Italiani hanno paura di frodi bancarie su internet

Pubblicato da: Luca M. - il: 11-01-2008 9:42

Internet fa paura e gli italiani temono di subire frodi o “furti di identità” acquistando in rete o utilizzando i propri dati bancari e personali per investimenti e trading online. Ma i maggiori rischi si corrono nella vita reale! E’ lo scenario tracciato da una ricerca, condotta da Rissc, Centro ricerche e studi su sicurezza e criminalità, e commissionata da Cpp Italia, multinazionale specializzata nella protezione delle carte di pagamento, e da Crif, società che grazie alla gestione del principale sistema di informazioni creditizie offre ai consumatori servizi di protezione dei dati personali. Il 90% degli intervistati teme di subire le frodi legate al furto di dati personali, mentre secondo il 74%, il fenomeno delle frodi d’identità è destinato ad aumentare nel prossimo futuro. Il 38% degli italiani è stato direttamente o indirettamente vittima di questo tipo di frode, avendo subito la clonazione di una carta di pagamento o di credito per il 54% o avendo scoperto l’utilizzo fraudolento nei propri dati personali. Nella realtà, Internet è stata determinante solo nell’8% dei casi di frodi bancarie.

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

X

Avviso di rischio - Il 67-75% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.