Borse europee tornano al ribasso. Piazza Affari chiude con -2%

Pubblicato da: Luca M. - il: 06-09-2008 9:52

Quella di venerdì è stata un altra seduta campale per i mercati azionari. Dopo una vigilia di ribassi vicini al 3% sia in Europa che a New York e in Asia, tutte le Borse europee hanno accusato ancora perdite.

🥇 Non farti scappare questa opportunità, il tempismo è tutto. I mercati volatili forniscono un’ottima opportunità di guadagno quando tutti sono impegnati a vendere. ⭐  Ricevi 100.000 € di denaro virtuale con un account demo gratuito su Avatrade >>
🥇 Non farti scappare questa opportunità, il tempismo è tutto. I mercati volatili forniscono un’ottima opportunità di guadagno quando tutti sono impegnati a vendere. ⭐  Ricevi 100.000 € di denaro virtuale con un account demo gratuito su Avatrade >>

A Piazza Affari l’indice S&p/Mib perde un altro 2,36%, il Mibtel dell’intero listino va giù del 2,28%.

Va anche peggio alle Borse di Londra, Parigi e Francoforte che hanno avuto un’ondata generalizzata di vendite perdendo oltre il 2,50% prendendo spunto dai dati degli Stati Uniti.

C’è poi il taglio della quota di mercato da parte di Nokia nel terzo trimestre, che ha fatto sprofondare il gruppo dei cellulari.

Tra i titoli più deboli, oltre ai “soliti” finanziari (Generali, uno dei valori più stabili, ha perso il 3,5%), ci sono i petroliferi, perché il greggio negli ultimi scambi passava di mano a 105,67 dollari, 2,22 dollari meno della vigilia. Eni ed Enel perdono quasi il 3%, Saipem il 4,5%. Ma anche i maggiori industriali chiudono male.

La brutta giornata inizia, in Asia, con il calo di oltre il 3% per la piazza di Shangai, ai minimi da 20 mesi, mentre il listino di Tokio ha lasciato sul terreno il 2,75%, tornando ai minimi da marzo. Dopo che la Banca centrale europea, ieri, ha tagliato le stime di crescita di Eurolandia portandole a un misero 1,4%, i mercati non hanno saputo riprendersi nell’ultima seduta di una settimana che va in archivio con la peggiore flessione registrata negli ultimi cinque anni.

Malgrado il mancato taglio dei tassi in Europa – secondo la metà degli operatori si dovrà aspettare il 2009 perché il costo dell’euro scenda di un quarto di punto – il dollaro continua a recuperare posizioni sulla valuta unica. Ieri l’euro/dollaro aveva chiuso a 1,435, oggi la divisa europea ha chiuso a 1,426, con un minimo di seduta a 1,419, che è il livello più basso da quasi un anno.

Informazioni sull'autore

Luca M.

Appassionato di Investimenti nel trading Online, Borsa, Trading Forex e Opzioni Binarie

E-investimenti.com

E-investimenti.com

Avviso di rischio - I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Il 74/89% di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD.

Apri un conto demo gratuito con AvaTrade ✅ Ricevi 100.000 € di denaro virtuale per praticare la tua strategia di trading ⭐☎ Supporto vincente.

 

Approfitta dei nostri Expert Advisor e delle piattaforme di copy trading, oltre al trading sulle criptovalute 24/7. Con licenze di regolamentazione in 6 giurisdizioni, garantiamo un’esperienza di trading senza difficoltà.

 

AvaTrade è orgoglioso di essere partner globale del Manchester City, campioni della premier league 2018/19