Inflazione sale a settembre con i prezzi di pane e pasta

Pubblicato da: Luca M. - il: 15-10-2007 6:33 Aggiornato il: 12-09-2013 14:08

L’Istat conferma la stima flash sull’inflazione, a settembre l’indice dei prezzi al consumo è risultato in crescita dell’1,7% su base annua, contro l’1,6% di agosto. Invariato il dato mensile. Nel mese scorso hanno preso la rincorsa i prezzi degli alimentari, soprattutto di pane e pasta.

Per l’Istat,l’inflazione per l’intero comparto è salita al 2,9% dal 2,4% di agosto. Sotto pressione anche i prezzi di carne +2,8% e latte +3,2%. Elevato anche il tasso di crescita annuale della frutta +5,6%.

Lo scorso mese, rileva l’Istituto di statistica, l’inflazione per l’intero comparto è salita al 2,9% dal 2,4% di agosto, con punte soprattutto per i cereali. In particolare, il prezzo del pane è aumentato del 7,5% rispetto a settembre 2006 in accelerazione dal +4,2% di agosto mentre il prezzo della pasta è cresciuto del 4,5%. In aumento anche i prezzi di carne +2,8% con in particolare il pollame in rialzo del 6,7% e latte +3,2%.

Conto Demo da 100.000€ – Inizia a fare trading con un conto demo gratuito su Broker Regolamentato. Inclusi 30 giorni di prova gratuita dei segnali di Trading Central!  Provo adesso >>

Conto Demo da 100.000€ – Inizia a fare trading con un conto demo gratuito su Broker Regolamentato. Inclusi 30 giorni di prova gratuita dei segnali di Trading Central! Provo adesso >>

Negli altri comparti, ad esempio nel settore energia, l’Istat registra un aumento dello 0,8% rispetto a settembre dello scorso anno. Il gasolio invece è in calo dello 0,5%, sempre rispetto a settembre 2006. Tensioni al rialzo nelle tariffe locali: l’acqua potabile aumenta su base mensile dello 0,8%, mentre il tasso di inflazione tendenziale è al 6,4%. La tariffa rifiuti ha una crescita congiunturale dello 0,2% e tendenziale di ben il 9,5%.

Buone notizie, invece, arrivano dalle tariffe aeree, diminuite in un anno del 9,6%, dal comparto comunicazioni -8,8%, dai servizi sanitari e spese per la salute che hanno registrato un calo su base annua dello 0,2%.

Informazioni sull'autore

Luca M.

Appassionato di Investimenti nel trading Online, Borsa, Trading Forex e Opzioni Binarie

E-investimenti.com

E-investimenti.com

Avviso di rischio - I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74% e l’89% di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD.

 

ESCLUSIVO E TESTATO!

 

Ricevi gratuitamente i segnali di Trading Central!
Segnali Forex e multi-asset + Analisi di Trading Central