Forex: le valute

Pubblicato da: Luca M. - il: 06-01-2008 3:27

La prima cosa necessaria da apprendere riguardo il mercato del Forex è che le valute vengono quotate e scambiate in coppia. E’ un fattore ineluttabile: a seconda delle valute protagoniste del trading che si vuole effettuare, inesorabilmente se ne vende una e se ne acquista un’altra.

Facciamo un esempio molto pratico ed attuale prendendo ad esempio le due valute principali del mercato Forex internazionale:  Eur/Usd (euro e dollaro, ndr)
Il valore del dollaro o dell’euro aumenta? E’ possibile aprire un “long” (compravendita di valuta base, ndr) sulla coppia in modo da vendere ed acquistare le valute a seconda del loro andamento. L’obiettivo degli scambi sul Forex è quello di comperare una  valuta che abbia un valore maggiore di quella venduta: un processo questo, come già illustrato, strettamente collegato agli accadimenti macroeconomici propri dello stato originario della valuta e la situazione economica mondiale. Nel Forex non vi è un organo regolatore governativo, esso è essenzialmente gestito da differenti regolatori nazionali.

Esistono comunque delle linee guida internazionali che il mercato del Forex segue indistintamente.

o    La prima valuta nella coppia è considerata come la valuta di base, e la seconda è il contatore o la valuta quotata. Il dollaro USA è di solito la valuta base per le quotazioni e include USD/JPY, USD/CHF, e USD/CAD. Non è compreso l’ Euro (EUR), la sterlina inglese (GBP), e il dollaro australiano (AUD).

o    Essendo la valuta un prodotto finanziario anche le sue quotazioni all’interno del Forex seguono uno schema di domanda ed offerta, comunemente riconosciute con il loro omonimi inglesi, “bid” e “ask”: rispettivamente il prezzo al quale un Forex market maker comprerà la valuta di base in cambio della valuta counter, ed la quotazione alla quale un Forex Market Maker venderà la valuta di base in cambio della valuta counter. La differenza tra il bid e l’ask viene chiamato spread.

o    viene aperta un “entry” quando si vuole aprire una posizione all’interno del Forex. Al momento di esecuzione dell’ordine, lo steso diventa “open”. Quando la transazione vorrà essere chiusa, basterà dare un ordine di “exit.

o    Long e Short: il primo termine identifica la posizione di acquisto di una valuta base, la short la sua vendita.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

eToro Deposito: 200€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65% e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Informazioni sull'autore

Luca M.

Appassionato di Investimenti nel trading Online, Borsa, Trading Forex e Opzioni Binarie

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

E-investimenti.com

E-investimenti.com