Ocse taglia stime crescita Usa e Ue per crisi mutui

Pubblicato da: Luca M. - il: 16-09-2007 2:37

La crisi dei mutui subprime che ha investito gli Stati Uniti è stata “più forte del previsto”. Per questo motivo l’Ocse ha deciso di tagliare le previsioni di crescita dell’Unione europea dal 2,7 al 2,6%, e degli Usa dal 2,1 all’1,9% per quest’anno. Lo ha annunciato il capo economista dell’Organizzazione, Jean-Philippe Cotis, sottolineando che le prospettive di crescita sono “meno promettenti”. Negli Stati Uniti, ha aggiunto, “per ora la nostra diagnosi è quella di un rallentamento, ma non possiamo escludere una recessione”. “Scarso”, invece, il contagio della crisi in Europa.

Dopo il comunicato dell’Ocse, peggiora la performance delle principali piazze europee: a Piazza Affari il Mibtel cede lo 0,95% e l’S&PMib l’1,09%. Male anche Parigi (-0,70%), Francoforte (-0,42%) e Londra (-0,10%).

“Queste revisioni al ribasso – ha detto Vincent Koen, consigliere economico dell’Ocse – sono state largamente influenzate da quello che è successo nel secondo trimestre, e da statistiche di Eurostat nettamente inferiori” alle previsioni di maggio dell’Ocse. Al contrario, non sono ancora del tutto conteggiati gli effetti sulla crescita economica della crisi dei mutui ipotecari negli Usa e della conseguente gelata sui mercati creditizi.

Secondo le stime Ocse, l’economia italiana è cresciuta dello 0,3% nel primo trimestre del 2007, per poi rallentare nel secondo trimestre, con un pil in aumento dello 0,1%, e tornare a una crescita dello 0,3% nel terzo trimestre di quest’anno. Per il quarto trimestre l’aumento previsto è dello 0,4%.

Per quanto rigurda l’area Euro, la crescita sarà dello 0,5% nel quarto trimestre, con un tasso di fine anno al 2,6% dal 2,7% precedente. In Gran Bretagna la crescita salirà al 3,1% dal 2,7% e in Canada al 2,7% dal 2,5%. Per l’area del G7 la crescita sarà del 2,2% dal 2,3% precedente.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

eToro Deposito: 200€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65% e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Informazioni sull'autore

Luca M.

Appassionato di Investimenti nel trading Online, Borsa, Trading Forex e Opzioni Binarie

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

E-investimenti.com

E-investimenti.com