La fuga dai Fondi Comuni e obbligazionari

Pubblicato da: Luca M. - il: 12-07-2007 4:25

Stiamo assistendo ad una vera e propria fuga dai Fondi Comuni e soprattutto i Fondi obbligazionari: anche perché le banche preferiscono vendere prodotti per loro più lucrosi.
I dati sui fondi comuni evidenziano ormai una vera e propria ecatombe, una fuga quasi precipitosa da uno strumento che tutto sommato non si è comportato male; se non per le performance, per la trasparenza e per la sicurezza (nessun gestore è mai scappato con la cassa). La categoria più bersagliata dai riscatti netti è senza dubbio quella dei fondi obbligazionari, che a fine giugno rappresentavano il 34,7% del patrimonio complessivo dei fondi; solo sei mesi prima, nel gennaio 2007, pesavano per il 39,9% mentre nel gennaio 2006 rappresentavano ancora il 45% del patrimonio.
In un certo senso, è anche ovvio che sia così: i prodotti legati ai bond, soprattutto quelli a più breve scadenza, sono anche quelli che hanno deluso di più, in termini di performance.
Giusto quindi che i risparmiatori li abbiano venduti. Ma è probabile che proprio in quel segmento di risparmiatori le banche abbiano avuto compito facile a far trasformare il fondo in un prodotto strutturato o in una polizza a contenuto finanziario. Che non rende di più ma in compenso fa guadagnare di più chi li emette.

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

X

Avviso di rischio - Il 67-75% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.