Mediaset in salita, Sky non è una minaccia

Pubblicato da: MatteoT - il: 01-07-2010 7:24

Procede con ottimi risultati la raccolta pubblicitaria di Mediaset in Italia, registrando una crescita annua del 5% nei primi sei mesi dell’anno, anche se risulta difficile fare previsioni sulla seconda parte del 2010.
“Anche se ci sono segnali di ripresa il mercato è difficile da interpretare”, ha sottolineato Pier Silvio Berluscon che non si sente di dare dei numeri sulla seconda parte dell’anno.

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

“Di sicuro però stiamo facendo abbondantemente meglio dell’anno scorso”. Il vicepresidente di Mediaset ha poi aggiunto: “la seconda parte dell’anno sarà più difficile, capire cosa succederà è complicato. Possiamo dire che siamo ottimisti”. A pesare è la situazione complessiva dell’economia: “Come andrà l’economia è la vera questione”, ha detto. Ad esempio, “abbiamo visto gli effetti della Grecia sugli investitori anche se poi il calo è rientrato”.

Sulla pay tv è stato confermato l’obiettivo di raggiungimento del break even di Mediaset Premium nel 2010. “La sfida è dura ma i numeri ci stanno dando ragioni. Circa 4 milioni di famiglie italiane hanno già scelto Premium”. Il gruppo può contare su 4,4 milioni di tessere attive, ma al 30 giugno ne sono scadute circa 2 milioni di queste e pertanto il numero aggiornato è di 2,4 milioni: “sta a noi riconquistare tutte le tessere”.

Lascia un Commento

X

Avviso di rischio - Il 67-75% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.