Bpm offre 156 milioni per il 51% di Monte Parma

Pubblicato da: MatteoT - il: 12-10-2010 7:57

Il Cda della Banca Popolare di Milano ha dato il via libera all’operazione di acquisizione del 51% di Banca Monte Parma, per un prezzo di 156 milioni di euro, leggermente più alto rispetto alle attese, visto che gli analisti valutavano il Monte Parma in 300 milioni di euro, per il 100% ovviamente.

✅ AVATRADE: Trading in sicurezza e senza commissioni su +500 strumenti finanziari con con un broker regolamentato MiFID II. MT4/5, WebTrading e Mobile APP. — Prova con un conto Demo gratuito +100.000€ virtuali  >>

AVATRADE: Trading in sicurezza e senza commissioni su +500 strumenti finanziari con con un broker regolamentato MiFID II. MT4/5, WebTrading e Mobile APP. — Prova con un conto Demo gratuito +100.000€ virtuali  >>

L’importo prevede due tipologie di pagamento: per un 50% in contanti e per i restanti 50% dei 156 milioni con azioni Bpm di nuova emissione; l’obiettivo della banca popolare milanese è infatti mantenere il core tier 1 sopra la soglia del 7%.

L’istituto milanese punta anche a redigere un patto parasociale che definisca con precisione il peso della Fondazione Monte Parma nella futura governance. In effetti per alcuni analisti il deal difficilmente potrà creare valore perché la presenza della Fondazione limita l’estrazione delle sinergie.

Per giustificare l’investimento infatti Banca Monte Parma dovrebbe realizzare un utile netto di oltre 20 milioni di euro, pari a un Roe dell’8%, livello che Bpm dovrebbe raggiungere a fatica nel 2012. L’istituto di credito emiliano a fine 2009 ha registrato un patrimonio netto 168 milioni di euro, una perdita netta 15 milioni di euro e vanta un network di 66 sportelli.

Lascia un Commento

X

Avviso di rischio - Il 67-89 % dei conti di investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.