per l’acquisto dei farmaci in quanto lo scontrino dovrà essere “parlante”, ossia contenere tutti i tipi e la quantità di prodotti acquistati insieme al codice fiscale del destinatario.

Sarà possibile indicare tra le detrazioni anche le spese sostenute per l’acquisto degli abbonamenti a bus, metro e treno, fino ad un importo massimo di 250 euro.

Aumenta in modo consistente lo sconto sugli interessi pagati per i mutui immobiliari per la prima casa.

L’importo massimo su cui calcolare la detrazione per chi ha un mutuo prima casa è stato portato a 4.000 euro dai 3615 dello scorso anno.

Resta invariata la possibilità di detrarre la spesa di 210 euro per ciascun figlio tra i 5 e i 18 anni che va in palestra.

Resta uguale anche lo sconto per le spese veterinarie per animali da compagnia: fino al limite massimo di 387,34 euro.

Anche quest’anno c’è la possibilità di detrarre le donazioni a favore degli istituti scolastici di ogni ordine e grado: poiché molti istituti chiedono una integrazione alle tasse scolastiche queste potranno essere utilizzate per ottenere il 19% di sconto. Cambiano poi le detrazioni per i docenti: lo scorso anno erano di 1.000 euro per l’acquisto di computer, quest’anno scendono a 500 euro e riguardano più genericamente le spese per l’autoaggiornamento.

Per chi ha redditi inferiori ai 40.000 euro c’è la possibilità di scontare una spesa di 2.100 euro per gli addetti all’assistenza personale di persone non autosufficienti. A questo si aggiunge la possibilità di dedurre i contributi per gli addetti ai servizi domestici e familiari (fino ad un massimo di 1.549,37 euro).

Dagli asili nido alla ristrutturazione della casa – Molte delle detrazioni già previste nel passato vengono confermate. Così è per il bonus energia del 55% e per quello del 36% sulle ristrutturazioni. Rimane la detrazione per le spese sostenute per la frequenza degli asili nido e il bonus del 20% per la rottamazione del frigorifero.

I dipendenti del settore privato che hanno percepito dal datore di lavoro compensi per lavoro straordinario hanno la possibilità di scegliere una diversa modalità di tassazione. Se i compensi riguardano il secondo semestre del 2008 è possibile tassarli (con un tetto di 3.000 euro) con un’imposta sostituiva del 10%.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

eToro Deposito: 200€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65% e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Informazioni sull'autore

Luca M.

Appassionato di Investimenti nel trading Online, Borsa, Trading Forex e Opzioni Binarie

Lascia un Commento

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

E-investimenti.com

E-investimenti.com